Positano pronti per la scuola. Risolta la gestione degli spazi.

0

Positano, Costiera amalfitana. Per lunedì 15 suoneranno le campanelle a Positano come per tutti. Il 9 settembre c’e’ stato  il primo consiglio d’Istituto a pochi giorni dall’inizio scolastico,  si parla delle problematiche dell’inizio dell’anno scolastico,  la maggior turbolenza sembra essere nata per le attività collegate al plesso scolastico per il timore che la storica associazione positanese l’Olimpic Positano perdesse la gestione dei propri spazi per la richiesta, prevista dal regolamento,   di un privato che voleva far la pallavolo.  L’intervento del presidente dell’Olimpic Positano Raffaele Guarracino pare abbia trovato una soluzione confermando gli orari per l’Olimpic Positano che dovrà convivere con la pallavolo (la soluzione è stata trovata la pallavolo dalle 15 alle 18 , che dovrà alternarsi con le attività dello sport camp,  l ‘ Olimpic dalle 18 alle 21) non è stato possibile organizzarsi  tutti insieme sotto l’egida dell’Olimpic, associazione senza fini di lucro simbolo positivo dello sport ginnico con un medagliere europeo nella lotta libera che  meriterebbe un riconoscimento pubblico di rilievo, forse la soluzione ottimale per tutti, ma alla fine è stato fatto quadrare il cerchio. Insomma la storia sportiva del paese in qualche modo è salva, si vedrà poi come gestire questa convivenza. La limitatezza degli spazi in un paese dove oramai spazi per cultura e sociale sono ridotti al lumicino. Problemi per il consiglio di istituto pare vi siano nel riuscire a prepararsi in tempo per la discussione di argomenti basilari in quanto non riescono a ricevere, come si dovrebbe, almeno cinque giorni prima la documentazione riguardante gli argomenti in discussione, questo, come dicono,  per le difficoltà del personale a causa dei tagli . In ogni caso la Preside Rita Parlato ed il suo staff è al lavoro con i problemi di sempre, gli spazi, la struttura, la mancanza o meno di alcuni  insegnanti di ruolo e non, visto che Positano non e’ una meta ambita per le difficolta’ di collegamento e logistiche,  nella speranza che siano più stanziali. Le esigenze da parte del paese turistico sono quelle di preparare maggiormente i giovani alle sfide del futuro, quindi l’inglese, che a Positano dovrebbe essere usata come prima lingua più dell’italiano stesso, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti,  si dovrebbe attivare o il potenziamento della lingua nelle scuole o altri corsi per i nostri giovani.  Non e’ ancora al massimo l’utlizzo dei mezzi informatici che dovrebbero essere potenziati, anche se ci si e’ dotati di lavaghe elettriche. Per quanto riguarda le materne e primarie, l’annunciato trasferimento a Montepertuso  non avverrà a breve per questioni legate a contenziosi nati da comuni capoluoghi di provincia hanno bloccato dei fondi. Una situazione che farà sicuramente discutere, in ogni caso tutto rimane come l’anno scorso più o meno.  La buona notizia è che entro l’anno termineranno i lavori al parcheggio della Gemar a Fornillo con la realizzazione di un ascensore per i disabili e una piazzetta con un’ulteriore spazio sociale, mentre la struttura ospita oramai la vita sociale e culturale del paese, ma anche sanitaria, con poliambulatorio, 118 e Croce Rossa, la Scuola, in tutti i sensi, qui à al centro della vita del paese. Buon anno scolastico a tutti

Positano, Costiera amalfitana. Per lunedì 15 suoneranno le campanelle a Positano come per tutti. Il 9 settembre c'e' stato  il primo consiglio d'Istituto a pochi giorni dall'inizio scolastico,  si parla delle problematiche dell'inizio dell'anno scolastico,  la maggior turbolenza sembra essere nata per le attività collegate al plesso scolastico per il timore che la storica associazione positanese l'Olimpic Positano perdesse la gestione dei propri spazi per la richiesta, prevista dal regolamento,   di un privato che voleva far la pallavolo.  L'intervento del presidente dell'Olimpic Positano Raffaele Guarracino pare abbia trovato una soluzione confermando gli orari per l'Olimpic Positano che dovrà convivere con la pallavolo (la soluzione è stata trovata la pallavolo dalle 15 alle 18 , che dovrà alternarsi con le attività dello sport camp,  l ' Olimpic dalle 18 alle 21) non è stato possibile organizzarsi  tutti insieme sotto l'egida dell'Olimpic, associazione senza fini di lucro simbolo positivo dello sport ginnico con un medagliere europeo nella lotta libera che  meriterebbe un riconoscimento pubblico di rilievo, forse la soluzione ottimale per tutti, ma alla fine è stato fatto quadrare il cerchio. Insomma la storia sportiva del paese in qualche modo è salva, si vedrà poi come gestire questa convivenza. La limitatezza degli spazi in un paese dove oramai spazi per cultura e sociale sono ridotti al lumicino. Problemi per il consiglio di istituto pare vi siano nel riuscire a prepararsi in tempo per la discussione di argomenti basilari in quanto non riescono a ricevere, come si dovrebbe, almeno cinque giorni prima la documentazione riguardante gli argomenti in discussione, questo, come dicono,  per le difficoltà del personale a causa dei tagli . In ogni caso la Preside Rita Parlato ed il suo staff è al lavoro con i problemi di sempre, gli spazi, la struttura, la mancanza o meno di alcuni  insegnanti di ruolo e non, visto che Positano non e' una meta ambita per le difficolta' di collegamento e logistiche,  nella speranza che siano più stanziali. Le esigenze da parte del paese turistico sono quelle di preparare maggiormente i giovani alle sfide del futuro, quindi l'inglese, che a Positano dovrebbe essere usata come prima lingua più dell'italiano stesso, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti,  si dovrebbe attivare o il potenziamento della lingua nelle scuole o altri corsi per i nostri giovani.  Non e' ancora al massimo l'utlizzo dei mezzi informatici che dovrebbero essere potenziati, anche se ci si e' dotati di lavaghe elettriche. Per quanto riguarda le materne e primarie, l'annunciato trasferimento a Montepertuso  non avverrà a breve per questioni legate a contenziosi nati da comuni capoluoghi di provincia hanno bloccato dei fondi. Una situazione che farà sicuramente discutere, in ogni caso tutto rimane come l'anno scorso più o meno.  La buona notizia è che entro l'anno termineranno i lavori al parcheggio della Gemar a Fornillo con la realizzazione di un ascensore per i disabili e una piazzetta con un'ulteriore spazio sociale, mentre la struttura ospita oramai la vita sociale e culturale del paese, ma anche sanitaria, con poliambulatorio, 118 e Croce Rossa, la Scuola, in tutti i sensi, qui à al centro della vita del paese. Buon anno scolastico a tutti