Maltempo: alluvione nel Gargano, un morto e un disperso

0

E’ stato ritrovato il corpo senza vita di Antonio Facenna, il 24enne allevatore di Vico del Gargano disperso dalla sera di mercoledì scorso quando era uscito da casa per verificare la situazione alla sua masseria e al bestiame che vi era custodito, nelle campagne di Carpino, flagellato da un nubifragio. Lo si apprende dalla Prefettura.

“La nuova emergenza nel Foggiano e il dolore per le vittime, per le sofferenze e i molti danni, indica la necessità di fare in fretta e recuperare e investire subito ingenti risorse in prevenzione: è questo l’approccio del Governo Renzi”. Lo afferma il coordinatore della Task Force di Palazzo Chigi, Erasmo D’Angelis.”Di fronte all’81,9% dei Comuni (6.633) a rischio alluvioni e frane, l’Italia smette di piangere lacrime di coccodrillo e di rinviare opere di protezione e prevenzione e il decreto ‘Sblocca Italia’ creerà le condizioni strutturali e finanziarie per voltare pagina”, sottolinea D’Angelis, che è il coordinatore della struttura di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico e per lo Sviluppo delle infrastrutture idriche, che da Palazzo Chigi segue l’evolversi delle pesanti conseguenze causate dall’ondata di maltempo che nelle ultime 48 ore ha colpito la provincia di Foggia causando vittime e notevoli danni.

La prefettura di Foggia ha smentito la notizia del ritrovamento, da parte della Capitaneria di porto, del corpo dell’ uomo settantenne scomparso a Peschici, come riferito in precedenza dalla stessa prefettura. Le ricerche nella zona proseguono.

Le operazioni di soccorso da parte delle forze dell’ordine dispiegate sul territorio al momento hanno consentito di mettere in salvo i villeggianti che erano nei campeggi e negli alberghi di Peschici, comune particolarmente interessato dagli allagamenti e parzialmente isolato per la non percorribilità di numerose strade d’accesso. La prefettura ha invitato i sindaci delle zone più colpite ad avvisare i cittadini di non uscire da casa e di avventurarsi in auto sulle strade interpoderali. A Peschici, oltre ai mezzi di terra dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della Protezione civile, ci sono anche mezzi anfibi della Capitaneria di porto e sommozzatori. Due elicotteri, uno dei vigili del fuoco e l’altro della Protezione civile, non possono alzarsi in volo per le condizioni atmosferiche proibitive.ANSAE’ stato ritrovato il corpo senza vita di Antonio Facenna, il 24enne allevatore di Vico del Gargano disperso dalla sera di mercoledì scorso quando era uscito da casa per verificare la situazione alla sua masseria e al bestiame che vi era custodito, nelle campagne di Carpino, flagellato da un nubifragio. Lo si apprende dalla Prefettura.

“La nuova emergenza nel Foggiano e il dolore per le vittime, per le sofferenze e i molti danni, indica la necessità di fare in fretta e recuperare e investire subito ingenti risorse in prevenzione: è questo l’approccio del Governo Renzi”. Lo afferma il coordinatore della Task Force di Palazzo Chigi, Erasmo D’Angelis.”Di fronte all’81,9% dei Comuni (6.633) a rischio alluvioni e frane, l’Italia smette di piangere lacrime di coccodrillo e di rinviare opere di protezione e prevenzione e il decreto ‘Sblocca Italia’ creerà le condizioni strutturali e finanziarie per voltare pagina”, sottolinea D’Angelis, che è il coordinatore della struttura di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico e per lo Sviluppo delle infrastrutture idriche, che da Palazzo Chigi segue l’evolversi delle pesanti conseguenze causate dall’ondata di maltempo che nelle ultime 48 ore ha colpito la provincia di Foggia causando vittime e notevoli danni.

La prefettura di Foggia ha smentito la notizia del ritrovamento, da parte della Capitaneria di porto, del corpo dell’ uomo settantenne scomparso a Peschici, come riferito in precedenza dalla stessa prefettura. Le ricerche nella zona proseguono.

Le operazioni di soccorso da parte delle forze dell’ordine dispiegate sul territorio al momento hanno consentito di mettere in salvo i villeggianti che erano nei campeggi e negli alberghi di Peschici, comune particolarmente interessato dagli allagamenti e parzialmente isolato per la non percorribilità di numerose strade d’accesso. La prefettura ha invitato i sindaci delle zone più colpite ad avvisare i cittadini di non uscire da casa e di avventurarsi in auto sulle strade interpoderali. A Peschici, oltre ai mezzi di terra dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della Protezione civile, ci sono anche mezzi anfibi della Capitaneria di porto e sommozzatori. Due elicotteri, uno dei vigili del fuoco e l’altro della Protezione civile, non possono alzarsi in volo per le condizioni atmosferiche proibitive.ANSA