Sorrento è scomparso il Dr. Antonino Fiorentino decano dei medici della Penisola Sorrentina

0

SORRENTO – Ha inventato in famiglia una sorta di scuola medica sorrentina, con tre figli che hanno seguito i suoi insegnamenti. Alla veneranda età di 96 anni, si è spento ieri Antonino Fiorentino, decano dei medici della penisola sorrentina. Come presidente dell’Eca (Ente comunale di assistenza), ha contribuito in maniera determinante, all’inizio degli anni Settanta del secolo scorso, alla realizzazione dell’ospedale civile Santa Maria della Misericordia. Antonino Fiorentino, «il medico di Marano», come era conosciuto in città per il domicilio della sua abitazione e dello studio, tra viale Nizza e via Bartolommeo Capasso, ha percorso un intenso itinerario di assistenza costante dei suoi pazienti. «Medico condotto» o «medico di famiglia», come si diceva una volta, specializzato in dermatologia, Antonino Fiorentino ha legato il suo nome anche alla realizzazione della Chiesa di Nostra Signora di Lourdes dello stesso quartiere Marano.Capostipite di una famiglia che si è dedicata alla professione medica come una ragione di vita, Antonino Fiorentino lascia la moglie Italia Paolotti, i figli Fernando, radiologo all’ospedale di Sorrento, Carmen, medico chirurgo, Marco, sindaco di Sorrento dal 1993 al 1995 e dal 2000 al 2010. Medico è stato anche l’altro figlio, Giuseppe, odontoiatra, prematuramente scomparso qualche anno fa, all’epoca presidente dello storico Circolo sorrentino. Professionista umile, ma profondamente stimato per l’impegno costante e disinteressato nella sua attività, Antonino Fiorentino, appartenente ad una antica famiglia sorrentina, è stato un esempio di attaccamento alla «missione» medica, allo studio delle innovazioni nel settore scientifico e all’impegno convinto a sostegno della «sorrentinità», una prerogativa che lo ha accompagnato nella sua vita, dedicata alla famiglia e al lavoro, ma anche al sostegno umano e sociale della sua Città. Carattere riservato, concreto, di poche parole, Antonino Fiorentino lascia rimpianto e profonda commozione. Cordoglio per la scomparsa del professionista sorrentino manifestato dall’amministrazione comunale con il sindaco Giuseppe Cuomo, dai gruppi consiliari Sorrento Domani, Nuovo Centro Destra, Il Ponte e Forza Italia, dall’Asl Na3-Sud, dal Liceo scientifico Salvemini e dal Liceo artistico Grandi, gli istituti scolastici diretti dalla nuora Patrizia Fiorentino. I funerali si terranno oggi pomeriggio alle ore 17 nella Chiesa di Nostra Signora di Lourdes.

Antonino Siniscalchi 

 Le esequie si svolgeranno oggi pomeriggio, alle ore 17, alla chiesa di Nostra Signora di Lourdes. Condoglianze alla famiglia da tutta la redazione di Positanonews 

SORRENTO – Ha inventato in famiglia una sorta di scuola medica sorrentina, con tre figli che hanno seguito i suoi insegnamenti. Alla veneranda età di 96 anni, si è spento ieri Antonino Fiorentino, decano dei medici della penisola sorrentina. Come presidente dell’Eca (Ente comunale di assistenza), ha contribuito in maniera determinante, all’inizio degli anni Settanta del secolo scorso, alla realizzazione dell’ospedale civile Santa Maria della Misericordia. Antonino Fiorentino, «il medico di Marano», come era conosciuto in città per il domicilio della sua abitazione e dello studio, tra viale Nizza e via Bartolommeo Capasso, ha percorso un intenso itinerario di assistenza costante dei suoi pazienti. «Medico condotto» o «medico di famiglia», come si diceva una volta, specializzato in dermatologia, Antonino Fiorentino ha legato il suo nome anche alla realizzazione della Chiesa di Nostra Signora di Lourdes dello stesso quartiere Marano.Capostipite di una famiglia che si è dedicata alla professione medica come una ragione di vita, Antonino Fiorentino lascia la moglie Italia Paolotti, i figli Fernando, radiologo all’ospedale di Sorrento, Carmen, medico chirurgo, Marco, sindaco di Sorrento dal 1993 al 1995 e dal 2000 al 2010. Medico è stato anche l’altro figlio, Giuseppe, odontoiatra, prematuramente scomparso qualche anno fa, all’epoca presidente dello storico Circolo sorrentino. Professionista umile, ma profondamente stimato per l’impegno costante e disinteressato nella sua attività, Antonino Fiorentino, appartenente ad una antica famiglia sorrentina, è stato un esempio di attaccamento alla «missione» medica, allo studio delle innovazioni nel settore scientifico e all’impegno convinto a sostegno della «sorrentinità», una prerogativa che lo ha accompagnato nella sua vita, dedicata alla famiglia e al lavoro, ma anche al sostegno umano e sociale della sua Città. Carattere riservato, concreto, di poche parole, Antonino Fiorentino lascia rimpianto e profonda commozione. Cordoglio per la scomparsa del professionista sorrentino manifestato dall’amministrazione comunale con il sindaco Giuseppe Cuomo, dai gruppi consiliari Sorrento Domani, Nuovo Centro Destra, Il Ponte e Forza Italia, dall’Asl Na3-Sud, dal Liceo scientifico Salvemini e dal Liceo artistico Grandi, gli istituti scolastici diretti dalla nuora Patrizia Fiorentino. I funerali si terranno oggi pomeriggio alle ore 17 nella Chiesa di Nostra Signora di Lourdes.

Antonino Siniscalchi 

 Le esequie si svolgeranno oggi pomeriggio, alle ore 17, alla chiesa di Nostra Signora di Lourdes. Condoglianze alla famiglia da tutta la redazione di Positanonews