Meta e Piano. Elezione diretta dei preti, incontro con i fedeli a Vico. Alfano: “Consulterò il consiglio diocesano”

0

Incontro venerdì pomeriggio dei fedeli di Piano di Sorrento e Meta con l’arcivescovo Monsignor Francesco Alfano a Vico Equense. Don Gennaro Starita ha raggiunto il limite di 75 anni e dovrebbe andar in pensione, per cui già si facevano varie ipotesi, ma i metesi non vogliono rinunciare al loro diritto a votare un parroco nato e battezzato nel proprio paese, diritto che esercitano dal 1200. Quello di poter eleggere il proprio parroco è un diritto che in penisola sorrentina hanno anche altre parrocchie, come quella di San Michele a Piano di Sorrento, ma da quando mons. Arturo Aiello è diventato Vescovo, cioè dal 2006, non è stato piu’ esercitato. Le ultime elezioni di un parroco avvenute sono quelle nella parrocchia della S.S. Trinità (Piano di Sorrento) nel 2007 e furono accesissime. Da allora non è stato più esercitato questo diritto a cui i metesi in particolare non vogliono rinunciare. “Consulterò il consiglio diocesano”, ha riferito l’Arcivescovo Alfano dopo aver ascoltato i fedeli. A Meta, se si andasse alle elezioni per il parroco, i fedeli potrebbero scegliere fra i locali  don Franco De Pasquale, don Daniele Pollio, don Modestino Capodilupo, don Antonio Soldatini, don Salvatore Rossi e monsignor Angelo Castellano. Contemporaneamente a Meta, Monsignor Alfano si è riservato di valutare le condizioni per poter indire le elezioni anche nelle parrocchie di Santa Maria di Galatea e di San Michele  Arcangelo nel territorio della forania di Piano di Sorrento.

Incontro venerdì pomeriggio dei fedeli di Piano di Sorrento e Meta con l'arcivescovo Monsignor Francesco Alfano a Vico Equense. Don Gennaro Starita ha raggiunto il limite di 75 anni e dovrebbe andar in pensione, per cui già si facevano varie ipotesi, ma i metesi non vogliono rinunciare al loro diritto a votare un parroco nato e battezzato nel proprio paese, diritto che esercitano dal 1200. Quello di poter eleggere il proprio parroco è un diritto che in penisola sorrentina hanno anche altre parrocchie, come quella di San Michele a Piano di Sorrento, ma da quando mons. Arturo Aiello è diventato Vescovo, cioè dal 2006, non è stato piu' esercitato. Le ultime elezioni di un parroco avvenute sono quelle nella parrocchia della S.S. Trinità (Piano di Sorrento) nel 2007 e furono accesissime. Da allora non è stato più esercitato questo diritto a cui i metesi in particolare non vogliono rinunciare. "Consulterò il consiglio diocesano", ha riferito l'Arcivescovo Alfano dopo aver ascoltato i fedeli. A Meta, se si andasse alle elezioni per il parroco, i fedeli potrebbero scegliere fra i locali  don Franco De Pasquale, don Daniele Pollio, don Modestino Capodilupo, don Antonio Soldatini, don Salvatore Rossi e monsignor Angelo Castellano. Contemporaneamente a Meta, Monsignor Alfano si è riservato di valutare le condizioni per poter indire le elezioni anche nelle parrocchie di Santa Maria di Galatea e di San Michele  Arcangelo nel territorio della forania di Piano di Sorrento.