SESSANTA INTERVENTI IN UN GIORNO L’IMPORTANZA DELL’OSPEDALE COSTA D;AMALFI

0

 Se non è un record poco ci manca: nel piccolo ospedale Costa d’Amalfi, in un sol giorno, sono stati effettuati 60 intereventi di Pronto soccorso. Una conferma di come la struttura sanitaria di Castiglione di Ravello sia indispensabile non solo per la salvaguardia della salute dei residenti ma pure dei turisti che affollano la Divina. 11 gli stranieri, di cui una giovane olandese in coma, proveniente da Positano. Un’altra decina di persone, specie anziani, per difficoltà respiratorie. Ma anche bambini per crisi allergiche, 7 per dolori al torace, 12 per traumi con fratture, di cui due per trauma cranico, 9 per ferite ed emorragie, prontamente suturate. Infine 11 persone coinvolte in incidenti stradali, specie cadute da motocicli. I più gravi a Tramonti, dove un uomo, perdendo il controllo della propria vettura è finito contro le protezioni della carreggiata riportando contusioni multiple. L’altra capitato a Ravello, sulla SP1, a una 51enne di Siracusa che ha riportato la frattura del braccio. Un motociclista Firenze è rovinato al suolo nei pressi di Tovere, procurandosi fratture vertebrali. «Solo 4 pazienti – dicono dall’ospedale – sono stati trasferiti al Ruggi», a testimonianza dell’ottima organizzazione interna, che consente anche un notevole risparmio per le casse della sanità regionale. Per far fronte all’emergenza la maggior parte dei ricoverati è stata sottoposta ad esami strumentali – radiografie e tac – e in qualche caso è stato necessario l’intervento della chirurgia d’urgenza e del rianimatore.(g.d.s.)

 Se non è un record poco ci manca: nel piccolo ospedale Costa d’Amalfi, in un sol giorno, sono stati effettuati 60 intereventi di Pronto soccorso. Una conferma di come la struttura sanitaria di Castiglione di Ravello sia indispensabile non solo per la salvaguardia della salute dei residenti ma pure dei turisti che affollano la Divina. 11 gli stranieri, di cui una giovane olandese in coma, proveniente da Positano. Un'altra decina di persone, specie anziani, per difficoltà respiratorie. Ma anche bambini per crisi allergiche, 7 per dolori al torace, 12 per traumi con fratture, di cui due per trauma cranico, 9 per ferite ed emorragie, prontamente suturate. Infine 11 persone coinvolte in incidenti stradali, specie cadute da motocicli. I più gravi a Tramonti, dove un uomo, perdendo il controllo della propria vettura è finito contro le protezioni della carreggiata riportando contusioni multiple. L'altra capitato a Ravello, sulla SP1, a una 51enne di Siracusa che ha riportato la frattura del braccio. Un motociclista Firenze è rovinato al suolo nei pressi di Tovere, procurandosi fratture vertebrali. «Solo 4 pazienti – dicono dall’ospedale – sono stati trasferiti al Ruggi», a testimonianza dell’ottima organizzazione interna, che consente anche un notevole risparmio per le casse della sanità regionale. Per far fronte all’emergenza la maggior parte dei ricoverati è stata sottoposta ad esami strumentali – radiografie e tac – e in qualche caso è stato necessario l’intervento della chirurgia d’urgenza e del rianimatore.(g.d.s.)