OGGI ULTIMO GIORNO DI ESTATE: ELETTRA PORTA LE PRIME PIOGGE

0

– Ultimo giorno di agosto all’insegna del bel tempo con il sole che prevarrà su gran parte delle regioni italiane, ma con qualche pioggia sulle Alpi e Appennini.
«Attenzione però – avverte Antonio Sanò, meteorologo del sito www.ilmeteo.it – perché da stasera farà il suo ingresso sullo scenario italiano il ciclone Elettra che di fatto inaugurerà l’inizio dell’autunno meteorologico».

L’arrivo di Elettra in Italia farà peggiorare il tempo già domenica sera e notte al nordest con temporali diffusi e venti impetuosi di bora, poi si sposterà verso il centro e il sud lunedì e martedì provocando maltempo sulle coste adriatiche, basso Tirreno ed inizialmente anche sul Lazio e Umbria.

Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, 1 settembre. Nord: rapido miglioramento sul Trentino Alto Adige all’inizio del nuovo giorno pur in presenza di residui temporali durante le primissime ore del giorno.

Deciso maltempo, invece, ancora al primo mattino tra Friuli Venezia Giulia, Veneto Emilia Romagna centrorientale e Lombardia meridionale. I fenomeni particolarmente intensi tenderanno però ad attenuarsi verso la fine della mattinata con parziali schiarite a partire dalle ore pomeridiane. Prevalenza di ampi spazi sereni sul resto del nord dove il cielo tenderà a mantenersi sereno o al più poco nuvoloso.

Centro e Sardegna: deciso rapido peggioramento su tutte le regioni peninsulari sottoforma di nuvolosità compatta e precipitazioni temporalesche di forte intensità. Le condizioni tenderanno a migliorare sulla Toscana verso la fine della mattinata e sul Lazio a partire dalle ore pomeridiane risultando caratterizzate da ampie aperture. Il maltempo, invece tenderà a permanere, su Marche, Abruzzo ed Umbria attenuandosi parzialmente su quest’ultima regione a cavallo tra la sera e la notte poche nubi e decise schiarite caratterizzeranno lo stato del tempo sulla Sardegna. Sud e Sicilia: tempo che tende a peggiorare anche al meridione con i primi rovesci o temporali al primo mattino sulla parte più settentrionale della Campania.

Nel corso della mattinata poi i fenomeni temporaleschi in intensificazione raggiungeranno anche il resto della regione, Molise, Puglia garganica, Basilicata e Calabria tirrenica ed in forma decisamente più marginale la parte settentrionale della Sicilia. Parziale miglioramento dalla sera-notte dopo che, comunque, i fenomeni avranno interessato anche le coste ioniche della Calabria e la Puglia salentina prevalenza di spazi sereni sul resto della Sicilia pur con qualche nube che si attesterà sulla parte più occidentale dell’isola ma senza particolari fenomeni di rilievo.

Temperature: minime in decisa diminuzione al nord al centro e Sardegna e per lo più stazionarie altrove; massime in diminuzione altrettanto decisa su gran parte del territorio ad eccezione delle coste ioniche e della Sicilia orientale.

Venti: di provenienza settentrionale al nord; forti o molto forti sul triveneto, specie alto Adriatico, sulle zone alpine e prealpine e sulla Liguria e moderati sul resto del nord con tendenza a parziale attenuazione verso sera sulle alpi centroccidentali e sulla Liguria; forti o molto forti di maestrale sulla Sardegna; forti occidentali tra Toscana e Lazio specie sulle zone costiere ma con tendenza a divenire forti settentrionali; da moderati a forti settentrionali sul resto del centro Peninsulare con tendenza a divenire molto forti; da moderati a forti occidentali in ulteriore intensificazione su Sicilia e regioni tirreniche meridionali tirreniche; moderati meridionali sulle regioni ioniche, sulla Puglia e nelle zone interne del meridione con tendenza a divenire occidentali o nordoccidentali dalla serea-notte.

Mari: moto ondoso in deciso aumento su tutti i mari; molto mossi il mar Ionio ed il basso Adriatico; da molto mossi ad agitati il medio e l’alto Adriatico, il Mar Tirreno ed il Mar Ligure con tendenza ad ulteriore aumento del moto ondoso fino a molto agitato sul Tirreno meridionale; agitati il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia con tendenza a divenire molto agitati.
LEGGO.IT- Ultimo giorno di agosto all’insegna del bel tempo con il sole che prevarrà su gran parte delle regioni italiane, ma con qualche pioggia sulle Alpi e Appennini.
«Attenzione però – avverte Antonio Sanò, meteorologo del sito www.ilmeteo.it – perché da stasera farà il suo ingresso sullo scenario italiano il ciclone Elettra che di fatto inaugurerà l’inizio dell’autunno meteorologico».

L’arrivo di Elettra in Italia farà peggiorare il tempo già domenica sera e notte al nordest con temporali diffusi e venti impetuosi di bora, poi si sposterà verso il centro e il sud lunedì e martedì provocando maltempo sulle coste adriatiche, basso Tirreno ed inizialmente anche sul Lazio e Umbria.

Il servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, 1 settembre. Nord: rapido miglioramento sul Trentino Alto Adige all’inizio del nuovo giorno pur in presenza di residui temporali durante le primissime ore del giorno.

Deciso maltempo, invece, ancora al primo mattino tra Friuli Venezia Giulia, Veneto Emilia Romagna centrorientale e Lombardia meridionale. I fenomeni particolarmente intensi tenderanno però ad attenuarsi verso la fine della mattinata con parziali schiarite a partire dalle ore pomeridiane. Prevalenza di ampi spazi sereni sul resto del nord dove il cielo tenderà a mantenersi sereno o al più poco nuvoloso.

Centro e Sardegna: deciso rapido peggioramento su tutte le regioni peninsulari sottoforma di nuvolosità compatta e precipitazioni temporalesche di forte intensità. Le condizioni tenderanno a migliorare sulla Toscana verso la fine della mattinata e sul Lazio a partire dalle ore pomeridiane risultando caratterizzate da ampie aperture. Il maltempo, invece tenderà a permanere, su Marche, Abruzzo ed Umbria attenuandosi parzialmente su quest’ultima regione a cavallo tra la sera e la notte poche nubi e decise schiarite caratterizzeranno lo stato del tempo sulla Sardegna. Sud e Sicilia: tempo che tende a peggiorare anche al meridione con i primi rovesci o temporali al primo mattino sulla parte più settentrionale della Campania.

Nel corso della mattinata poi i fenomeni temporaleschi in intensificazione raggiungeranno anche il resto della regione, Molise, Puglia garganica, Basilicata e Calabria tirrenica ed in forma decisamente più marginale la parte settentrionale della Sicilia. Parziale miglioramento dalla sera-notte dopo che, comunque, i fenomeni avranno interessato anche le coste ioniche della Calabria e la Puglia salentina prevalenza di spazi sereni sul resto della Sicilia pur con qualche nube che si attesterà sulla parte più occidentale dell’isola ma senza particolari fenomeni di rilievo.

Temperature: minime in decisa diminuzione al nord al centro e Sardegna e per lo più stazionarie altrove; massime in diminuzione altrettanto decisa su gran parte del territorio ad eccezione delle coste ioniche e della Sicilia orientale.

Venti: di provenienza settentrionale al nord; forti o molto forti sul triveneto, specie alto Adriatico, sulle zone alpine e prealpine e sulla Liguria e moderati sul resto del nord con tendenza a parziale attenuazione verso sera sulle alpi centroccidentali e sulla Liguria; forti o molto forti di maestrale sulla Sardegna; forti occidentali tra Toscana e Lazio specie sulle zone costiere ma con tendenza a divenire forti settentrionali; da moderati a forti settentrionali sul resto del centro Peninsulare con tendenza a divenire molto forti; da moderati a forti occidentali in ulteriore intensificazione su Sicilia e regioni tirreniche meridionali tirreniche; moderati meridionali sulle regioni ioniche, sulla Puglia e nelle zone interne del meridione con tendenza a divenire occidentali o nordoccidentali dalla serea-notte.

Mari: moto ondoso in deciso aumento su tutti i mari; molto mossi il mar Ionio ed il basso Adriatico; da molto mossi ad agitati il medio e l’alto Adriatico, il Mar Tirreno ed il Mar Ligure con tendenza ad ulteriore aumento del moto ondoso fino a molto agitato sul Tirreno meridionale; agitati il Mare e Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia con tendenza a divenire molto agitati.
LEGGO.IT