Super Luna, oggi l’ultimo spettacolo. La prossima si vedrà tra due anni

0

ROMA – Arriva l’ultima ‘Super Luna’ dell’anno: stanotte avremo l’ultima occasione per ammirare la Luna nel suo massimo splendore prima del 2016 quando si ripeterà la stessa coincidenza astronomica di luna piena in contemporanea al suo massimo avvicinamento alla Terra.

Dopo aver regalato ben due spettacoli in appena tre mesi, la Luna chiude l’estate ‘concedendosì per la terza ed ultima volta nella sua versione super, ossia con una luminosità e un diametro di circa il 15% maggiore delle solite lune piene. «Si tratta di un normale fenomeno – ha spiegato Mario Di Sora, presidente dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) – dovuta al fatto che la Luna sia piena in concomitanza con il minimo della distanza dalla Terra, un fenomeno ciclico e non raro ma comunque spettacolare». La super Luna si verifica perchè il nostro satellite non percorre un’orbita circolare attorno alla Terra, ma ellittica, e quindi nell’arco di un mese non si trova sempre alla stessa distanza dalla Terra, ma ad una distanza variabile tra un valore minimo (perigeo) ed un valore massimo (apogeo).

La differenza tra i punti di massimo e minimo è di circa 50.000 chilometri, abbastanza per farla apparire del 14% più grande e del 30% più luminosa. In realtà la differenza tra una luna piena normale e la ‘versionè super è praticamente impercettibile a occhio nudo, lo si nota però facilmente confrontando fotografie con gli stessi tempi di esposizione e apertura, ma è di certo la migliore occasione per godersi lo spettacolo del plenilunio. Anche il termine ‘Super Lunà non ha nessuna rilevanza scientifica ma fu introdotto decine di anni fa in ambito astrologico mentre il termine tecnico più corretto è quello di luna piena in perigeo. Il fenomeno è stato piuttosto frequente negli ultimi anni, sei volte dal 2010 e ben tre negli ultimi quattro mesi, ma sarà molto più raro nei prossimi decenni.

Chi dovesse perdersi la Super Luna di oggi dovrà infatti attendere più di due anni, il 14 novembre 2016, mentre le prossime saranno il 2 gennaio 2018, il 21 gennaio 2023 e il 25 novembre 2034. Per chi vorrà ammirare lo spettacolo di domani è da segnalare anche la possibilità di godersi alcune piccole comete visibili utilizzando un binocolo oppure un piccolo telescopio. Proprio in questi giorni nel cielo saranno infatti visibili la C/2013 V5 Oukaimeden, molto bassa sull’orizzonte, la C/2014 E2 Jacques, e tra qualche giorno anche la C/2012 K1 Panstarrs.ROMA – Arriva l’ultima ‘Super Luna’ dell’anno: stanotte avremo l’ultima occasione per ammirare la Luna nel suo massimo splendore prima del 2016 quando si ripeterà la stessa coincidenza astronomica di luna piena in contemporanea al suo massimo avvicinamento alla Terra.

Dopo aver regalato ben due spettacoli in appena tre mesi, la Luna chiude l’estate ‘concedendosì per la terza ed ultima volta nella sua versione super, ossia con una luminosità e un diametro di circa il 15% maggiore delle solite lune piene. «Si tratta di un normale fenomeno – ha spiegato Mario Di Sora, presidente dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) – dovuta al fatto che la Luna sia piena in concomitanza con il minimo della distanza dalla Terra, un fenomeno ciclico e non raro ma comunque spettacolare». La super Luna si verifica perchè il nostro satellite non percorre un’orbita circolare attorno alla Terra, ma ellittica, e quindi nell’arco di un mese non si trova sempre alla stessa distanza dalla Terra, ma ad una distanza variabile tra un valore minimo (perigeo) ed un valore massimo (apogeo).

La differenza tra i punti di massimo e minimo è di circa 50.000 chilometri, abbastanza per farla apparire del 14% più grande e del 30% più luminosa. In realtà la differenza tra una luna piena normale e la ‘versionè super è praticamente impercettibile a occhio nudo, lo si nota però facilmente confrontando fotografie con gli stessi tempi di esposizione e apertura, ma è di certo la migliore occasione per godersi lo spettacolo del plenilunio. Anche il termine ‘Super Lunà non ha nessuna rilevanza scientifica ma fu introdotto decine di anni fa in ambito astrologico mentre il termine tecnico più corretto è quello di luna piena in perigeo. Il fenomeno è stato piuttosto frequente negli ultimi anni, sei volte dal 2010 e ben tre negli ultimi quattro mesi, ma sarà molto più raro nei prossimi decenni.

Chi dovesse perdersi la Super Luna di oggi dovrà infatti attendere più di due anni, il 14 novembre 2016, mentre le prossime saranno il 2 gennaio 2018, il 21 gennaio 2023 e il 25 novembre 2034. Per chi vorrà ammirare lo spettacolo di domani è da segnalare anche la possibilità di godersi alcune piccole comete visibili utilizzando un binocolo oppure un piccolo telescopio. Proprio in questi giorni nel cielo saranno infatti visibili la C/2013 V5 Oukaimeden, molto bassa sull’orizzonte, la C/2014 E2 Jacques, e tra qualche giorno anche la C/2012 K1 Panstarrs.