Napoli. Truffa specchietto, la nuova tecnica. Attenzione, adesso c’è una coppia con bambini che imperversa in città

0

Attenti napoletani. Nelle strade deserte del week end di ferragosto c’è un’auto, una Ford nera: un uomo alla guida, con due donne e due bimbi a bordo. Sa che siete distratti, vi avvicina, urta lo specchietto della vostra auto e finge che siate stati voi a farlo. Subito dopo il modesto impatto vi invita a fermarvi. Vi mostra il danno (lo specchietto della sua Ford che si è incredibilmente “distrutto”) e vi mostra i suoi figli: “potevate fargli male, vi rendete conto?”. Voi siete in difficoltà, pensate al danno, alla paura, all’assicurazione che aumenterà in maniera vertiginosa. L’uomo, allora, accomodante vi dice che si può risolvere tutto se gli date soldi. Parte da una richiesta di 350 euro ma arriva fino a 250, esattamente quel che potete prelevare al bancomat. E se non avete denaro con voi, vi accompagna al più vicino sportello bancomat. Negli ultimi due giorni sono arrivate tantissime segnalazioni alle forze dell’ordine. Qualcuno ha anche segnato il numero di targa e indagini sono in corso. Per adesso il consiglio è uno solo: non pagate, è una truffa. (Il Mattino)

Attenti napoletani. Nelle strade deserte del week end di ferragosto c'è un'auto, una Ford nera: un uomo alla guida, con due donne e due bimbi a bordo. Sa che siete distratti, vi avvicina, urta lo specchietto della vostra auto e finge che siate stati voi a farlo. Subito dopo il modesto impatto vi invita a fermarvi. Vi mostra il danno (lo specchietto della sua Ford che si è incredibilmente "distrutto") e vi mostra i suoi figli: "potevate fargli male, vi rendete conto?". Voi siete in difficoltà, pensate al danno, alla paura, all'assicurazione che aumenterà in maniera vertiginosa. L'uomo, allora, accomodante vi dice che si può risolvere tutto se gli date soldi. Parte da una richiesta di 350 euro ma arriva fino a 250, esattamente quel che potete prelevare al bancomat. E se non avete denaro con voi, vi accompagna al più vicino sportello bancomat. Negli ultimi due giorni sono arrivate tantissime segnalazioni alle forze dell'ordine. Qualcuno ha anche segnato il numero di targa e indagini sono in corso. Per adesso il consiglio è uno solo: non pagate, è una truffa. (Il Mattino)