Giuseppe Marotta l’eroe di Castellammare del Costa Concordia

0

di ALESSANDRA STAIANO C’è un eroe di Castellammare nella storia della Costa Concordia, naufragata all’isola del Giglio, recentemente “raddrizzata” e portata via dal luogo della tragedia. Un nome stabiese nell’elenco degli eroi silenziosi che hanno reso possibile il ritorno alla normalità. E’ quello di Giuseppe Marotta, 33 anni, sottocapo nocchiere sommozzatore della Marina Militare, al quale è stata data la Medaglia di Bronzo al Merito di Marina. Questa la motivazione: «Con perizia e indomita determinazione penetrava nelle strutture sommerse della nave Costa Concordia, alla ricerca dei dispersi del naufragio. Mettendo a repentaglio la propria incolumità fisica, operava nell’acqua torbida tra insidiosi ostacoli in sospensione con la nave adagiata sul fianco dritto e in precarie condizioni di stabilità. Fulgido esempio di elevata professionalità, coraggio e sprezzo del pericolo, con il suo operato dava lustro alla Marina Militare e al comando delle Capitanerie di Porto». Metropolis 

di ALESSANDRA STAIANO C’è un eroe di Castellammare nella storia della Costa Concordia, naufragata all’isola del Giglio, recentemente “raddrizzata” e portata via dal luogo della tragedia. Un nome stabiese nell’elenco degli eroi silenziosi che hanno reso possibile il ritorno alla normalità. E’ quello di Giuseppe Marotta, 33 anni, sottocapo nocchiere sommozzatore della Marina Militare, al quale è stata data la Medaglia di Bronzo al Merito di Marina. Questa la motivazione: «Con perizia e indomita determinazione penetrava nelle strutture sommerse della nave Costa Concordia, alla ricerca dei dispersi del naufragio. Mettendo a repentaglio la propria incolumità fisica, operava nell’acqua torbida tra insidiosi ostacoli in sospensione con la nave adagiata sul fianco dritto e in precarie condizioni di stabilità. Fulgido esempio di elevata professionalità, coraggio e sprezzo del pericolo, con il suo operato dava lustro alla Marina Militare e al comando delle Capitanerie di Porto». Metropolis