Antonello Novellino, regista salernitano in giro per il mondo, tappe salienti: Italia, Spagna, Messico

0

IL GIRO DEL MONDO IN 80 PRODUZIONI
Un regista italiano, Antonello Novellino, produce corti, video e film partendo dalla Spagna e girando il mondo.

Non si può che definire ricca l’evoluzione lavorativa del regista campano-lucano Antonello Novellino (di Salerno): una serie di lavori ordinati e organizzati nella sequenza dalla stessa vita dell’autore, dalla sua partenza in Italia al suo vivere il mondo con sede a Madrid. Ed è difficile, infatti, non ricordare i successi avuti fin dall’adolescenza a oggi del regista italiano, naturalizzato madrileno.
Antonello ha vinto molti premi con i suoi cortometraggi e videoclip: il corto “Intercambio” ha vinto 83 premi, consegnati da personalità come Rutger Hauer, Enrico Loverso, Asia Argento, il corto “Dulce” di Ivan Ruiz Flores, da lui prodotto, ha vinto ben 117 premi. Ha partecipato a diverse produzioni italiane, spagnole, inglesi e messicane come aiuto registra e produttore per poi diventare un regista indipendente e, successivamente, emanciparsi anche grazie alla produzione dei suoi film e di quelli di altri registi con la sua casa di produzione The Glow (www.theglow.es) e ANIUR (www.aniur.es)
Il giro per il mondo è cominciato grazie al suo primo lungometraggio in collaborazione con altri 5 registi: “Blue Lips” http://www.bluelipsthemovie.com Un film corale girato in diversi angoli del pianeta, con una serie di personaggi che si incontrano in una location speciale: Pamplona, punto di arrivo e anche di consapevolezza. Il film Blue Lips sarà proiettato dal 7 novembre 2014 nei cinema spagnoli, ha vinto 2 premi al Festival de Cine de Guadalajara a Los Angeles, ha vinto anche il premio a Mejor Promesa de Cine Vasco di Bilbao, è inserito nella sección “Primer Corte” del Festival Ventana Sur, organizzata dal festival di Cannes, e verrà presentato nel Festival di Valladolid, Seminci. Si appresta a diventare un ottimo trampolino di lancio per la carriera del regista “itagnolo” Antonello Novellino.
L’evoluzione non può fermarsi, quindi Antonello quest’anno è partito per l’America viaggiando tra Messico, Guatemala, Stati Uniti e Canada per girare alcune puntate della serie tv “Chiapanecos nel mundo”, con la produzione Messicana di Enrique Olvera. Un lavoro importante che porta alla luce le storie delle persone del Chiapas che vivono in altri Paesi. La serie tv verrà presentata anche alla fiera del libro della Unach, e andrà in onda da gennaio del 2015 in Messico.
Nel frattempo ha continuato a lavorare nella produzione trovando fondi per l’opera del regista Ruben Gonzales Barbosa “Genti di muerti” (www.gentidimuerti.com). Un lavoro intenso, un film fantasy corto prodotto dalla casa di produzione The Glow, che sviluppa una leggenda dell’Extremadura sugli spiriti della morte, appunto Genti di Muerti, selezionato a Sitges, uno dei festival più importanti al mondo di horror.
Oltre al film di Barbosa, Antonello ha ricevuto anche fondi dall’ICAA (il Ministero della Cultura Spagnola) per produrre il suo film cortometraggio “Ciao Cuore – hasta luego cariño”, una storia delicata e commovente di ordinaria morte sul lavoro, in co-regia con l’amico Paky Perna e sta completando la produzione del nuovo corto di Ivan Ruiz Flores “Teatro”.

Contatti: antonellon@gmail.com

Data: settembre 2014IL GIRO DEL MONDO IN 80 PRODUZIONI
Un regista italiano, Antonello Novellino, produce corti, video e film partendo dalla Spagna e girando il mondo.

Non si può che definire ricca l’evoluzione lavorativa del regista campano-lucano Antonello Novellino (di Salerno): una serie di lavori ordinati e organizzati nella sequenza dalla stessa vita dell’autore, dalla sua partenza in Italia al suo vivere il mondo con sede a Madrid. Ed è difficile, infatti, non ricordare i successi avuti fin dall’adolescenza a oggi del regista italiano, naturalizzato madrileno.
Antonello ha vinto molti premi con i suoi cortometraggi e videoclip: il corto “Intercambio” ha vinto 83 premi, consegnati da personalità come Rutger Hauer, Enrico Loverso, Asia Argento, il corto “Dulce” di Ivan Ruiz Flores, da lui prodotto, ha vinto ben 117 premi. Ha partecipato a diverse produzioni italiane, spagnole, inglesi e messicane come aiuto registra e produttore per poi diventare un regista indipendente e, successivamente, emanciparsi anche grazie alla produzione dei suoi film e di quelli di altri registi con la sua casa di produzione The Glow (www.theglow.es) e ANIUR (www.aniur.es)
Il giro per il mondo è cominciato grazie al suo primo lungometraggio in collaborazione con altri 5 registi: “Blue Lips” http://www.bluelipsthemovie.com Un film corale girato in diversi angoli del pianeta, con una serie di personaggi che si incontrano in una location speciale: Pamplona, punto di arrivo e anche di consapevolezza. Il film Blue Lips sarà proiettato dal 7 novembre 2014 nei cinema spagnoli, ha vinto 2 premi al Festival de Cine de Guadalajara a Los Angeles, ha vinto anche il premio a Mejor Promesa de Cine Vasco di Bilbao, è inserito nella sección “Primer Corte” del Festival Ventana Sur, organizzata dal festival di Cannes, e verrà presentato nel Festival di Valladolid, Seminci. Si appresta a diventare un ottimo trampolino di lancio per la carriera del regista “itagnolo” Antonello Novellino.
L’evoluzione non può fermarsi, quindi Antonello quest’anno è partito per l’America viaggiando tra Messico, Guatemala, Stati Uniti e Canada per girare alcune puntate della serie tv “Chiapanecos nel mundo”, con la produzione Messicana di Enrique Olvera. Un lavoro importante che porta alla luce le storie delle persone del Chiapas che vivono in altri Paesi. La serie tv verrà presentata anche alla fiera del libro della Unach, e andrà in onda da gennaio del 2015 in Messico.
Nel frattempo ha continuato a lavorare nella produzione trovando fondi per l’opera del regista Ruben Gonzales Barbosa “Genti di muerti” (www.gentidimuerti.com). Un lavoro intenso, un film fantasy corto prodotto dalla casa di produzione The Glow, che sviluppa una leggenda dell’Extremadura sugli spiriti della morte, appunto Genti di Muerti, selezionato a Sitges, uno dei festival più importanti al mondo di horror.
Oltre al film di Barbosa, Antonello ha ricevuto anche fondi dall’ICAA (il Ministero della Cultura Spagnola) per produrre il suo film cortometraggio “Ciao Cuore – hasta luego cariño”, una storia delicata e commovente di ordinaria morte sul lavoro, in co-regia con l’amico Paky Perna e sta completando la produzione del nuovo corto di Ivan Ruiz Flores “Teatro”.

Contatti: antonellon@gmail.com

Data: settembre 2014

Lascia una risposta