Piano di Sorrento , Ruggiero “Assente solo per intervento chirurgico, sto fino al 2016” Iaccarino replica

0

Giovanni Ruggiero interviene sulle voci di sospensione dalla sua carica di sindaco e sull’incarico dato a Cappiello e chiarisce che non si dimettera’ neanche per le elezioni della Regione Campania, nel qualcaso optera’ per il comune, e attacca anche Vincenzo Iaccarino e gli altri candidati sindaci, dicendo che rimarra’ fino a fine mandato nel 2016. «Sarò semplicemente assente una settima per un intervento chirurgico – così commenta il Sindaco di Piano di Sorrento, Giovanni Ruggiero, le recenti notizie – durante questo periodo e nei giorni di convalescenza, come è prassi, sarà il vice sindaco Salvatore Cappiello a fare le mie veci. Non c’è alcuna “autosospensione”». All’indomani di un Consiglio comunale che ha delineato i punti fermi dell’amministrazione comunale, il Primo Cittadino precisa inoltre quanto segue: «Si mettano l’anima in pace tutti i candidati Sindaci per Piano di Sorrento: prima del 2016 non si andrà alle urne. Non ci saranno elezioni anticipate perché mai permetterò al nostro Comune di essere commissariato. Valuterò una possibile candidatura alle regionali solamente se dovesse cambiare la legge oppure porterò il mio secondo mandato a termine. Certo è che chiunque si voglia proporre come sindaco deve necessariamente e imprescindibilmente mettersi a “studiare”. C’è bisogno di conoscenze e competenze non solo in senso analitico, ma nella capacità di essere dentro ai problemi per trovare soluzioni possibili e realistiche. Anche il consigliere Vincenzo Iaccarino, che ha comunicato la sua intenzione alla candidatura, farebbe bene a tenerlo presente nelle sue prese di posizione che, oltre ad essere improvvisamente in netto contrasto con quanto sostenuto fino a poco tempo fa quando era in maggioranza, gettano anche ombre sulla sua attendibilità. Non è prioritario oggi porsi il problema su chi farà un domani il sindaco, ma piuttosto su cosa sia giusto fare per la nostra città. Anche alla luce dell’ultimo consiglio comunale dove la Maggioranza ha dimostrato di essere compatta, coesa e aperta nei confronti di chi vuole seriamente costruire insieme, è evidente l’obiettivo necessario: creare un progetto strategico, lungimirante e consapevole che abbia continuità rispetto a tutto ciò che di buono è stato realizzato e discontinuità in relazione a ciò che deve cambiare».

La replica di Vincenzo Iaccarino: «Quanta presunzione, egregio Sindaco… Comincia a rendere pubblico (come prevede tra l’altro la legge e che non viene rispettata sul sito web comunale) il tuo curriculum scolastico e universitario, facci capire che mestiere hai fatto prima di diventare sindaco onnisciente del Comune di Piano di Sorrento, quale attività professionale svolgi e come l’hai ottenuta. Inoltre quali egregi risultati hai ottenuto nell’esercizio del tuo mandato di sindaco. E mi fermo qua per carità di Dio! 
Visto che la Regione Campania di recente ha modificato la legge elettorale per le elezioni regionali non credo che si preparino a rimodificarla per consentire a Ruggiero di candidarsi e nello stesso tempo di mantenere una poltrona cui, evidentemente, tiene troppo e che dovrà passare ad altri necessariamente. A meno che non auspichi di restare eternamente alla guida del municipio per opera e virtù dello spirito santo e per interposta persona. Come ha amministrato il paese e con quali risultati lo abbiamo visto e lo vediamo ogni giorno, così come la tenuta di una maggioranza che si regge sulla negoziazione interna permanente. È difficile accettare che qualcuno scelga di camminare per la propria strada e per quanto mi riguarda in qualsiasi momento e su qualsiasi argomento amministrativo sono pronto a confrontarmi con lui».

Antonino Siniscalchi

Giovanni Ruggiero interviene sulle voci di sospensione dalla sua carica di sindaco e sull'incarico dato a Cappiello e chiarisce che non si dimettera' neanche per le elezioni della Regione Campania, nel qualcaso optera' per il comune, e attacca anche Vincenzo Iaccarino e gli altri candidati sindaci, dicendo che rimarra' fino a fine mandato nel 2016. «Sarò semplicemente assente una settima per un intervento chirurgico – così commenta il Sindaco di Piano di Sorrento, Giovanni Ruggiero, le recenti notizie – durante questo periodo e nei giorni di convalescenza, come è prassi, sarà il vice sindaco Salvatore Cappiello a fare le mie veci. Non c’è alcuna “autosospensione”». All’indomani di un Consiglio comunale che ha delineato i punti fermi dell’amministrazione comunale, il Primo Cittadino precisa inoltre quanto segue: «Si mettano l’anima in pace tutti i candidati Sindaci per Piano di Sorrento: prima del 2016 non si andrà alle urne. Non ci saranno elezioni anticipate perché mai permetterò al nostro Comune di essere commissariato. Valuterò una possibile candidatura alle regionali solamente se dovesse cambiare la legge oppure porterò il mio secondo mandato a termine. Certo è che chiunque si voglia proporre come sindaco deve necessariamente e imprescindibilmente mettersi a “studiare”. C’è bisogno di conoscenze e competenze non solo in senso analitico, ma nella capacità di essere dentro ai problemi per trovare soluzioni possibili e realistiche. Anche il consigliere Vincenzo Iaccarino, che ha comunicato la sua intenzione alla candidatura, farebbe bene a tenerlo presente nelle sue prese di posizione che, oltre ad essere improvvisamente in netto contrasto con quanto sostenuto fino a poco tempo fa quando era in maggioranza, gettano anche ombre sulla sua attendibilità. Non è prioritario oggi porsi il problema su chi farà un domani il sindaco, ma piuttosto su cosa sia giusto fare per la nostra città. Anche alla luce dell’ultimo consiglio comunale dove la Maggioranza ha dimostrato di essere compatta, coesa e aperta nei confronti di chi vuole seriamente costruire insieme, è evidente l’obiettivo necessario: creare un progetto strategico, lungimirante e consapevole che abbia continuità rispetto a tutto ciò che di buono è stato realizzato e discontinuità in relazione a ciò che deve cambiare».

La replica di Vincenzo Iaccarino: «Quanta presunzione, egregio Sindaco… Comincia a rendere pubblico (come prevede tra l'altro la legge e che non viene rispettata sul sito web comunale) il tuo curriculum scolastico e universitario, facci capire che mestiere hai fatto prima di diventare sindaco onnisciente del Comune di Piano di Sorrento, quale attività professionale svolgi e come l'hai ottenuta. Inoltre quali egregi risultati hai ottenuto nell'esercizio del tuo mandato di sindaco. E mi fermo qua per carità di Dio! 
Visto che la Regione Campania di recente ha modificato la legge elettorale per le elezioni regionali non credo che si preparino a rimodificarla per consentire a Ruggiero di candidarsi e nello stesso tempo di mantenere una poltrona cui, evidentemente, tiene troppo e che dovrà passare ad altri necessariamente. A meno che non auspichi di restare eternamente alla guida del municipio per opera e virtù dello spirito santo e per interposta persona. Come ha amministrato il paese e con quali risultati lo abbiamo visto e lo vediamo ogni giorno, così come la tenuta di una maggioranza che si regge sulla negoziazione interna permanente. È difficile accettare che qualcuno scelga di camminare per la propria strada e per quanto mi riguarda in qualsiasi momento e su qualsiasi argomento amministrativo sono pronto a confrontarmi con lui».

Antonino Siniscalchi