Giulio Russo folgora il Real Vico

0

I santanellesi macinano e poi raccolgono

 

SORRENTO – Il frantoio ‘Sant’Agnello’ deve macinare molte olive per fare uscire l’olio che fa scivolare il Real Vico che nel finale di gara cerca a tutti i costi di impattare.

Per gli uomini di mister Nardo doveva essere la conferma di quanto di buono hanno fatto sin quiin questo inizio di stagione e ci sono riusciti, per quelli di mister Macera doveva essere una riscossa dopo le due scoppole rimediate in queste prime due gare della stagione. Si è rivelata una gara derby ostica ed arcigna con i santanellesi del duo presidenziale Negri-Giglio che senza esitare più di tanto fin dai primi minuti si sono rivelati più spigliati degli avversari apparsi timidi, ma pronti a rispondere con qualche ficcante ripartenza. Passano solo sei primi dal fischio iniziale che il caparbio ma volenteroso Sibilli si presenta in area ma tentenna nel finalizzare e si mangia un gol già fatto, perché il portiere uscendo salva chiudendogli lo specchio della porta. Per circa venti primi sono solo i padroni di casa a macinare delle buone trame con passaggi sia in verticale che in laterale che mettono in apprensione la retroguardia vicana che fa quel che può sui vari Russo e Sibilli. Stavolta al 13’ è la volta dell’ex rossonero Breglia che sveglia al volo il portiere Pastena che gli respinge la conclusione pugni, ma la ricerca del vantaggio c’è anche al 19’ quando De Stefano viene lanciato in area ma l’estremo azzurroro lo anticipa in uscita. La sfuriata iniziale locale termina per ora qui ed i vicani possono uscire per la prima volta dal loro guscio al 24’, Balzano solo dal limite inventa un sinistro al volo che va alto sulla trasversale di due metri. Un Sant’Agnello formato da molti ex rossoneri, con un gioco per lo più fluido sia centralmente che lateralmente, al 34’ imbastisce un’altra azione di una certa efficacia che porta il centravanti capitano, Giulio Russo, ad innescare un buon rasoterra, ma che non finisce in rete. Pian piano i colori azzurroro si rifanno ancora vivi sfruttando un errore in fase difensiva della retroguardia santanellese, così al 33’ Guadagnuolo dalla sinistra entra in area ed effettua un pericoloso cross passante in area che nessun dei due avanti riesce ad impattare per una spanna. La squadra di mister Nardi fa esaltare il numeroso pubblico in tribuna con le buone sgroppate di Sibilli, Russo e chi si partecipa all’azione. E proprio lo scugnizzo napoletano, Sibilli, per poco non indovina l’angolino giusto con una punizione che battuta dalla fascia destra si spegne lateralmente di poco. Al duplice fischio tante olive macinate ma per ora niente olio. Si ritorna in campo è stavolta sembra che gli ospiti sono più coscienti dei loro mezzi mentre i biancazzurri sembrano altrettanto refrattari, qualche personalismo, già visto nella prima parte, fa sempre la sua parte ma vanifica qualche azione. Per vedere il primo tiro in porta si aspetta il 18’ quando Guidelli verticalmente lancia Balzano che al limite dell’area viene anticipato da Napolitano (oggi sostituiva l’infortunato Uliano) in uscita che para a terra. I realisti visto che i ciucciarielli sonnecchiano ne vogliono approfittare, così al 21’ una punizione dalla trequarti di Guadagnuolo è finalizzata in area in torsione con la testa da Balzano e va larga di poco. Chi sonnecchia però lo fa come il gatto quando dorme con un occhio chiuso ed un altro aperto, così al 24’ arriva il gol partita su lancio di Sibilli per russo che Arpino erra nell’anticipo dando via libera al centravanti capitano che con un beffardo sinistro folgora Pastena in uscita. Il vantaggio mette il nervoso a qualche giocatore ed in qualche momento l’aribtro deve consecutivamente mette mano al  cartellino giallo e poi a quello rosso in primis al 3’ per mister Macera che contestava un intervento su un suo giocatore. La gara mette un certo fermento ed il Real cerca a tutti i costi, anche con i nuovi entrati, di impattarla, le azioni che partono da Guidelli non sempre hanno la loro buona finalizzazione, intanto non si vede più quel fluido Sant’Agnello che fatica non poco in difesa. Il gioco in certi momenti è arruffato con interventi non proprio lineari, ma i vicani ci provano fino all’ultimo ma le conclusioni o sono sventate o sfiorano i legni avversari. Al 40’ è la volta Guadagnuolo che dal limite dell’area innesca un tiro liftato a girare che l’estremo santanellese sventa respingendo con il classico volo, dopo due primi è la volta di Guidelli la cui parabola dal limite sfiora il set e termina sul fondo. Al tripilce fischio dopo il recupero il Sant’Agnello gioisce per una vittoria e la testa della classifica che mantiene in coabitazione con la Forza e Coraggio Benevento 9 punti , mentre il Real Vico resta in fondo a 0 in coabitazione con il Massa Lubrense ed il Valdiano.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B- 3^ GIORNATA

SANT’AGNELLO – REAL VICO EQUENSE   1 -0

Goal: 24’st Russo Giulio

 

SANT’AGNELLO (4-2-3-1): Napolitano; Schiavone, Di Donna (23’st Ferraro), D’Agostino, Perinelli; Iennaco, D’Esposito (1’st Palladino); De Stefano, Sibilli, Breglia (36’st De Maio); Russo Giu.

A disp: Manzo, Racanati, Vanacore, Iovino.    Allen: Francesco Nardo

REAL VICO EQUENSE (4-3-3): Pastena; Cirillo (11’pt Savarese), Arpino, Criscuolo, Carminetti; Giudelli, Banco (20’st Labriola), Altieri (9’st Maresca); Russo Gio, Balzano,Guadagnuolo.

A disp. Marciano, Esposito, Raffone, Gozzo.  Allen: Giovanni Macera

Arbitro: Stefano Mauro di Agropoli.

Guardialinee: Giuseppe Maiorino e Giovanni Scarpa di Nocera Inferiore

Espulso. 3’st Macera (allen Real Vico Equense) per proteste.

Ammoniti: 26’pt De Stefano (SA), 39’pt Savarese (RVE); 17’st Maresca (RVE), 20’st Schiavone (SA), 25’st Guidelli (RVE), 26’st Pastena (RVE), 33’st Napolitano (SA).

Note: giornata serena, erba sintetica buona, spettatori 500 circa

Angoli: 5-3; Recupero: 1’pt e 4’st.

              

                                                                                 Le foto di Rosario Criscuolo

     

           

      

     

         

 

GIUSEPPE SPASIANO

I santanellesi macinano e poi raccolgono

 

SORRENTO – Il frantoio ‘Sant’Agnello’ deve macinare molte olive per fare uscire l’olio che fa scivolare il Real Vico che nel finale di gara cerca a tutti i costi di impattare.

Per gli uomini di mister Nardo doveva essere la conferma di quanto di buono hanno fatto sin quiin questo inizio di stagione e ci sono riusciti, per quelli di mister Macera doveva essere una riscossa dopo le due scoppole rimediate in queste prime due gare della stagione. Si è rivelata una gara derby ostica ed arcigna con i santanellesi del duo presidenziale Negri-Giglio che senza esitare più di tanto fin dai primi minuti si sono rivelati più spigliati degli avversari apparsi timidi, ma pronti a rispondere con qualche ficcante ripartenza. Passano solo sei primi dal fischio iniziale che il caparbio ma volenteroso Sibilli si presenta in area ma tentenna nel finalizzare e si mangia un gol già fatto, perché il portiere uscendo salva chiudendogli lo specchio della porta. Per circa venti primi sono solo i padroni di casa a macinare delle buone trame con passaggi sia in verticale che in laterale che mettono in apprensione la retroguardia vicana che fa quel che può sui vari Russo e Sibilli. Stavolta al 13’ è la volta dell’ex rossonero Breglia che sveglia al volo il portiere Pastena che gli respinge la conclusione pugni, ma la ricerca del vantaggio c’è anche al 19’ quando De Stefano viene lanciato in area ma l’estremo azzurroro lo anticipa in uscita. La sfuriata iniziale locale termina per ora qui ed i vicani possono uscire per la prima volta dal loro guscio al 24’, Balzano solo dal limite inventa un sinistro al volo che va alto sulla trasversale di due metri. Un Sant’Agnello formato da molti ex rossoneri, con un gioco per lo più fluido sia centralmente che lateralmente, al 34’ imbastisce un’altra azione di una certa efficacia che porta il centravanti capitano, Giulio Russo, ad innescare un buon rasoterra, ma che non finisce in rete. Pian piano i colori azzurroro si rifanno ancora vivi sfruttando un errore in fase difensiva della retroguardia santanellese, così al 33’ Guadagnuolo dalla sinistra entra in area ed effettua un pericoloso cross passante in area che nessun dei due avanti riesce ad impattare per una spanna. La squadra di mister Nardi fa esaltare il numeroso pubblico in tribuna con le buone sgroppate di Sibilli, Russo e chi si partecipa all’azione. E proprio lo scugnizzo napoletano, Sibilli, per poco non indovina l’angolino giusto con una punizione che battuta dalla fascia destra si spegne lateralmente di poco. Al duplice fischio tante olive macinate ma per ora niente olio. Si ritorna in campo è stavolta sembra che gli ospiti sono più coscienti dei loro mezzi mentre i biancazzurri sembrano altrettanto refrattari, qualche personalismo, già visto nella prima parte, fa sempre la sua parte ma vanifica qualche azione. Per vedere il primo tiro in porta si aspetta il 18’ quando Guidelli verticalmente lancia Balzano che al limite dell’area viene anticipato da Napolitano (oggi sostituiva l’infortunato Uliano) in uscita che para a terra. I realisti visto che i ciucciarielli sonnecchiano ne vogliono approfittare, così al 21’ una punizione dalla trequarti di Guadagnuolo è finalizzata in area in torsione con la testa da Balzano e va larga di poco. Chi sonnecchia però lo fa come il gatto quando dorme con un occhio chiuso ed un altro aperto, così al 24’ arriva il gol partita su lancio di Sibilli per russo che Arpino erra nell’anticipo dando via libera al centravanti capitano che con un beffardo sinistro folgora Pastena in uscita. Il vantaggio mette il nervoso a qualche giocatore ed in qualche momento l’aribtro deve consecutivamente mette mano al  cartellino giallo e poi a quello rosso in primis al 3’ per mister Macera che contestava un intervento su un suo giocatore. La gara mette un certo fermento ed il Real cerca a tutti i costi, anche con i nuovi entrati, di impattarla, le azioni che partono da Guidelli non sempre hanno la loro buona finalizzazione, intanto non si vede più quel fluido Sant’Agnello che fatica non poco in difesa. Il gioco in certi momenti è arruffato con interventi non proprio lineari, ma i vicani ci provano fino all’ultimo ma le conclusioni o sono sventate o sfiorano i legni avversari. Al 40’ è la volta Guadagnuolo che dal limite dell’area innesca un tiro liftato a girare che l’estremo santanellese sventa respingendo con il classico volo, dopo due primi è la volta di Guidelli la cui parabola dal limite sfiora il set e termina sul fondo. Al tripilce fischio dopo il recupero il Sant’Agnello gioisce per una vittoria e la testa della classifica che mantiene in coabitazione con la Forza e Coraggio Benevento 9 punti , mentre il Real Vico resta in fondo a 0 in coabitazione con il Massa Lubrense ed il Valdiano.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA – GIRONE B- 3^ GIORNATA

SANT’AGNELLO – REAL VICO EQUENSE   1 -0

Goal: 24’st Russo Giulio

 

SANT’AGNELLO (4-2-3-1): Napolitano; Schiavone, Di Donna (23’st Ferraro), D’Agostino, Perinelli; Iennaco, D’Esposito (1’st Palladino); De Stefano, Sibilli, Breglia (36’st De Maio); Russo Giu.

A disp: Manzo, Racanati, Vanacore, Iovino.    Allen: Francesco Nardo

REAL VICO EQUENSE (4-3-3): Pastena; Cirillo (11’pt Savarese), Arpino, Criscuolo, Carminetti; Giudelli, Banco (20’st Labriola), Altieri (9’st Maresca); Russo Gio, Balzano,Guadagnuolo.

A disp. Marciano, Esposito, Raffone, Gozzo.  Allen: Giovanni Macera

Arbitro: Stefano Mauro di Agropoli.

Guardialinee: Giuseppe Maiorino e Giovanni Scarpa di Nocera Inferiore

Espulso. 3’st Macera (allen Real Vico Equense) per proteste.

Ammoniti: 26’pt De Stefano (SA), 39’pt Savarese (RVE); 17’st Maresca (RVE), 20’st Schiavone (SA), 25’st Guidelli (RVE), 26’st Pastena (RVE), 33’st Napolitano (SA).

Note: giornata serena, erba sintetica buona, spettatori 500 circa

Angoli: 5-3; Recupero: 1’pt e 4’st.

              

                                                                                 Le foto di Rosario Criscuolo

     

           

      

     

         

 

GIUSEPPE SPASIANO