Maiori. Turista norvegese salvato dall’annegamento

0

Oggi è stata una giornata campale in Costiera amalfitana. Un turista sud coreano è morto a Positano, mentre un turista norvegese è stato salvato dall’annegamento a Maiori in Costiera amalfitana. L’uomo si è sentito male all’improvviso mentre nuotava nelle acque antistanti la spiaggia libera di Maiori. E’ stato Angelo Della Mura, quarantasettenne del posto, allertato dalle urla della moglie del turista, a notare lo straniero privo di sensi e già a testa in giù nell’acqua, tuffandosi prontamente per salvarlo. Tirato a riva da Della Mura, al norvegese sono stati praticati i primi interventi di rianimazione, in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Una volta sul posto, il team del 118 ha sottoposto l’uomo alle prime cure e poi l’ha trasportato all’ospedale “Costa d’Amalfi” di Castiglione di Ravello, dove il turista è giunto in coma ma è stato salvato dai medici del presidio costiero ed ora è fuori pericolo. E’ stato poi nuovamente trasportato a Maiori dove c’era l’eliambulanza ad attenderlo. 

Oggi è stata una giornata campale in Costiera amalfitana. Un turista sud coreano è morto a Positano, mentre un turista norvegese è stato salvato dall'annegamento a Maiori in Costiera amalfitana. L'uomo si è sentito male all'improvviso mentre nuotava nelle acque antistanti la spiaggia libera di Maiori. E' stato Angelo Della Mura, quarantasettenne del posto, allertato dalle urla della moglie del turista, a notare lo straniero privo di sensi e già a testa in giù nell'acqua, tuffandosi prontamente per salvarlo. Tirato a riva da Della Mura, al norvegese sono stati praticati i primi interventi di rianimazione, in attesa dell'arrivo dei soccorsi. Una volta sul posto, il team del 118 ha sottoposto l'uomo alle prime cure e poi l'ha trasportato all'ospedale "Costa d’Amalfi" di Castiglione di Ravello, dove il turista è giunto in coma ma è stato salvato dai medici del presidio costiero ed ora è fuori pericolo. E' stato poi nuovamente trasportato a Maiori dove c'era l'eliambulanza ad attenderlo. 

Lascia una risposta