Sorrento,da cronache delle notti di mezza estate,… la notte delle stelle di Piazza Lauro.

0

inserito da Salvatore Caccaviello

Da facebook

Ore 3.15 PARCO LAURO, L”INFERNO INDICIBILE:
GRIDA ,BOTTIGLIE FRANTUMATE!…non sono nemmeno l’epilogo di una notte insonne perchè ancora deve finire .Ho appena chiamato i Carabinieri, arrabbiatissimo ma mi sono reso conto che le Istituzioni è come se non esistessero. Li dobbiamo chiamare ma mai che svolgano azione preventiva. Arrivano che il gioco infernale è alle ultime battute,ma mi rendo conto che se intervenissero avrebbero delle difficoltà in quanto la situazione di inquinamento è a dir poco eclatante. Non si tratta di una situazione gestibile perchè è un’intera area costretta in una dimensione di sovrafrequentazione e quindi di caos di rumori inconcepibile dovunque accadesse perchè riferibile solo a particolari condizioni di eventi o feste che si prolungano fino alle 3-4-5 del mattino.I bar diventano solo una ulteriore e maggiore cassa di risonanza.Vedere per credere. La polizia non ha mai la macchina.Ci vorrebbe un intervento coraggioso e radicale per il ripristino di una dimensione di legalità in una città allo sbaraglio ed alla mercè di speculatori senza scrupoli.Una concentrazione di persone che non disturba ma distrugge la quiete delle persone.Ho la conferma da tanti altri per altre aree e vorrei che qualche sorrentino oltre i condomini potesse riferire ciò che avviene.Il “nostro bar”,più di tutti ,attira questo genere di persone che ubriaca diventa litigiosa o melanconica gridando Impossibile chiudere occhio ma questa notte è stata una notte da dimenticare. Un rumore infernale ed adesso per aggiunta si sentono grida ed un potente trapanare che immagino sia prodotto come al solito da lavoratori comunali. Tra poco Sorrento la butteranno in un cesso e tireranno lo scarico. Noi cittadini siamo nelle mani di persone indicibili che stanno letteralmente consegnando la nostra terra all’interland ed alle zone vesuviane .Tante persone che attendono il primo treno per ritornarsene dopo la notte brava. Solo nel periodo della vecchia dittatura democristiana si poteva immaginare un qualche scenario simile. Il trapano sembra aver smesso con il perforarci i cervelli e mi aug…..mi sbaglio perchè ha ripreso.Il frastuono….il “bar” ha depositato con la delicatezza di un c….il vetro sul selciato e sono le 3.54 .Il boato inimmaginabile che dal mio letto ben riparato e che da quasi sull’interno ho subito dalle 10.00 è come un’onda d’urto che dal terzo piano si percepisce come qualcosa di irreale e nello stesso tempo inconcepibile,inconcepibile è il silenzio devastante di coloro che subiscono .Tutti con aria condizionata,finestre doppi infissi,chiusi dentro come dei prigionieri in casa propria. Fate qualcosa perchè qui c’è molto ma molto da fare. La situazione sta degenerando in tutta la città ed i cittadini stanno patendo la latitanza delle istituzioni!! Ciò determina un aggravio di responsabilità per i cittadini che sentono su loro stessi il peso intero delle problematiche che insistono nelle loro zone e che riguardano l’inquinamento acustico, tante problematiche legate alla ristorazione ed alla somministrazione e tante altre ancora. Il comune potrebbe posizionare delle telecamere in piazza Lauro che potrebbero permettere di avere più il controllo della situazione.- ….un latrare di un cane accompagna le parolacce di qualche commesso che sbaracca come se fosse pieno giorno ed in piena disinvoltura. Lui adesso sogna di tornarsene a casa a dormire ed io sogno di pedinarlo e di mettermi sotto casa sua,del sindaco,dell’assessore e svegliarli e svegliare il capo dei controllori e di tutti coloro che dormono beati nella più totale strafottenza.- Una notte di metà agosto 2014 – un cittadino residente a Parco Lauro.

da facebook

inserito da Salvatore Caccaviello

Da facebook

Ore 3.15 PARCO LAURO, L''INFERNO INDICIBILE:
GRIDA ,BOTTIGLIE FRANTUMATE!...non sono nemmeno l'epilogo di una notte insonne perchè ancora deve finire .Ho appena chiamato i Carabinieri, arrabbiatissimo ma mi sono reso conto che le Istituzioni è come se non esistessero. Li dobbiamo chiamare ma mai che svolgano azione preventiva. Arrivano che il gioco infernale è alle ultime battute,ma mi rendo conto che se intervenissero avrebbero delle difficoltà in quanto la situazione di inquinamento è a dir poco eclatante. Non si tratta di una situazione gestibile perchè è un'intera area costretta in una dimensione di sovrafrequentazione e quindi di caos di rumori inconcepibile dovunque accadesse perchè riferibile solo a particolari condizioni di eventi o feste che si prolungano fino alle 3-4-5 del mattino.I bar diventano solo una ulteriore e maggiore cassa di risonanza.Vedere per credere. La polizia non ha mai la macchina.Ci vorrebbe un intervento coraggioso e radicale per il ripristino di una dimensione di legalità in una città allo sbaraglio ed alla mercè di speculatori senza scrupoli.Una concentrazione di persone che non disturba ma distrugge la quiete delle persone.Ho la conferma da tanti altri per altre aree e vorrei che qualche sorrentino oltre i condomini potesse riferire ciò che avviene.Il “nostro bar”,più di tutti ,attira questo genere di persone che ubriaca diventa litigiosa o melanconica gridando Impossibile chiudere occhio ma questa notte è stata una notte da dimenticare. Un rumore infernale ed adesso per aggiunta si sentono grida ed un potente trapanare che immagino sia prodotto come al solito da lavoratori comunali. Tra poco Sorrento la butteranno in un cesso e tireranno lo scarico. Noi cittadini siamo nelle mani di persone indicibili che stanno letteralmente consegnando la nostra terra all'interland ed alle zone vesuviane .Tante persone che attendono il primo treno per ritornarsene dopo la notte brava. Solo nel periodo della vecchia dittatura democristiana si poteva immaginare un qualche scenario simile. Il trapano sembra aver smesso con il perforarci i cervelli e mi aug…..mi sbaglio perchè ha ripreso.Il frastuono….il “bar” ha depositato con la delicatezza di un c….il vetro sul selciato e sono le 3.54 .Il boato inimmaginabile che dal mio letto ben riparato e che da quasi sull'interno ho subito dalle 10.00 è come un'onda d'urto che dal terzo piano si percepisce come qualcosa di irreale e nello stesso tempo inconcepibile,inconcepibile è il silenzio devastante di coloro che subiscono .Tutti con aria condizionata,finestre doppi infissi,chiusi dentro come dei prigionieri in casa propria. Fate qualcosa perchè qui c'è molto ma molto da fare. La situazione sta degenerando in tutta la città ed i cittadini stanno patendo la latitanza delle istituzioni!! Ciò determina un aggravio di responsabilità per i cittadini che sentono su loro stessi il peso intero delle problematiche che insistono nelle loro zone e che riguardano l'inquinamento acustico, tante problematiche legate alla ristorazione ed alla somministrazione e tante altre ancora. Il comune potrebbe posizionare delle telecamere in piazza Lauro che potrebbero permettere di avere più il controllo della situazione.- ….un latrare di un cane accompagna le parolacce di qualche commesso che sbaracca come se fosse pieno giorno ed in piena disinvoltura. Lui adesso sogna di tornarsene a casa a dormire ed io sogno di pedinarlo e di mettermi sotto casa sua,del sindaco,dell'assessore e svegliarli e svegliare il capo dei controllori e di tutti coloro che dormono beati nella più totale strafottenza.Una notte di metà agosto 2014 – un cittadino residente a Parco Lauro.

da facebook

Lascia una risposta