Quando le partite di calcio sono previste per sabato o domenica alle ore 18:00 Di seguito la risposta ricevuta

0

Di seguito la email inviata alla Società Calcio Napoli in data 21 Settembre 2014 

Egr. Alberto Del Grosso,

in riferimento a quanto esposto nell’email sotto riportata, si comunica che la materia non rientra nelle competenze di questo Ministero.

La Lega Nazionale Professionisti Serie A è, infatti, l’Istituzione cui compete la gestione e organizzazione dei più importanti tornei calcistici per clubs in Italia (Campionato Serie A, Coppa Italia, Supercoppa) e dunque ad essa spetta anche stilare i calendari della massima competizione calcistica nazionale e i relativi orari delle partite che vengono stabiliti d’intesa con le due piattaforme televisive (Sky e Mediaset Premium) presenti nel Ns. Paese che hanno acquistato i relativi diritti tv attraverso il pagamento di ingenti somme di denaro alla stessa. Tale libera e autonoma determinazione degli orari delle partite incontra l’unico limite rappresentato dalla decisione che può assumere il Prefetto della Repubblica del luogo nel quale deve disputarsi la partita, che può stabilire un orario diverso (in genere non serale) per motivi di ordine pubblico al fine di prevenire il pericolo di eventuali disordini e violenze quando si sfidano due squadre, i rapporti delle cui tifoserie non sono idilliaci, a seguito di apposita relazione da parte dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, organo di consulenza tecnico-amministrativa istituito presso il Ministero dell’Interno, il cui scopo è quello di attuare le disposizioni e le misure organizzative e di prevenzione e contrasto della violenza in occasione di manifestazioni sportive.

Alla luce delle considerazioni che precedono si segnala la prevalente competenza in materia dei soggetti sopra menzionati, nonché del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) che si configura come ente pubblico non economico, posto sotto la vigilanza del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo

Distinti saluti

Vincenzo M. Di Maro

 

Spett.le Società Sportiva

Calcio Napoli

Nel compilare il calendario con orari delle partite di calcio, vi siete mai chiesti  del danno che si arreca alle categorie dei cinema. teatri, artisti e ristoranti quando le partite sono  previste per sabato e/o domenica alle ore 18:00? Questa è l’ora in cui molti ragazzi escono in comitiva andando alle paninoteche,  cittadini vanno a teatro, al cinema ad incontri culturali e qualche ora più tardi anche ai ristoranti. Visto che la situazione di tali  categorie è già precaria e il commercio è in ginocchio, non sarebbe opportuno anticipare le partite in tarda mattinata  o nel primo pomeriggio alle 15:00? Ciò darebbe modo a molti giovani di uscire, alle famiglie di andare per  qualche  svago a cinema, teatro, agli artisti ed ai  ristoranti di lavorare, oltre al fatto che un provvedimento darebbe modo anche alla già penosa cultura di fare la sua parte.

Nel ringraziarvi per l’attenzione che vorrete dare a questo mio scritto, porgo distinti saluti.

Alberto Del Grosso

Giornalista Garante dei Lettori

del giornale Positanonews

Di seguito la email inviata alla Società Calcio Napoli in data 21 Settembre 2014 

Egr. Alberto Del Grosso,

in riferimento a quanto esposto nell’email sotto riportata, si comunica che la materia non rientra nelle competenze di questo Ministero.

La Lega Nazionale Professionisti Serie A è, infatti, l’Istituzione cui compete la gestione e organizzazione dei più importanti tornei calcistici per clubs in Italia (Campionato Serie A, Coppa Italia, Supercoppa) e dunque ad essa spetta anche stilare i calendari della massima competizione calcistica nazionale e i relativi orari delle partite che vengono stabiliti d’intesa con le due piattaforme televisive (Sky e Mediaset Premium) presenti nel Ns. Paese che hanno acquistato i relativi diritti tv attraverso il pagamento di ingenti somme di denaro alla stessa. Tale libera e autonoma determinazione degli orari delle partite incontra l’unico limite rappresentato dalla decisione che può assumere il Prefetto della Repubblica del luogo nel quale deve disputarsi la partita, che può stabilire un orario diverso (in genere non serale) per motivi di ordine pubblico al fine di prevenire il pericolo di eventuali disordini e violenze quando si sfidano due squadre, i rapporti delle cui tifoserie non sono idilliaci, a seguito di apposita relazione da parte dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, organo di consulenza tecnico-amministrativa istituito presso il Ministero dell’Interno, il cui scopo è quello di attuare le disposizioni e le misure organizzative e di prevenzione e contrasto della violenza in occasione di manifestazioni sportive.

Alla luce delle considerazioni che precedono si segnala la prevalente competenza in materia dei soggetti sopra menzionati, nonché del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) che si configura come ente pubblico non economico, posto sotto la vigilanza del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo

Distinti saluti

Vincenzo M. Di Maro

 

Spett.le Società Sportiva

Calcio Napoli

Nel compilare il calendario con orari delle partite di calcio, vi siete mai chiesti  del danno che si arreca alle categorie dei cinema. teatri, artisti e ristoranti quando le partite sono  previste per sabato e/o domenica alle ore 18:00? Questa è l’ora in cui molti ragazzi escono in comitiva andando alle paninoteche,  cittadini vanno a teatro, al cinema ad incontri culturali e qualche ora più tardi anche ai ristoranti. Visto che la situazione di tali  categorie è già precaria e il commercio è in ginocchio, non sarebbe opportuno anticipare le partite in tarda mattinata  o nel primo pomeriggio alle 15:00? Ciò darebbe modo a molti giovani di uscire, alle famiglie di andare per  qualche  svago a cinema, teatro, agli artisti ed ai  ristoranti di lavorare, oltre al fatto che un provvedimento darebbe modo anche alla già penosa cultura di fare la sua parte.

Nel ringraziarvi per l’attenzione che vorrete dare a questo mio scritto, porgo distinti saluti.

Alberto Del Grosso

Giornalista Garante dei Lettori

del giornale Positanonews