Napoli. Per il campionato c’è de Guzman. Il Villarreal si piega alla volontà dell’olandese e accetta l’offerta azzurra

0

Le lancette dell’orologio di Marouane Fellaini hanno un punto di riferimento ben preciso: le 22,45 di mercoledì 27 agosto. Vale a dire il finale di Athletic Bilbao- Napoli. Ormai a Castelvolturno la decisione è stata presa: se gli azzurri approderanno nel tabellone principale di Champions League verrà fatta un’offerta al Manchester United per acquistare il centrocampista belga in prestito. La svolta è importante perché nei precedenti sondaggi il ds Bigon aveva prodotto un’offerta per un prestito gratuito con diritto di riscatto. Tra sette giorni, se tutto andrà per il verso azzurro, gli azzurri offriranno 2,5 milioni per il prestito. E l’affare potrebbe chiudersi. Il sogno è quello di fare un doppio colpo. Perché se è vero che le possibilità di vedere Fellaini in azzurro sono alte, è altrettanto vero che il Napoli ha praticamente concluso l’altro giocatore-desiderio di Benitez: Jonathan de Guzman. Ieri il ds Bigon si è mostrato a Castelvolturno con mezzo sorriso sulle labbra, nel senso che il muro-Villarreal sarebbe crollato e i due club starebbero scambiandosi i documenti per poter siglare il contratto. La proposta, da parte del Napoli, è stata accettata: 6 milioni di euro più 500mila euro di bonus. E’ il prezzo giusto. Che ha aperto il lucchetto del mediano canadese di nascita ma con passaporto olandese (l’Olanda di Van Gaal gioca col centrocampo a due e de Guzman ha spesso fatto coppia con De Jong nei mondiali brasiliani) che a questo punto sembra davvero virtualmente il terzo colpo dell’estate partenopea. Tra il Napoli e il giocatore (padre filippino e madre jamaicana, nato a Toronto nell’87) c’è un accordo sulla durata del contratto: cinque anni (a 1,5 milioni all’anno) con somma gioia di Rafa Benitez che avrebbe a disposizione un elemento duttile e veloce, sia per cambiare moduli o uomini e sia per dare un senso ancora maggiore a un centrocampo che prima di tutto desidera reattivo, rapido e scattante. Non uno qualunque insomma. Oltretutto è stato protagonista davvero di un bel gesto: ha detto di no al Qpr, facendo intendere di preferire il Napoli alla Premier. Con grosso dispiacere di Roig, il presidente del Sottomarino giallo, che ha dovuto dire di no a un’offerta per il cartellino persino superiore a quella del Napoli. De Guzman ha incrociato il Napoli sia in Champions con la maglia del Villarreal che in Europa League con lo Swansea lo scorso febbraio. Mercato che finisce qui? Non è detto: potrebbe arrivare, sempre sul suono del gong del calcio mercato, M’Poku dello Standard Liegi. Fino alla fine il Napoli cercherà il colpo in difesa low cost: si tratta di Daniel Agger. Una suggestione. Se il Liverpool lo molla, Benitez è pronto ad abbracciarlo. (Pino Taormina – Il Mattino)

Le lancette dell’orologio di Marouane Fellaini hanno un punto di riferimento ben preciso: le 22,45 di mercoledì 27 agosto. Vale a dire il finale di Athletic Bilbao- Napoli. Ormai a Castelvolturno la decisione è stata presa: se gli azzurri approderanno nel tabellone principale di Champions League verrà fatta un’offerta al Manchester United per acquistare il centrocampista belga in prestito. La svolta è importante perché nei precedenti sondaggi il ds Bigon aveva prodotto un’offerta per un prestito gratuito con diritto di riscatto. Tra sette giorni, se tutto andrà per il verso azzurro, gli azzurri offriranno 2,5 milioni per il prestito. E l’affare potrebbe chiudersi. Il sogno è quello di fare un doppio colpo. Perché se è vero che le possibilità di vedere Fellaini in azzurro sono alte, è altrettanto vero che il Napoli ha praticamente concluso l’altro giocatore-desiderio di Benitez: Jonathan de Guzman. Ieri il ds Bigon si è mostrato a Castelvolturno con mezzo sorriso sulle labbra, nel senso che il muro-Villarreal sarebbe crollato e i due club starebbero scambiandosi i documenti per poter siglare il contratto. La proposta, da parte del Napoli, è stata accettata: 6 milioni di euro più 500mila euro di bonus. E’ il prezzo giusto. Che ha aperto il lucchetto del mediano canadese di nascita ma con passaporto olandese (l’Olanda di Van Gaal gioca col centrocampo a due e de Guzman ha spesso fatto coppia con De Jong nei mondiali brasiliani) che a questo punto sembra davvero virtualmente il terzo colpo dell’estate partenopea. Tra il Napoli e il giocatore (padre filippino e madre jamaicana, nato a Toronto nell’87) c’è un accordo sulla durata del contratto: cinque anni (a 1,5 milioni all’anno) con somma gioia di Rafa Benitez che avrebbe a disposizione un elemento duttile e veloce, sia per cambiare moduli o uomini e sia per dare un senso ancora maggiore a un centrocampo che prima di tutto desidera reattivo, rapido e scattante. Non uno qualunque insomma. Oltretutto è stato protagonista davvero di un bel gesto: ha detto di no al Qpr, facendo intendere di preferire il Napoli alla Premier. Con grosso dispiacere di Roig, il presidente del Sottomarino giallo, che ha dovuto dire di no a un’offerta per il cartellino persino superiore a quella del Napoli. De Guzman ha incrociato il Napoli sia in Champions con la maglia del Villarreal che in Europa League con lo Swansea lo scorso febbraio. Mercato che finisce qui? Non è detto: potrebbe arrivare, sempre sul suono del gong del calcio mercato, M’Poku dello Standard Liegi. Fino alla fine il Napoli cercherà il colpo in difesa low cost: si tratta di Daniel Agger. Una suggestione. Se il Liverpool lo molla, Benitez è pronto ad abbracciarlo. (Pino Taormina – Il Mattino)