Cavese quattro ultrà accusati di tentato omicidio

0

Cava de’ Tirreni. Tentato omicidio. Questa la pesante accusa formulata dalla procura della Repubblica di Salerno nei confronti di quattro ultrà della Cavese che il 24 agosto scorso al termine della partita Battipagliese–Cavese, valevole per il primo turno di Coppia Italia di serie D hanno ferito gravemente un giovane tifoso delle «zebrette» finito in prognosi riservata. Per altri otto biancoblu il questore di Salerno ha emesso divieti di accesso alle manifestazioni sportive che vanno dai 3 ai 5 anni. I reati che hanno determinato i Daspo sono di rissa aggravata e violazione della normativa sulla sicurezza negli stadi. Per i quattro ultrà, accusati di tentato omicidio, i fatti contestati si riferiscono al ferimento di un giovane tifoso della Battipagliese, ricoverato al locale ospedale con un trauma cranico e ferite considerate guaribili con prognosi riservata. Altri 22 Daspo sono stati emessi per altrettanti tifosi della Battipagliese.

Cava de’ Tirreni. Tentato omicidio. Questa la pesante accusa formulata dalla procura della Repubblica di Salerno nei confronti di quattro ultrà della Cavese che il 24 agosto scorso al termine della partita Battipagliese–Cavese, valevole per il primo turno di Coppia Italia di serie D hanno ferito gravemente un giovane tifoso delle «zebrette» finito in prognosi riservata. Per altri otto biancoblu il questore di Salerno ha emesso divieti di accesso alle manifestazioni sportive che vanno dai 3 ai 5 anni. I reati che hanno determinato i Daspo sono di rissa aggravata e violazione della normativa sulla sicurezza negli stadi. Per i quattro ultrà, accusati di tentato omicidio, i fatti contestati si riferiscono al ferimento di un giovane tifoso della Battipagliese, ricoverato al locale ospedale con un trauma cranico e ferite considerate guaribili con prognosi riservata. Altri 22 Daspo sono stati emessi per altrettanti tifosi della Battipagliese.