Tangenti, arrestati ufficiali della finanza ed un imprenditore farmaceutico

0

Nuovi arresti per corruzione a carico di due ufficiali e di un imprenditore farmaceutico. Agli arresti finiscono l’imprenditore farmaceutico Nazario Mattachione, il Colonnello Fabrizio Giaccone (di stanza a Fiumicino) e il Colonnello Fabio Mendella, quest’ultimo in cella dalla scorsa estate con l’accusa di aver taglieggiato gli imprenditori Pizzicato.

Nei confronti di Fabrizio Giaccone, ex comandante della Finanza a Fiumicino e dell’imprenditore sono state eseguite ordinanze di custodia su richiesta dei magistrati della Procura di Napoli.
Si tratta degli sviluppi dell’indagine che nel luglio scorso portò all’arresto del colonnello Fabio Massimo Mendella per presunte irregolarità nelle verifiche fiscali. Lo stesso Mendella risulterebbe coinvolto in quest’ultimo filone di indagine.

Verifiche addomesticate. Una vicenda che risale al periodo in cui il tenente colonnello Fabio Massimo Mendella era in servizio a Torre Annunziata e punta a fare chiarezza sul rapporto tra l’ufficiale della finanza e l’imprenditore farmaceutico Matachione. Indagini condotte dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli e dal pm Henry Jhon Woodcock. Riflettori puntati anche sull’ufficiale Giaccone a Torre Annunziata successore di Mendella.

Viaggi all’estero e orologi di valore in cambio di una verifica fiscale ritenuta pilotata. Ecco il cuore delle indagini che vedono coinvolti gli ufficiali della finanza Mendella a Giaccone, entrambi ritenuti coinvolti per il lavoro svolto quando erano in servizio a Torre Annunziata. Si indaga per corruzione. Intanto, c’è un filone parallelo che ha spinto gli inquirenti a perquisire gli uffici di due funzionari della regione legati all’imprenditore farmaceutico Matachione.

L’ex comandante in seconda della Guardia di Finanza, Vito Bardi è indagato per rivelazione di atti coperti, nel corso delle indagini culminate questa mattina nell’arresto degli ufficiali Mendella e Giaccone. È quanto emerge dalla ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Gallo.
.DI LEANDRO DEL GAUDIO IL MATTINO.ITNuovi arresti per corruzione a carico di due ufficiali e di un imprenditore farmaceutico. Agli arresti finiscono l’imprenditore farmaceutico Nazario Mattachione, il Colonnello Fabrizio Giaccone (di stanza a Fiumicino) e il Colonnello Fabio Mendella, quest’ultimo in cella dalla scorsa estate con l’accusa di aver taglieggiato gli imprenditori Pizzicato.

Nei confronti di Fabrizio Giaccone, ex comandante della Finanza a Fiumicino e dell’imprenditore sono state eseguite ordinanze di custodia su richiesta dei magistrati della Procura di Napoli.
Si tratta degli sviluppi dell’indagine che nel luglio scorso portò all’arresto del colonnello Fabio Massimo Mendella per presunte irregolarità nelle verifiche fiscali. Lo stesso Mendella risulterebbe coinvolto in quest’ultimo filone di indagine.

Verifiche addomesticate. Una vicenda che risale al periodo in cui il tenente colonnello Fabio Massimo Mendella era in servizio a Torre Annunziata e punta a fare chiarezza sul rapporto tra l’ufficiale della finanza e l’imprenditore farmaceutico Matachione. Indagini condotte dal procuratore aggiunto Vincenzo Piscitelli e dal pm Henry Jhon Woodcock. Riflettori puntati anche sull’ufficiale Giaccone a Torre Annunziata successore di Mendella.

Viaggi all’estero e orologi di valore in cambio di una verifica fiscale ritenuta pilotata. Ecco il cuore delle indagini che vedono coinvolti gli ufficiali della finanza Mendella a Giaccone, entrambi ritenuti coinvolti per il lavoro svolto quando erano in servizio a Torre Annunziata. Si indaga per corruzione. Intanto, c’è un filone parallelo che ha spinto gli inquirenti a perquisire gli uffici di due funzionari della regione legati all’imprenditore farmaceutico Matachione.

L’ex comandante in seconda della Guardia di Finanza, Vito Bardi è indagato per rivelazione di atti coperti, nel corso delle indagini culminate questa mattina nell’arresto degli ufficiali Mendella e Giaccone. È quanto emerge dalla ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Gallo.
.DI LEANDRO DEL GAUDIO IL MATTINO.IT