Salernitana. Il dopo-Somma si chiama Leonardo Menichini

0

La Salernitana riparte da Leonardo Menichini e sogna pure il ripescaggio in serie B. Il tecnico, per 10 anni vice di Carletto Mazzone, prende il posto di Mario Somma sulla panchina granata. In meno di 48 ore si è consumato il ribaltone con Menichini che l’ha spuntata su Alberto Bollini (allenatore in seconda alla Lazio di Reja). Ancora una volta il club di Lotito e Mezzaroma cambia guida tecnica alla vigilia della partenza in campionato. Era successo la scorsa stagione con Perrone e Sanderra, si ripete quest’anno con Somma e Menichini. Il ribaltone stavolta si è consumato in appena 24 ore. Il presente si chiama Leonardo Menichini: 61 anni a dicembre. Menichini, appesi gli scarpini al chiodo, è stato l’ombra di Carletto Mazzone per ben dieci anni prima di prendere le redini del Lumezzane con cui ha vinto i play off in C2, approdando in prima divisione ed anche una coppa Italia di lega pro. Lo scorso anno è subentrato a Cicco Cozza alla guida del Pisa che ha portato ai play off, uscendo in finale ad opera del Frosinone. Menichini arriva a Salerno con un contratto annuale con opzione per il secondo anno in caso di promozione. La serie B, però, potrebbe anche arrivare molto prima. Da ripescata, tanto per intenderci. Ieri, infatti, il consiglio federale ha prorogato i termini per la presentazione delle domande di ammissione alla serie cadetta al 25agosto. La Salernitana pare voglia farci un pensierino, forte anche delle bocciature implicite di Novara, Reggina e Lecce. Intanto il ds Fabiani da oggi è a Milano per concludere un paio di colpi di mercato da mettere a disposizione del nuovo tecnico Menichini che giocherà con il tridente. Sul taccuino del dirigente granata, la punta centrale Edgar Cani del Catania; l’attaccante Massimo Coda di proprietà del Parma e l’esterno destro Tommaso Ceccarelli, lo scorso anno al Salò, ma con cartellino della Lazio. (Eugenio Marotta – Il Mattino)

La Salernitana riparte da Leonardo Menichini e sogna pure il ripescaggio in serie B. Il tecnico, per 10 anni vice di Carletto Mazzone, prende il posto di Mario Somma sulla panchina granata. In meno di 48 ore si è consumato il ribaltone con Menichini che l’ha spuntata su Alberto Bollini (allenatore in seconda alla Lazio di Reja). Ancora una volta il club di Lotito e Mezzaroma cambia guida tecnica alla vigilia della partenza in campionato. Era successo la scorsa stagione con Perrone e Sanderra, si ripete quest’anno con Somma e Menichini. Il ribaltone stavolta si è consumato in appena 24 ore. Il presente si chiama Leonardo Menichini: 61 anni a dicembre. Menichini, appesi gli scarpini al chiodo, è stato l’ombra di Carletto Mazzone per ben dieci anni prima di prendere le redini del Lumezzane con cui ha vinto i play off in C2, approdando in prima divisione ed anche una coppa Italia di lega pro. Lo scorso anno è subentrato a Cicco Cozza alla guida del Pisa che ha portato ai play off, uscendo in finale ad opera del Frosinone. Menichini arriva a Salerno con un contratto annuale con opzione per il secondo anno in caso di promozione. La serie B, però, potrebbe anche arrivare molto prima. Da ripescata, tanto per intenderci. Ieri, infatti, il consiglio federale ha prorogato i termini per la presentazione delle domande di ammissione alla serie cadetta al 25agosto. La Salernitana pare voglia farci un pensierino, forte anche delle bocciature implicite di Novara, Reggina e Lecce. Intanto il ds Fabiani da oggi è a Milano per concludere un paio di colpi di mercato da mettere a disposizione del nuovo tecnico Menichini che giocherà con il tridente. Sul taccuino del dirigente granata, la punta centrale Edgar Cani del Catania; l’attaccante Massimo Coda di proprietà del Parma e l’esterno destro Tommaso Ceccarelli, lo scorso anno al Salò, ma con cartellino della Lazio. (Eugenio Marotta – Il Mattino)