Amalfi abbattimento stabilimenti balneari accolta la sospensiva dal Tar, il 15 ottobre si discute il merito

0

Amalfi abbattimento stabilimenti balneari accolta la sospensiva dal Tar, il 15 ottobre si discute il merito . Il tribunale amministrativo di Salerno, del Tar Campania Napoli, ha discusso la sospensiva giovedi’ scorso dando ragione ai titolari geli stabilimenti balneari, il merito , per la decisione definitiva, sara’ discusso il 15 ottobre. Ha fatto scalpore questa estate in Costiera amalfitana la emanazione delle ordinanze  n.18/2014; 19/2014; 20/2014 e 21/2014 emesse il 24 giugno e pubblicate cinque giorni dopo riguardanti gli stabilimenti balneari  “Marina Grande”, “Mar di Cobalto” “Silver Moon” e “Stella Maris”.  Per loro anche inizio del procedimento per la revoca della licenza e della concessione demaniale . Alcune vicende sono partite nel 2007. Nel febbraio scorso le attenzioni della procura della Repubblica presso il tribunale di Salerno portarono alla denuncia dei titolari di  tre strutture in seguito agli accertamenti effettuati dalla Guardia di Finanza che contestavano abusivismo e carenza dei requisiti per la pubblica incolumità, oltre all’occupazione indebita di aree demaniali, il responsabile dell’area demanio dell’Ufficio tecnico del Comune di Amalfi, l’ingegnere Aristide Marini, aveva redatto un’attenta relazione finita sul tavolo del responsabile dell’UTC, l’architetto Giuseppe Caso, il quale ha poi emanato l’ordinanza di demolizione ora sub iudice. 

Amalfi abbattimento stabilimenti balneari accolta la sospensiva dal Tar, il 15 ottobre si discute il merito . Il tribunale amministrativo di Salerno, del Tar Campania Napoli, ha discusso la sospensiva giovedi' scorso dando ragione ai titolari geli stabilimenti balneari, il merito , per la decisione definitiva, sara' discusso il 15 ottobre. Ha fatto scalpore questa estate in Costiera amalfitana la emanazione delle ordinanze  n.18/2014; 19/2014; 20/2014 e 21/2014 emesse il 24 giugno e pubblicate cinque giorni dopo riguardanti gli stabilimenti balneari  "Marina Grande", "Mar di Cobalto" "Silver Moon" e "Stella Maris".  Per loro anche inizio del procedimento per la revoca della licenza e della concessione demaniale . Alcune vicende sono partite nel 2007. Nel febbraio scorso le attenzioni della procura della Repubblica presso il tribunale di Salerno portarono alla denuncia dei titolari di  tre strutture in seguito agli accertamenti effettuati dalla Guardia di Finanza che contestavano abusivismo e carenza dei requisiti per la pubblica incolumità, oltre all'occupazione indebita di aree demaniali, il responsabile dell'area demanio dell'Ufficio tecnico del Comune di Amalfi, l'ingegnere Aristide Marini, aveva redatto un'attenta relazione finita sul tavolo del responsabile dell'UTC, l'architetto Giuseppe Caso, il quale ha poi emanato l'ordinanza di demolizione ora sub iudice.