A Meta in delirio con ‘Nonno Moderno’

0

Nello Iorio ravviva Piazza casale dopo la sconfitta del Napoli

 

META – Il vitale centro storico metese ha vissuto una serata double face dapprima con la visione e la sconfitta del Napoli e poi con l’arrembante comicità di Nello Iorio che ha rimesso in sesto l’adrenalina repressa.

Lo ‘sparruccato’ ‘Nonno Moderno’ non si perde d’animo dopo la debacle azzurra in terra basca e parte, come al suo solito, a razzo con le sue battute da monologhista che spaziano nei più svariati campi in una serata organizzata dall’assessorato al turismo metese, guidato da Pasquale Cacace e dal consigliere delegato al ramo Roberto Porzio, nell’ambito di ‘Meta Summer’ e condotta dall’attrice vicana Gilda Arpino.

 Una gremita Piazza Casale, diciamo circa 1600 persone, va in delirio per l’artista comico nato con l’Avaro di Moliere e proveniente dalla trasmissione ‘MADE IN SUD’ che della forma fisica ne fa il suo cavallo di battaglia. Un inizio nell’opera teatrale drammatica che forse gli poteva prevedere questa strada, ma il destino gli riserverà un futuro diverso. Dopo questa sua prima esperienza si ritrova a lavorare in varie compagnie teatrali  fino ad arrivare a ‘Napoli Milionaria’ con la regia di Nello Mascia. La sua esperienza non parla solo di compagnie teatrali ma anche di animatore nei vari villaggi turistici, un qualcosa che lo ha finito di fortificare. A metà degli anni novanta fonda un gruppo cabarettistico con Ginaluca del Mastro e Salvatore Del Falco, poi nel 1998 intraprende la carriera di monologhista con uno spettacolo ‘Grasso è bello’. Da li partecipa a varie trasmissioni come Telegaribaldi ed a Canale 34 che mette in scena il suo cavallo di battaglia che lo porterà a calcare il palcoscenico di ‘MADE IN SUD’: ‘Nonno Moderno’. Una parodia nata “dal fatto che mio fratello portava i capelli lunghi’, così lui avendo trovato questa sua vena comica studia come metterla in scena, e dopo che l’ha fatta ascoltare nella televisioni locali arriva in quella nazionale. Il successo è stato praticamente subitaneo tanto che nella serata in costiera sorrentina, contornata dai balletti delle varie compagnie di danza: Atletico Sorrento, Tendenze Latine e Centro Addestramento Penisola Sorrentina,  non c’è stato un attimo di sosta. Ma quello che stupisce è il fatto che dall’opera teatrale drammatica arriva alla comicità, egli dopo la sudata serata narra il fatto con semplicità: “Tutto è nato casualmente, quindi dopo ho intrapreso questa strada”. Una strada che continuerà anche in questa prossima stagione televisiva, come possiamo credere, nella trasmissione che gli sta facendo avere tanto successo ‘MADE IN SUD’, che ritornerà sul piccolo schermo in settembre. Una carriera fatta di tantissime esperienze che lo ha portato non solo nelle televisioni locali della Campania ma anche in qualche altra di fuori regione: Lazio e Sicilia. Poi tra Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, Canale 5, Canale 9, Canale 34, Canale 7 ed altre televisioni, ecco che, come su scritto, presenta questo suo cavallo di battaglia a Canale 34 nel 2009, anno in cui partecipa anche  a ‘Chiacchiere e distintivo’ con Paolo Caiazzo, Ciro Ceruti e Maria Bolignano, e da li in RAI.  Alla fine un successo che “raccoglie i frutti della mia vita”, e che ce ne saranno degli altri.

 

                                             Le foto di Rosario Criscuolo

   

   

   

   

   

   

 

 

GIUSEPPE SPASIANO

Nello Iorio ravviva Piazza casale dopo la sconfitta del Napoli

 

META – Il vitale centro storico metese ha vissuto una serata double face dapprima con la visione e la sconfitta del Napoli e poi con l’arrembante comicità di Nello Iorio che ha rimesso in sesto l’adrenalina repressa.

Lo ‘sparruccato’ ‘Nonno Moderno’ non si perde d’animo dopo la debacle azzurra in terra basca e parte, come al suo solito, a razzo con le sue battute da monologhista che spaziano nei più svariati campi in una serata organizzata dall’assessorato al turismo metese, guidato da Pasquale Cacace e dal consigliere delegato al ramo Roberto Porzio, nell’ambito di ‘Meta Summer’ e condotta dall'attrice vicana Gilda Arpino.

 Una gremita Piazza Casale, diciamo circa 1600 persone, va in delirio per l’artista comico nato con l’Avaro di Moliere e proveniente dalla trasmissione ‘MADE IN SUD’ che della forma fisica ne fa il suo cavallo di battaglia. Un inizio nell’opera teatrale drammatica che forse gli poteva prevedere questa strada, ma il destino gli riserverà un futuro diverso. Dopo questa sua prima esperienza si ritrova a lavorare in varie compagnie teatrali  fino ad arrivare a ‘Napoli Milionaria’ con la regia di Nello Mascia. La sua esperienza non parla solo di compagnie teatrali ma anche di animatore nei vari villaggi turistici, un qualcosa che lo ha finito di fortificare. A metà degli anni novanta fonda un gruppo cabarettistico con Ginaluca del Mastro e Salvatore Del Falco, poi nel 1998 intraprende la carriera di monologhista con uno spettacolo ‘Grasso è bello’. Da li partecipa a varie trasmissioni come Telegaribaldi ed a Canale 34 che mette in scena il suo cavallo di battaglia che lo porterà a calcare il palcoscenico di ‘MADE IN SUD’: ‘Nonno Moderno’. Una parodia nata “dal fatto che mio fratello portava i capelli lunghi’, così lui avendo trovato questa sua vena comica studia come metterla in scena, e dopo che l’ha fatta ascoltare nella televisioni locali arriva in quella nazionale. Il successo è stato praticamente subitaneo tanto che nella serata in costiera sorrentina, contornata dai balletti delle varie compagnie di danza: Atletico Sorrento, Tendenze Latine e Centro Addestramento Penisola Sorrentina,  non c’è stato un attimo di sosta. Ma quello che stupisce è il fatto che dall’opera teatrale drammatica arriva alla comicità, egli dopo la sudata serata narra il fatto con semplicità: “Tutto è nato casualmente, quindi dopo ho intrapreso questa strada”. Una strada che continuerà anche in questa prossima stagione televisiva, come possiamo credere, nella trasmissione che gli sta facendo avere tanto successo ‘MADE IN SUD’, che ritornerà sul piccolo schermo in settembre. Una carriera fatta di tantissime esperienze che lo ha portato non solo nelle televisioni locali della Campania ma anche in qualche altra di fuori regione: Lazio e Sicilia. Poi tra Rai Uno, Rai Due, Rai Tre, Canale 5, Canale 9, Canale 34, Canale 7 ed altre televisioni, ecco che, come su scritto, presenta questo suo cavallo di battaglia a Canale 34 nel 2009, anno in cui partecipa anche  a ‘Chiacchiere e distintivo’ con Paolo Caiazzo, Ciro Ceruti e Maria Bolignano, e da li in RAI.  Alla fine un successo che “raccoglie i frutti della mia vita”, e che ce ne saranno degli altri.

 

                                             Le foto di Rosario Criscuolo

   

   

   

   

   

   

 

 

GIUSEPPE SPASIANO