Vico Equense il sindaco delle ringhiere? Ma a Seiano il muretto di Sofia Loren è rimasto incompleto

0

Vico Equense – Gennaro Cinque, più per il fare, rischia di essere ricordato come il Sindaco delle ringhiere…  Ora i riflettori sono puntati su Via Filangieri, ma il muretto di Sofia Loren a Seiano, buttato giù qualche mese fa, e riportato da Positanonews, se lo sono dimenticati tutti, anche le opposizioni. E’ rimasto così, senza muretto, ma anche senza ringhiere, uno scempio inutile.. Speriamo che non si ripeta altrove “Pronte altre dodici ringhiere”, così si legge su Agorà della Penisola sorrentina e come sintetizza vico equense online.  Il Primo cittadino, questa settimana, replica alle polemiche per la demolizione del muretto lungo via Filangieri e rilancia: “Valorizzeremo altri siti alla stessa maniera, ma stavolta voglio un referendum popolare”. Cinque bolla le tante critiche, apparse in questi giorni, su blog e social network, come strumentali e demagogiche. “La ringhiera – si legge nell’intervista – c’è alla villetta, pochi metri dal sito interessato, ed è in continuità con lo stesso. C’è a santa Maria del Toro, a via Arcoleo alla Marina di Seiano, e tutte sono state realizzate seguendo lo stesso criterio: valorizzare il panorama per ridare all’occhio la percezione del mare…” Perché allora tante critiche, gli chiede l’intervistatore? Gennaro Cinque risponde, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa: “Bisogna chiederlo ai critici – si legge – Forse sono sempre gli stessi di sempre, pochi ma rumorosi. Quelli che non volevano il restylng davanti alla chiesa di San Ciro, quelli che si lamentano sempre, ma poi contestano sempre qualsiasi soluzione concreta operativa, perché per loro il fare è un errore in sé. Oggi animano i blog ed i social network, ma la gente ha ben altre opinioni. Almeno quella che incontro io e mi fa tanti complimenti per aver abbellito il paese. Perché è proprio questo il punto: abbellire il paese. Forse qualcuno non vuole che il centro cittadino sia migliorato…”

Vico Equense – Gennaro Cinque, più per il fare, rischia di essere ricordato come il Sindaco delle ringhiere…  Ora i riflettori sono puntati su Via Filangieri, ma il muretto di Sofia Loren a Seiano, buttato giù qualche mese fa, e riportato da Positanonews, se lo sono dimenticati tutti, anche le opposizioni. E' rimasto così, senza muretto, ma anche senza ringhiere, uno scempio inutile.. Speriamo che non si ripeta altrove “Pronte altre dodici ringhiere”, così si legge su Agorà della Penisola sorrentina e come sintetizza vico equense online.  Il Primo cittadino, questa settimana, replica alle polemiche per la demolizione del muretto lungo via Filangieri e rilancia: “Valorizzeremo altri siti alla stessa maniera, ma stavolta voglio un referendum popolare”. Cinque bolla le tante critiche, apparse in questi giorni, su blog e social network, come strumentali e demagogiche. “La ringhiera – si legge nell’intervista – c’è alla villetta, pochi metri dal sito interessato, ed è in continuità con lo stesso. C’è a santa Maria del Toro, a via Arcoleo alla Marina di Seiano, e tutte sono state realizzate seguendo lo stesso criterio: valorizzare il panorama per ridare all’occhio la percezione del mare…” Perché allora tante critiche, gli chiede l’intervistatore? Gennaro Cinque risponde, togliendosi qualche sassolino dalla scarpa: “Bisogna chiederlo ai critici – si legge – Forse sono sempre gli stessi di sempre, pochi ma rumorosi. Quelli che non volevano il restylng davanti alla chiesa di San Ciro, quelli che si lamentano sempre, ma poi contestano sempre qualsiasi soluzione concreta operativa, perché per loro il fare è un errore in sé. Oggi animano i blog ed i social network, ma la gente ha ben altre opinioni. Almeno quella che incontro io e mi fa tanti complimenti per aver abbellito il paese. Perché è proprio questo il punto: abbellire il paese. Forse qualcuno non vuole che il centro cittadino sia migliorato…”