Meta incarico al geometra Russo candidato di Antonelli , evidente il feeling con Tito. A Settembre resa dei conti col PD

0

Sembra evidente il feeling con Tito della lista di Bruno Antonelli, accusato di aver fatto perdere Antonella Viggiano con la sua candidatura . Dopo l’astensione sul voto al bilancio di previsione 2014 da parte del consigliere ed ex candidato sindaco Bruno Antonelli, continua l’opera di assimilazione della civica guidata dall’ex sindaco alla maggioranza di Giuseppe Tito, cosi riporta Vincenzo Califano sul blog Politica in Penisola. Almeno così può apparire dalla lettura di alcuni atti amministrativi che chiamano direttamente in causa candidati della lista di Antonelli beneficiari di incarichi professionali da parte dell’Amministrazione. E’ il caso del geom. Antonino Russo, candidato non eletto (che ha già ricoperto per il passato funzioni di amministratore) cui Maria Rosaria Visciano, funzionario responsabile della 4° area (condono e demanio) ha affidato l’incarico di “valorizzazione del patrimonio immobiliare” relativamente al cespite di Vico I Scarpati in esecuzione di una delibera della Giunta comunale del luglio scorso relativa al “piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare 2014/2016?. Bruno Antonelli Bruno Antonelli Antonella Viggiano Antonella Viggiano L’incarico, per un importo complessivo di 10mila euro, prevede una prestazione professionale relativa alla “rettifica e all’accatastamento del cespite“. Legittimo sul piano formale e amministrativo, l’affidamento è sicuramente inopportuno sul piano politico ed etico considerando che trattasi di un ex candidato alle ultime amministrative in una lista, quella di Bruno Antonelli, concorrente di Tito e accusata di essere “fiancheggiatrice” di quella del Sindaco da parte dell’arch. Antonella Viggianooggi consigliere di opposizione. Ovviamente l’inopportunità di cui parliamo riguarda non solo la decisione assunta dall’ufficio e che, oggettivamente, diventa imbarazzante per il Sindaco, ma anche per il geom. Russo e per il consigliere Antonelli che forse qualche spiegazione al Paese, a questo punto, la devono su quello che è stato e sarà il loro ruolo in amministrazione. Se ciò è segno dei tempi, allora crediamo si tratti di tempi da dimenticare: tanto più se si predica un nuovo modo di fare amministrazione e di coltivare il pubblico interesse, cosi dice Califano su PiP, ma gli esempi sono tanti, anche Andrea Fienga, candidato con Antonelli, sta portando avanti varie iniziative , di cui abbiamo parlato (e bene, perche’ le riteniamo interessanti).  Intanto Tito va avanti riscuotendo attestazioni positive per gli interventi per la sicurezza, mentre molto positiva e’ stata la nascita del Consorzio fra gli operatori balneari, lo sguardo ora va al PD dove , a fine settembre, dopo le dimissioni del dottor Mollica, ci sara’ una resa dei conti fra la parte contraria, guidata da Stefania Astarita, e quella pro sindaco, e non e’ detto che Tito riesca a spuntarla.. 

Sembra evidente il feeling con Tito della lista di Bruno Antonelli, accusato di aver fatto perdere Antonella Viggiano con la sua candidatura . Dopo l’astensione sul voto al bilancio di previsione 2014 da parte del consigliere ed ex candidato sindaco Bruno Antonelli, continua l’opera di assimilazione della civica guidata dall’ex sindaco alla maggioranza di Giuseppe Tito, cosi riporta Vincenzo Califano sul blog Politica in Penisola. Almeno così può apparire dalla lettura di alcuni atti amministrativi che chiamano direttamente in causa candidati della lista di Antonelli beneficiari di incarichi professionali da parte dell’Amministrazione. E’ il caso del geom. Antonino Russo, candidato non eletto (che ha già ricoperto per il passato funzioni di amministratore) cui Maria Rosaria Visciano, funzionario responsabile della 4° area (condono e demanio) ha affidato l’incarico di “valorizzazione del patrimonio immobiliare” relativamente al cespite di Vico I Scarpati in esecuzione di una delibera della Giunta comunale del luglio scorso relativa al “piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare 2014/2016″. Bruno Antonelli Bruno Antonelli Antonella Viggiano Antonella Viggiano L’incarico, per un importo complessivo di 10mila euro, prevede una prestazione professionale relativa alla “rettifica e all’accatastamento del cespite“. Legittimo sul piano formale e amministrativo, l’affidamento è sicuramente inopportuno sul piano politico ed etico considerando che trattasi di un ex candidato alle ultime amministrative in una lista, quella di Bruno Antonelli, concorrente di Tito e accusata di essere “fiancheggiatrice” di quella del Sindaco da parte dell’arch. Antonella Viggianooggi consigliere di opposizione. Ovviamente l’inopportunità di cui parliamo riguarda non solo la decisione assunta dall’ufficio e che, oggettivamente, diventa imbarazzante per il Sindaco, ma anche per il geom. Russo e per il consigliere Antonelli che forse qualche spiegazione al Paese, a questo punto, la devono su quello che è stato e sarà il loro ruolo in amministrazione. Se ciò è segno dei tempi, allora crediamo si tratti di tempi da dimenticare: tanto più se si predica un nuovo modo di fare amministrazione e di coltivare il pubblico interesse, cosi dice Califano su PiP, ma gli esempi sono tanti, anche Andrea Fienga, candidato con Antonelli, sta portando avanti varie iniziative , di cui abbiamo parlato (e bene, perche' le riteniamo interessanti).  Intanto Tito va avanti riscuotendo attestazioni positive per gli interventi per la sicurezza, mentre molto positiva e' stata la nascita del Consorzio fra gli operatori balneari, lo sguardo ora va al PD dove , a fine settembre, dopo le dimissioni del dottor Mollica, ci sara' una resa dei conti fra la parte contraria, guidata da Stefania Astarita, e quella pro sindaco, e non e' detto che Tito riesca a spuntarla..