Vietri sul mare triplicate le tariffe sui rifiuti , proteste dei commercianti

0

VIETRI SUL MARE Se ancora non sono note le tariffe della Tasi del Comune di Vietri, qualche accenno di quello che si prospetta come un autunno “caldo” per i cittadini è già arrivato. Alcuni titolari di attività commerciali hanno infatti ricevuto il bollettino relativo al pagamento della tassa sui rifiuti. E, a quanto pare, stando a quanto sostengono alcuni commercianti, si tratta di un vero “salasso”. Un’amara sorpresa, tanto per cominciare, l’hanno avuta i fioristi che, secondo Claudio Santoriello, commerciante di fiori,si sono visti triplicare la tassa da pagare. «A Vietri accade che più paghi e meno ricevi – sostiene Santoriello, che protesta anche su facebook – ad un anno della super valutazione dei settori commerciali, riguardo ai rifiuti. Fino all’anno scorso pagavo 354 euro l’anno, ora con la nuova tariffa pago mille euro, perché mi hanno inserito nelle grandi utenze. E poi non ritirano i rifiuti. Io, come altri esercenti, se le cose dovessero continuare così, saremo costretti a lasciarli per strada per impossibilità di trattenerli nei negozi. Per non parlare della raccolta del vetro al di fuori delle campane». Antonio Di Giovanni

VIETRI SUL MARE Se ancora non sono note le tariffe della Tasi del Comune di Vietri, qualche accenno di quello che si prospetta come un autunno “caldo” per i cittadini è già arrivato. Alcuni titolari di attività commerciali hanno infatti ricevuto il bollettino relativo al pagamento della tassa sui rifiuti. E, a quanto pare, stando a quanto sostengono alcuni commercianti, si tratta di un vero “salasso”. Un’amara sorpresa, tanto per cominciare, l’hanno avuta i fioristi che, secondo Claudio Santoriello, commerciante di fiori,si sono visti triplicare la tassa da pagare. «A Vietri accade che più paghi e meno ricevi – sostiene Santoriello, che protesta anche su facebook – ad un anno della super valutazione dei settori commerciali, riguardo ai rifiuti. Fino all’anno scorso pagavo 354 euro l’anno, ora con la nuova tariffa pago mille euro, perché mi hanno inserito nelle grandi utenze. E poi non ritirano i rifiuti. Io, come altri esercenti, se le cose dovessero continuare così, saremo costretti a lasciarli per strada per impossibilità di trattenerli nei negozi. Per non parlare della raccolta del vetro al di fuori delle campane». Antonio Di Giovanni