Daniza ancora in fuga, i suoi tre cuccioli rimarranno senza mamma per colpa dell’uomo ma il web si ribella

0

Un uomo imprudente, una reazione naturale di una mamma che sente minacciati i figli senza alcuna conseguenza ed ora vogliono catturarla e privare i cuccioli della sua mamma, ma incredibilmente ancora non è stata presa. L’istinto dell’orsa Daniza sta avendo la meglio sull’ingegno dell’uomo. Per ora i tentativi di farla cadere in una delle trappole non sono andati a buon fine. Però, spiegano i tecnici, questo rimane il metodo scelto perché più sicuro rispetto alla cattura con siringa anestetizzante: quest’ultima, infatti, metterebbbe a rischio l’incolumibilità del personale. Se la cattura andrà a buono fine, Daniza verrà rinchiusa nel Centro faunistico di Casteller, alle porte di Trento, che ha già ospitato in passato orsi problematici, come Jurka e M11. Rimarranno invece liberi i suoi due cuccioli, quelli che ha cercato di difendere quando ha aggredito il cercatore di funghi nei boschi di Pinzolo. Secondo quanto reso noto dai tecnici del Servizio foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento, i due orsetti, di circa otto mesi di età, dovrebbeo avere già raggiunto un certo grado di autonomia. Per seguire i loro spostamenti e verificare che riescano ad alimentarsi a sufficienza e siano effettivamente indipendenti, è probabile che i forestali applichino loro dei chip o dei collari. In questo modo sarebbe possibile controllarli a distanza per valutarne lo stato di autonomia. WWF Italia: la cattura va concordata a livello sovranazionale «Massima scientificità e rigore, rinunciando a soluzioni “di comodo” sbrigative o demagogiche». E’ quanto chiede, in una nota, alle amministrazioni competenti che dovranno assumere i provvedimenti conseguenti all’aggressione dell’orsa Daniza, Donatella Bianchi, il Presidente del WWF Italia. L’organizzazione, infatti, si dice contraria alla cattura e chiede che i provvedimenti sull’orsa siano “concordati a livello nazionale e sovranazionale”. Bianchi ricorda che il “decisore istituzionale è nella facoltà di autorizzare la cattura o l’abbattimento dell’orsa”, ma il WWF chiede che, “prima di mettere in atto qualsiasi risoluzione di questo tipo, venga lasciato il tempo necessario per un approfondimento su come l’incidente sia accaduto e per un monitoraggio dell’animale che meglio tratteggi gli attuali atteggiamenti e comportamenti dell’orsa”. Il WWF auspica inoltre, nella formulazione dei provvedimenti, una particolare attenzione alla presenza dei due cuccioli: se Daniza é un esemplare adulto, di età tendenzialmente avanzata e con un potenziale riproduttivo già ampiamente espresso, “ai due giovani, peraltro non responsabili di alcun comportamento aggressivo, va garantita la possibilità di diventare adulti in grado di sopravvivere nell’ambiente selvatico”, conclude. Il web intanto si ribella . 

Un uomo imprudente, una reazione naturale di una mamma che sente minacciati i figli senza alcuna conseguenza ed ora vogliono catturarla e privare i cuccioli della sua mamma, ma incredibilmente ancora non è stata presa. L’istinto dell’orsa Daniza sta avendo la meglio sull’ingegno dell’uomo. Per ora i tentativi di farla cadere in una delle trappole non sono andati a buon fine. Però, spiegano i tecnici, questo rimane il metodo scelto perché più sicuro rispetto alla cattura con siringa anestetizzante: quest’ultima, infatti, metterebbbe a rischio l’incolumibilità del personale. Se la cattura andrà a buono fine, Daniza verrà rinchiusa nel Centro faunistico di Casteller, alle porte di Trento, che ha già ospitato in passato orsi problematici, come Jurka e M11. Rimarranno invece liberi i suoi due cuccioli, quelli che ha cercato di difendere quando ha aggredito il cercatore di funghi nei boschi di Pinzolo. Secondo quanto reso noto dai tecnici del Servizio foreste e fauna della Provincia autonoma di Trento, i due orsetti, di circa otto mesi di età, dovrebbeo avere già raggiunto un certo grado di autonomia. Per seguire i loro spostamenti e verificare che riescano ad alimentarsi a sufficienza e siano effettivamente indipendenti, è probabile che i forestali applichino loro dei chip o dei collari. In questo modo sarebbe possibile controllarli a distanza per valutarne lo stato di autonomia. WWF Italia: la cattura va concordata a livello sovranazionale «Massima scientificità e rigore, rinunciando a soluzioni “di comodo” sbrigative o demagogiche». E’ quanto chiede, in una nota, alle amministrazioni competenti che dovranno assumere i provvedimenti conseguenti all’aggressione dell’orsa Daniza, Donatella Bianchi, il Presidente del WWF Italia. L’organizzazione, infatti, si dice contraria alla cattura e chiede che i provvedimenti sull’orsa siano “concordati a livello nazionale e sovranazionale”. Bianchi ricorda che il “decisore istituzionale è nella facoltà di autorizzare la cattura o l’abbattimento dell’orsa”, ma il WWF chiede che, “prima di mettere in atto qualsiasi risoluzione di questo tipo, venga lasciato il tempo necessario per un approfondimento su come l’incidente sia accaduto e per un monitoraggio dell’animale che meglio tratteggi gli attuali atteggiamenti e comportamenti dell’orsa”. Il WWF auspica inoltre, nella formulazione dei provvedimenti, una particolare attenzione alla presenza dei due cuccioli: se Daniza é un esemplare adulto, di età tendenzialmente avanzata e con un potenziale riproduttivo già ampiamente espresso, “ai due giovani, peraltro non responsabili di alcun comportamento aggressivo, va garantita la possibilità di diventare adulti in grado di sopravvivere nell’ambiente selvatico”, conclude. Il web intanto si ribella . 

Lascia una risposta