Irap, due pesi due misure per le slot machine. La protesta dell’associazione nazionale Sapar

0

Tasse aggiuntive per locali e sale da gioco che introducono nuove slot machine, sconti per chi aderisce al movimento no slot. L’idea della Regione Piemonte per combattere il gioco d’azzardo patologico, meglio conosciuto come ludopatia, piace a molti ma gestori delle macchinette da gioco, che lamentano: “Così si favorisce il gioco illegale e si punisce chi rispetta la legge”.

Raffaele Curcio, presidente dell’associazione nazionale Sapar, che agglomera e rappresenta oltre 1.500 tra gestori e produttori di macchine da intrattenimento ha messo in risalto uno degli aspetti che gli estranei al settore non conoscono: “La giunta della Regione Piemonte vuole premiare i gestori degli esercizi pubblici che rinunciano agli apparecchi da gioco con la diminuzione dello 0,92 per cento dell’Irap e penalizzare quelli che li mantengono con un aumento della stessa entità. Mi sembra che, ancora una volta, l’approccio degli enti territoriali sia sbagliato e punti semplicemente a punire chi lavora nel rispetto delle regole e delle leggi fissate dallo Stato e risponde a rigidi controlli. Mi chiedo: per gli operatori che promuovono gioco illegale, per esempio i centri di trasmissione dati e i totem, quale tassa aumenterà la Regione Piemonte?”. 

Il portavoce del Sapar pone l’accento su come le proposte delle Regioni Piemonte e Lombardia siano impari, in quanto se le regole valgono per tutti sarebbe giusto aumentare l’Irap anche ad altre forme di gioco come “Gratta &Vinci” o scommesse sportive.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad un accanimento verso le newslot, mentre dall’altro lato proliferano forme di gioco ben più aggressive e, spesso illegali. Il proibizionismo si è sempre rivelato un boomerang per contrastare la ludopatia, che necessita esclusivamente campagne informative e maggiore educazione al consumo.

Vincere alle slot machine è solo una questione di fortuna, come testimoniano gli esperti di Slotgratisonline.org, che hanno deciso di redigere una guida completa sull’intero mondo delle slot machine dedicata ai consumatori. E’ una tipologia di gioco che fa parte dell’intrattenimento, per divertirsi e passare del tempo, e affinché questo avvenga è sempre bene seguire dei consigli. In una sezione specifica del blog gli autori evidenziano “come sia fondamentale conoscere i propri limiti e destinare al gioco una piccola parte dei propri risparmi assicurandosi di non oltrepassare il limite prefissato. Lo stesso discorso vale per quando si vince: prefissarsi una vincita realistica (potrebbe essere rappresentata dal doppio della somma di partenza) e fermarsi quando la si ha raggiunta senza farsi tentare nuovamente dal gioco. È sempre bene inoltre scegliere una slot machine adeguata al proprio bankroll, ovvero la somma che si ha a disposizione. L’obiettivo è quello di giocare più a lungo per avere più possibilità di vincere ed è quindi sconsigliato, ad esempio se si ha un budget ristretto, di giocare alle slot machine progressive”.

Le slot machine vecchio stile e le newslot non sono strumenti per sopperire alla crisi economica o alla mancanza di lavoro. L’informazione è la base da cui ripartire per istruire i consumatori ad un uso corretto che esula generalmente da molti luoghi comuni diffusi tra politici e rete sociali.

 

Tasse aggiuntive per locali e sale da gioco che introducono nuove slot machine, sconti per chi aderisce al movimento no slot. L’idea della Regione Piemonte per combattere il gioco d’azzardo patologico, meglio conosciuto come ludopatia, piace a molti ma gestori delle macchinette da gioco, che lamentano: "Così si favorisce il gioco illegale e si punisce chi rispetta la legge".

Raffaele Curcio, presidente dell'associazione nazionale Sapar, che agglomera e rappresenta oltre 1.500 tra gestori e produttori di macchine da intrattenimento ha messo in risalto uno degli aspetti che gli estranei al settore non conoscono: "La giunta della Regione Piemonte vuole premiare i gestori degli esercizi pubblici che rinunciano agli apparecchi da gioco con la diminuzione dello 0,92 per cento dell'Irap e penalizzare quelli che li mantengono con un aumento della stessa entità. Mi sembra che, ancora una volta, l'approccio degli enti territoriali sia sbagliato e punti semplicemente a punire chi lavora nel rispetto delle regole e delle leggi fissate dallo Stato e risponde a rigidi controlli. Mi chiedo: per gli operatori che promuovono gioco illegale, per esempio i centri di trasmissione dati e i totem, quale tassa aumenterà la Regione Piemonte?". 

Il portavoce del Sapar pone l’accento su come le proposte delle Regioni Piemonte e Lombardia siano impari, in quanto se le regole valgono per tutti sarebbe giusto aumentare l’Irap anche ad altre forme di gioco come “Gratta &Vinci” o scommesse sportive.

Negli ultimi mesi stiamo assistendo ad un accanimento verso le newslot, mentre dall’altro lato proliferano forme di gioco ben più aggressive e, spesso illegali. Il proibizionismo si è sempre rivelato un boomerang per contrastare la ludopatia, che necessita esclusivamente campagne informative e maggiore educazione al consumo.

Vincere alle slot machine è solo una questione di fortuna, come testimoniano gli esperti di Slotgratisonline.org, che hanno deciso di redigere una guida completa sull’intero mondo delle slot machine dedicata ai consumatori. E’ una tipologia di gioco che fa parte dell’intrattenimento, per divertirsi e passare del tempo, e affinché questo avvenga è sempre bene seguire dei consigli. In una sezione specifica del blog gli autori evidenziano “come sia fondamentale conoscere i propri limiti e destinare al gioco una piccola parte dei propri risparmi assicurandosi di non oltrepassare il limite prefissato. Lo stesso discorso vale per quando si vince: prefissarsi una vincita realistica (potrebbe essere rappresentata dal doppio della somma di partenza) e fermarsi quando la si ha raggiunta senza farsi tentare nuovamente dal gioco. È sempre bene inoltre scegliere una slot machine adeguata al proprio bankroll, ovvero la somma che si ha a disposizione. L'obiettivo è quello di giocare più a lungo per avere più possibilità di vincere ed è quindi sconsigliato, ad esempio se si ha un budget ristretto, di giocare alle slot machine progressive”.

Le slot machine vecchio stile e le newslot non sono strumenti per sopperire alla crisi economica o alla mancanza di lavoro. L’informazione è la base da cui ripartire per istruire i consumatori ad un uso corretto che esula generalmente da molti luoghi comuni diffusi tra politici e rete sociali.