Ravello consiglio comunale su Palazzo Episcopio. Vuillemier “Da Minoranza schiaffo alla democrazia”

0

Si è tenuto il tanto  auspicato consiglio comunale su Palazzo Episcopio e la maggioranza guidata da Vuillemier ha chiesto di ridefinire con i membri della Fondazione, fra i quali la Regione Campania che ha ceduto Palazzo Episcopio proprio alla Fondazione, la gestione dei tre beni (Villa Rufolo, Auditorium Oscar niemeyer, Palazzo Episcopio), una scelta interlocutoria, ma comunque critica nei confronti del colpo di mano ferragostano di Caldoro. Le opposizioni, dopo aver invocato il consiglio stesso, lo hanno poi disertato ritenendo che fosse necessario un consiglio “monotematico” e non solo all’ultimo posto degli argomenti, dalla maggioranza vengono contestati da alcuni componenti “E’ un atteggiamento solo contro la Fondazione , non si pensa al paese con tanti argomenti importanti da discutere come la TASI , Irpef e quant’altro che era all’ordine del giorno” . “La minoranza assesta un sonoro schiaffo in faccia alla democrazia e ai loro elettori, disertando la seduta di un consiglio comunale da loro stessi richiesto – tuona il sindaco Paolo Vuillemier -. Con argomenti pretestuosi, continua a “fare ammuina”, nella speranza di confondere i cittadini. Noi siamo un’amministrazione che bada a realizzare i fatti e all’interesse pubblico. 
Per questo il consiglio comunale, all’unanimità, ha ribadito la necessità di definire quanto prima una data per riunire il tavolo con i soci fondatori della Fondazione Ravello, al fine di definire quanto prima le azioni da adottare per una gestione sinergica e congiunta dei tre beni, in continuità ininterrotta con l’azione amministrativa dal 1998 ad oggi.

Determinazione delle aliquote relativa a Imu, Tasi e Tari, regolamento per la disciplina dell’Iuc, l’Imposta Unica Comunale e elenco annuale 2014 del Piano Triennale delle opere pubbliche 2014-2016.

Sono questi tra i principali provvedimenti approvati dal consiglio comunale di Ravello nella seduta di ieri sera.

Tra le principali novità, il mancato aumento delle imposte a carico dei cittadini.

“Siamo riusciti a mantenere invariate, rispetto alla scorso anno, tutte imposte – ha sottolineato il sindaco Paolo Vuilleumier – Si tratta delle aliquote più basse di tutti i Comuni della costiera amalfitana. Una manovra virtuosa, della quale beneficeranno famiglie e imprese ravellesi”.

Per l’Imu, l’aliquota per la prima abitazione è stata fissata nel 4 per mille, mentre per altri immobili al 7,6 per mille. Introdotto per quest’anno, a favore dei cittadini iscritti all’Aire, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, il solo pagamento della prima rata, scaduto il 16 giugno, mentre non dovranno farsi carico della seconda rata prevista per dicembre.

Per la Tasi, la Tassa sui Servizi Indivisibili, l’aliquota sarà dell’1 per mille che permetterà di recuperare 270mila euro, su un totale di circa 340mila di mancati trasferimenti da parte dello Stato.

Sul fronte della Tari, la tassa sui rifiuti, il consiglio comunale ha ritenuto opportuno un incremento delle tariffe pari al 10 per cento, per fare fronte all’adeguamento dei contratti dei lavoratori e all’incremento del costo di smaltimento dei rifiuti indifferenziati, aumentato del 15,6 per cento, da 147 euro a tonnellata a circa 170 euro.

“Anche in questo caso, comunque, le tariffe risultano essere le più basse della costiera amalfitana – ha evidenziato l’assessore al Bilancio, Nicola Fiore – Nella maggior parte dei Comuni costieri, per la prima casa è previsto il pagamento di circa 4 euro a metro quadrato contro i 2 euro applicati dal Comune di Ravello”.

Per quanto riguarda l’addizionale comunale Irpef, sono state confermate le aliquote e le differenziazioni a scaglioni a favore dei redditi più bassi, con una esenzione totale per i redditi fino a 7.500,00 euro.

Altri provvedimenti adottati, riguardano il trasporto interno scolastico, che continuerà ad essere gratuito, i buoni pasto per la mensa scolastica, che resta invariato a 2,50 euro, e le tariffe per le lampade votive con un bonus gratuito per 5 lampadine ad ogni loculo.

Altro punto all’ordine del giorno, è stata l’approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche. Confermata la realizzazione delle opere programmate per l’annualità 2014.

“Primo intervento a partire sarà l’impianto di depurazione le cui procedure di gara si concluderanno il prossimo 15 ottobre per un valore di oltre 7 milioni di euro – ha aggiunto Vuilleumier – Per il polo scolastico resta l’impegno di 2 milioni e 800mila euro, così come i 90mila euro per l’illuminazione di via Zia Marta. Procederemo a breve alla sistemazione dell’area terminal di piazzetta Gradillo. In via di concretizzazione, importanti opere quali la bretella di collegamento dell’Auditorium e la pedonalizzazione di via Boccaccio, via San Martino, caserma dei carabinieri e l’ampliamento di via Casa Bianca”.

Il consiglio comunale di Ravello è stato convocato, in sessione straordinaria, per il giorno 30 settembre, alle ore 17 e presso la sala stampa dell’Auditorium Oscar Niemeyer.

Questi gli argomenti all’ordine del giorno tutti votati all’unanimità dalla sola maggioranza per la diserzione delle minoranze 

1. Comunicazione del Sindaco.

2. Regolamento per la Disciplina dell’Imposta Unica Comunale (IUC). Provvedimenti.

3. Determinazione Aliquote IMU e detrazioni Anno 2014. Provvedimenti.

4. Determinazione Aliquote TASI e detrazioni Anno 2014. Provvedimenti.

5. Approvazione Piano Finanziario e determinazione Tariffe TARI anno 2014. Delibera di G.M. n. 163 del 15.09.2014. Provvedimenti.

6. Programma delle Consulenze Anno 2014. Provvedimenti.

7. Aliquote Addizionale Comunale sul reddito Irpef Anno 2014. Provvedimenti.

8. Esercizio Finanziario 2014 – Verifica delle quantità e qualità delle Aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie ex L. 167/62, L. 865/62, e L. 457/8. Provvedimenti.

9. Esercizio finanziario 2014 – D. Lgs. 12.04.2006 n. 163 – Piano Triennale OO.PP. 2014-2016 ed elenco annuale 2014. Approvazione.

10. Regolamento per le riprese video-audio dei consigli comunali: provvedimenti.

11. Deliberazione della Giunta Regionale della Campania n. 358 dell’8 agosto 2014, avente ad oggetto concessione amministrativa alla Fondazione Ravello dell’immobile Villa Episcopio. Verifica dei presupposti legittimanti l’affidamento in uso: discussione e provvedimenti.

Per la seduta per il 3 ottobre è invece prevista l’approvazione dello schema di bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 e la relazione previsionale e programmatica 2014-2016.

Si è tenuto il tanto  auspicato consiglio comunale su Palazzo Episcopio e la maggioranza guidata da Vuillemier ha chiesto di ridefinire con i membri della Fondazione, fra i quali la Regione Campania che ha ceduto Palazzo Episcopio proprio alla Fondazione, la gestione dei tre beni (Villa Rufolo, Auditorium Oscar niemeyer, Palazzo Episcopio), una scelta interlocutoria, ma comunque critica nei confronti del colpo di mano ferragostano di Caldoro. Le opposizioni, dopo aver invocato il consiglio stesso, lo hanno poi disertato ritenendo che fosse necessario un consiglio "monotematico" e non solo all'ultimo posto degli argomenti, dalla maggioranza vengono contestati da alcuni componenti "E' un atteggiamento solo contro la Fondazione , non si pensa al paese con tanti argomenti importanti da discutere come la TASI , Irpef e quant'altro che era all'ordine del giorno" . "La minoranza assesta un sonoro schiaffo in faccia alla democrazia e ai loro elettori, disertando la seduta di un consiglio comunale da loro stessi richiesto – tuona il sindaco Paolo Vuillemier -. Con argomenti pretestuosi, continua a “fare ammuina”, nella speranza di confondere i cittadini. Noi siamo un’amministrazione che bada a realizzare i fatti e all’interesse pubblico. 
Per questo il consiglio comunale, all’unanimità, ha ribadito la necessità di definire quanto prima una data per riunire il tavolo con i soci fondatori della Fondazione Ravello, al fine di definire quanto prima le azioni da adottare per una gestione sinergica e congiunta dei tre beni, in continuità ininterrotta con l’azione amministrativa dal 1998 ad oggi.

Determinazione delle aliquote relativa a Imu, Tasi e Tari, regolamento per la disciplina dell’Iuc, l’Imposta Unica Comunale e elenco annuale 2014 del Piano Triennale delle opere pubbliche 2014-2016.

Sono questi tra i principali provvedimenti approvati dal consiglio comunale di Ravello nella seduta di ieri sera.
Tra le principali novità, il mancato aumento delle imposte a carico dei cittadini.
“Siamo riusciti a mantenere invariate, rispetto alla scorso anno, tutte imposte – ha sottolineato il sindaco Paolo Vuilleumier – Si tratta delle aliquote più basse di tutti i Comuni della costiera amalfitana. Una manovra virtuosa, della quale beneficeranno famiglie e imprese ravellesi”.
Per l’Imu, l’aliquota per la prima abitazione è stata fissata nel 4 per mille, mentre per altri immobili al 7,6 per mille. Introdotto per quest’anno, a favore dei cittadini iscritti all'Aire, l’Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero, il solo pagamento della prima rata, scaduto il 16 giugno, mentre non dovranno farsi carico della seconda rata prevista per dicembre.
Per la Tasi, la Tassa sui Servizi Indivisibili, l’aliquota sarà dell’1 per mille che permetterà di recuperare 270mila euro, su un totale di circa 340mila di mancati trasferimenti da parte dello Stato.
Sul fronte della Tari, la tassa sui rifiuti, il consiglio comunale ha ritenuto opportuno un incremento delle tariffe pari al 10 per cento, per fare fronte all’adeguamento dei contratti dei lavoratori e all'incremento del costo di smaltimento dei rifiuti indifferenziati, aumentato del 15,6 per cento, da 147 euro a tonnellata a circa 170 euro.
“Anche in questo caso, comunque, le tariffe risultano essere le più basse della costiera amalfitana – ha evidenziato l’assessore al Bilancio, Nicola Fiore – Nella maggior parte dei Comuni costieri, per la prima casa è previsto il pagamento di circa 4 euro a metro quadrato contro i 2 euro applicati dal Comune di Ravello”.
Per quanto riguarda l’addizionale comunale Irpef, sono state confermate le aliquote e le differenziazioni a scaglioni a favore dei redditi più bassi, con una esenzione totale per i redditi fino a 7.500,00 euro.
Altri provvedimenti adottati, riguardano il trasporto interno scolastico, che continuerà ad essere gratuito, i buoni pasto per la mensa scolastica, che resta invariato a 2,50 euro, e le tariffe per le lampade votive con un bonus gratuito per 5 lampadine ad ogni loculo.
Altro punto all’ordine del giorno, è stata l’approvazione del Piano triennale delle opere pubbliche. Confermata la realizzazione delle opere programmate per l'annualità 2014.
“Primo intervento a partire sarà l’impianto di depurazione le cui procedure di gara si concluderanno il prossimo 15 ottobre per un valore di oltre 7 milioni di euro – ha aggiunto Vuilleumier – Per il polo scolastico resta l’impegno di 2 milioni e 800mila euro, così come i 90mila euro per l’illuminazione di via Zia Marta. Procederemo a breve alla sistemazione dell’area terminal di piazzetta Gradillo. In via di concretizzazione, importanti opere quali la bretella di collegamento dell’Auditorium e la pedonalizzazione di via Boccaccio, via San Martino, caserma dei carabinieri e l’ampliamento di via Casa Bianca”.
Il consiglio comunale di Ravello è stato convocato, in sessione straordinaria, per il giorno 30 settembre, alle ore 17 e presso la sala stampa dell’Auditorium Oscar Niemeyer.
Questi gli argomenti all’ordine del giorno tutti votati all'unanimità dalla sola maggioranza per la diserzione delle minoranze 
1. Comunicazione del Sindaco.
2. Regolamento per la Disciplina dell’Imposta Unica Comunale (IUC). Provvedimenti.
3. Determinazione Aliquote IMU e detrazioni Anno 2014. Provvedimenti.
4. Determinazione Aliquote TASI e detrazioni Anno 2014. Provvedimenti.
5. Approvazione Piano Finanziario e determinazione Tariffe TARI anno 2014. Delibera di G.M. n. 163 del 15.09.2014. Provvedimenti.
6. Programma delle Consulenze Anno 2014. Provvedimenti.
7. Aliquote Addizionale Comunale sul reddito Irpef Anno 2014. Provvedimenti.
8. Esercizio Finanziario 2014 – Verifica delle quantità e qualità delle Aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie ex L. 167/62, L. 865/62, e L. 457/8. Provvedimenti.
9. Esercizio finanziario 2014 – D. Lgs. 12.04.2006 n. 163 – Piano Triennale OO.PP. 2014-2016 ed elenco annuale 2014. Approvazione.
10. Regolamento per le riprese video-audio dei consigli comunali: provvedimenti.
11. Deliberazione della Giunta Regionale della Campania n. 358 dell’8 agosto 2014, avente ad oggetto concessione amministrativa alla Fondazione Ravello dell’immobile Villa Episcopio. Verifica dei presupposti legittimanti l’affidamento in uso: discussione e provvedimenti.
Per la seduta per il 3 ottobre è invece prevista l’approvazione dello schema di bilancio di previsione esercizio finanziario 2014 e la relazione previsionale e programmatica 2014-2016.