Ischia battuta dal Foggia esce tra fischi e contestazioni

0

Foggia determinato e Ischia che non è riuscita mai ad entrare veramente in partita. È finita così 3 a 1 per i rossoneri pugliesi che hanno conquistano la loro prima vittoria in trasferta. L’Ischia incassa la batosta e avvia questa volta la riflessione su un campionato altalenante. Le due squadre partono concedendosi rarissime incursioni in attacco. Al 14’ bel traversone di Armeno con Narciso che si salva in corner. Al 24’ è D’Agostino a tirare a lato dalla lunga distanza. Al 31’ Trofasi invola e supera tutti, la sua conclusione però è fiacca. Al 41’ clamorosa occasione per Armeno che però spreca tirando fra le braccia di Narciso, fallendo il gol. Dal gol mancato al gol subito. È il 43’ quando da calcio piazzato da fuori area Gigliotti batte Mennella che non riesce a deviare la palla. Nella ripresa Porta prova a cambiare tutto l’assetto della sua squadra operando sostituzioni in difesa, centrocampo ed attacco, dove viene richiamato Schetter. Al 48’ Iannascoli prova a smarcare Ingretolli che però si fa trovare impreparato. L’Ischia non riesce però ad essere incisiva in fase d’attacco. Ed è allora Cavallaro che si avvicina per ben due volte consecutive al raddoppio per il Foggia. Al 53’ l’attaccante foggiano liquida sulla destra i difensori gialloblu ed in diagonale supera anche Mennella, ma il tiro si stampa alla base del palo sinistro. Passa un minuto ed in una azione perfettamente uguale alla precedente Cavallaro ha l’opportunità di calciare ancora una volta in diagonale, ma questa volta Mennella si salva deviando la palla. Ma l’appuntamento fra Cavallaro ed il gol è solo rinviato. È il 79’ quando al termine di un batti e ribatti in area isolana, il n. 10 pugliese raccoglie la palla su corta deviazione di Mennella e calcia imparabilmente in porta per il 2 a 0 del Foggia. All’85’ Ingretolli accorcia le distanze. Sulla sinistra finta di Ciotola che inganna i suoi marcatori, sopraggiunge Ingretolli che di forza insacca alla sinistra di Narciso. All’89’ Sirignano atterra in area Cavallaro e l’arbitro assegna il rigore al Foggia. È lo stesso Cavallaro a battere dal dischetto, imparabilmente per Mennella, realizzando la doppietta della giornata. Foggia soddisfatto per la vittoria e Ischia che ridiscende pericolosamente in classifica e che per la prima volta in questa stagione rientra mestamente negli spogliatoi fra i fischi e le proteste della tifoseria. (Massimo Zivelli – Il Mattino)

Foggia determinato e Ischia che non è riuscita mai ad entrare veramente in partita. È finita così 3 a 1 per i rossoneri pugliesi che hanno conquistano la loro prima vittoria in trasferta. L’Ischia incassa la batosta e avvia questa volta la riflessione su un campionato altalenante. Le due squadre partono concedendosi rarissime incursioni in attacco. Al 14’ bel traversone di Armeno con Narciso che si salva in corner. Al 24’ è D’Agostino a tirare a lato dalla lunga distanza. Al 31’ Trofasi invola e supera tutti, la sua conclusione però è fiacca. Al 41’ clamorosa occasione per Armeno che però spreca tirando fra le braccia di Narciso, fallendo il gol. Dal gol mancato al gol subito. È il 43’ quando da calcio piazzato da fuori area Gigliotti batte Mennella che non riesce a deviare la palla. Nella ripresa Porta prova a cambiare tutto l’assetto della sua squadra operando sostituzioni in difesa, centrocampo ed attacco, dove viene richiamato Schetter. Al 48’ Iannascoli prova a smarcare Ingretolli che però si fa trovare impreparato. L’Ischia non riesce però ad essere incisiva in fase d’attacco. Ed è allora Cavallaro che si avvicina per ben due volte consecutive al raddoppio per il Foggia. Al 53’ l’attaccante foggiano liquida sulla destra i difensori gialloblu ed in diagonale supera anche Mennella, ma il tiro si stampa alla base del palo sinistro. Passa un minuto ed in una azione perfettamente uguale alla precedente Cavallaro ha l’opportunità di calciare ancora una volta in diagonale, ma questa volta Mennella si salva deviando la palla. Ma l’appuntamento fra Cavallaro ed il gol è solo rinviato. È il 79’ quando al termine di un batti e ribatti in area isolana, il n. 10 pugliese raccoglie la palla su corta deviazione di Mennella e calcia imparabilmente in porta per il 2 a 0 del Foggia. All’85’ Ingretolli accorcia le distanze. Sulla sinistra finta di Ciotola che inganna i suoi marcatori, sopraggiunge Ingretolli che di forza insacca alla sinistra di Narciso. All’89’ Sirignano atterra in area Cavallaro e l’arbitro assegna il rigore al Foggia. È lo stesso Cavallaro a battere dal dischetto, imparabilmente per Mennella, realizzando la doppietta della giornata. Foggia soddisfatto per la vittoria e Ischia che ridiscende pericolosamente in classifica e che per la prima volta in questa stagione rientra mestamente negli spogliatoi fra i fischi e le proteste della tifoseria. (Massimo Zivelli – Il Mattino)

Lascia una risposta