Champions League, non ci sono ostacoli per i tifosi del Napoli. A Bilbao ci sarà un’invasione azzurra

0

I tifosi arriveranno con ogni genere di mezzo di trasporto, dall’aereo al treno, ma anche con auto e pullman

Al momento sono 700 ad avere acquistato i biglietti per mercoledì.

Napoli e Athletic Bilbao hanno condiviso un allenatore: William Garbutt. Il maestro di calcio inglese, il primo grande tecnico della storia azzurra, ha guidato anchei baschi.

Il terzino dell’Athletic Bilbao che con la sua discesa ha propiziato il gol dei baschi

De Marcos: «Sarà battaglia dura ma vale la legge del San Mamés»

Miki De Lucia per Positanonews

 

Tutti pronti per Bilbao. Perché mentre Benitez e la sua truppa sono alle prese con la preparazione tattica della gara, i tifosi azzurri sono in fermento per la trasferta in terra basca. Quello previsto non è propriamente definibile come un esodo in pieno stile. Al momento sono circa 700 i tagliandi venduti per il settore ospiti. Uno spicchio dello stadio San Mamés che in realtà potrebbe accoglierne 2700. A contribuire al mancato «tutto esaurito» le evidenti difficoltà logistiche per raggiungere Bilbao. Nessun volo diretto da Capodichino e allora due opzioni per i supporter azzurri: uno scalo tecnico tra Spagna o altri aeroporti europei, oppure il viaggio in macchina. Ecco perché alcuni intrepidi sono già in viaggio alla volta dei Paesi Baschi. A questo c’è da aggiungersi anche un impegno economico da parte dei supporter, dal momento che alle spese di viaggio dovranno aggiungere quelle relative al biglietto stesso, una spesa che varia dai 45 ai 50 euro. Ma non sarà solo da Napoli che arriveranno i tifosi azzurri, perché è stata concessa la possibilità di acquistare i biglietti anche per chi vive all’estero. Una novità che sicuramente agevolerà le operazioni per i tanti napoletani che vivono in tutta Europa. Servirà anche il loro supporto, dal momento che quella di mercoledì sera sarà una vera e propria bolgia nell’inferno del San Mamés. Dei 53mila posti a sedere della Catedral, 44mila sono stati già assegnati ai soci del club, titolari dell’abbonamento stagionale all’Athletic. Questo perché il presidente basco Uria ha concesso ai propri abbonati di accedere gratuitamente alla gara di ritorno del preliminare di Champions, per rendere ancora più incandescente l’atmosfera nella quale sarà catapultato il Napoli, come annunciò venerdì 8 agosto, dopo l’abbinamento con gli azzurri. A Bilbao, infatti, cresce l’entusiasmo, alimentato ovviamente dall’incoraggiante risultato della gara di andata. Ai baschi può anche bastare lo 0-0 per assicurarsi il passaggio del turno alla fase a girone della prossima Champions League. Si prevede il tutto esaurito e già dalla giornata di ieri diverse decine di sostenitori dell’Athletic Bilbao sono in fila davanti a botteghini del San Mamés per accaparrarsi uno degli tagliandi rimasti invenduti. I sostenitori dell’Athletic si sono letteralmente accampati all’esterno dello stadio con tanto di sdraio, tende, giochi da tavolo e braci per passare il tempo in attesa dell’apertura dei botteghini. fonte:ilmattino

I tifosi arriveranno con ogni genere di mezzo di trasporto, dall’aereo al treno, ma anche con auto e pullman

Al momento sono 700 ad avere acquistato i biglietti per mercoledì.

Napoli e Athletic Bilbao hanno condiviso un allenatore: William Garbutt. Il maestro di calcio inglese, il primo grande tecnico della storia azzurra, ha guidato anchei baschi.

Il terzino dell’Athletic Bilbao che con la sua discesa ha propiziato il gol dei baschi

De Marcos: «Sarà battaglia dura ma vale la legge del San Mamés»

Miki De Lucia per Positanonews

 

Tutti pronti per Bilbao. Perché mentre Benitez e la sua truppa sono alle prese con la preparazione tattica della gara, i tifosi azzurri sono in fermento per la trasferta in terra basca. Quello previsto non è propriamente definibile come un esodo in pieno stile. Al momento sono circa 700 i tagliandi venduti per il settore ospiti. Uno spicchio dello stadio San Mamés che in realtà potrebbe accoglierne 2700. A contribuire al mancato «tutto esaurito» le evidenti difficoltà logistiche per raggiungere Bilbao. Nessun volo diretto da Capodichino e allora due opzioni per i supporter azzurri: uno scalo tecnico tra Spagna o altri aeroporti europei, oppure il viaggio in macchina. Ecco perché alcuni intrepidi sono già in viaggio alla volta dei Paesi Baschi. A questo c’è da aggiungersi anche un impegno economico da parte dei supporter, dal momento che alle spese di viaggio dovranno aggiungere quelle relative al biglietto stesso, una spesa che varia dai 45 ai 50 euro. Ma non sarà solo da Napoli che arriveranno i tifosi azzurri, perché è stata concessa la possibilità di acquistare i biglietti anche per chi vive all’estero. Una novità che sicuramente agevolerà le operazioni per i tanti napoletani che vivono in tutta Europa. Servirà anche il loro supporto, dal momento che quella di mercoledì sera sarà una vera e propria bolgia nell’inferno del San Mamés. Dei 53mila posti a sedere della Catedral, 44mila sono stati già assegnati ai soci del club, titolari dell’abbonamento stagionale all’Athletic. Questo perché il presidente basco Uria ha concesso ai propri abbonati di accedere gratuitamente alla gara di ritorno del preliminare di Champions, per rendere ancora più incandescente l’atmosfera nella quale sarà catapultato il Napoli, come annunciò venerdì 8 agosto, dopo l’abbinamento con gli azzurri. A Bilbao, infatti, cresce l’entusiasmo, alimentato ovviamente dall’incoraggiante risultato della gara di andata. Ai baschi può anche bastare lo 0-0 per assicurarsi il passaggio del turno alla fase a girone della prossima Champions League. Si prevede il tutto esaurito e già dalla giornata di ieri diverse decine di sostenitori dell'Athletic Bilbao sono in fila davanti a botteghini del San Mamés per accaparrarsi uno degli tagliandi rimasti invenduti. I sostenitori dell'Athletic si sono letteralmente accampati all’esterno dello stadio con tanto di sdraio, tende, giochi da tavolo e braci per passare il tempo in attesa dell’apertura dei botteghini. fonte:ilmattino