Scava un tunnel nel suo giardino e trova due anfore di epoca romana

0

Fin dove può arrivare la passione per i reperti antichi e l’interesse per il marcato connesso alla loro vendita? A Boscoreale, nel napoletano, un uomo ha scavato un intero tunnel nel suo giardino, alla ricerca di vasi e altri oggetti antichi. Era profondo otto metri e largo cinquanta il cunicolo scavato pazientemente dall’uomo sul fondo agricolo di sua proprietà ed era attrezzato perfino con un sistema di illuminazione interno collegato alla rete elettrica della sua casa. La ricerca – come spesso accade nelle viscere del suolo partenopeo, dove gli scavi effettuati per realizzate metropolitane e infrastrutture riportano alla luce veri e propri e tesori – ha alla fine prodotto i suoi risultati. Due anfore, presumibilmente di epoca romana, la cui datazione precisa è ancora da stimare, sono saltate fuori dal tunnel sotterraneo.

 

Una pratica non permessa dalle leggi in vigore. Tant’è che il proprietario del fondo ha fatto appena in tempo a fare la sorprendente scoperta prima di essere denunciato dai carabinieri, che hanno così messo fine all’hobby archeologico dell’uomo.

.fanpage.it

Fin dove può arrivare la passione per i reperti antichi e l’interesse per il marcato connesso alla loro vendita? A Boscoreale, nel napoletano, un uomo ha scavato un intero tunnel nel suo giardino, alla ricerca di vasi e altri oggetti antichi. Era profondo otto metri e largo cinquanta il cunicolo scavato pazientemente dall’uomo sul fondo agricolo di sua proprietà ed era attrezzato perfino con un sistema di illuminazione interno collegato alla rete elettrica della sua casa. La ricerca – come spesso accade nelle viscere del suolo partenopeo, dove gli scavi effettuati per realizzate metropolitane e infrastrutture riportano alla luce veri e propri e tesori – ha alla fine prodotto i suoi risultati. Due anfore, presumibilmente di epoca romana, la cui datazione precisa è ancora da stimare, sono saltate fuori dal tunnel sotterraneo.

Una pratica non permessa dalle leggi in vigore. Tant’è che il proprietario del fondo ha fatto appena in tempo a fare la sorprendente scoperta prima di essere denunciato dai carabinieri, che hanno così messo fine all’hobby archeologico dell’uomo.

.fanpage.it