Uccide la madre al ritorno dal lavoro, 22enne fermato in stato di choc

0

Un giovane di 22 anni, Marcello Soriano, ha ucciso nel tardo pomeriggio di ieri la madre di 55 anni, Mariangela Moiola, nella loro abitazione di Carugo (Como), paese della Brianza comasca. Il ragazzo è stato fermato sotto choc.

L’omicidio non ha avuto testimoni. L’allarme è stato lanciato da alcuni vicini di casa che hanno sentito la donna chiedere aiuto e hanno chiamato i carabinieri. Al loro arrivo era già morta. Il figlio era ancora in casa ed è stato posto in stato di fermo per omicidio volontario.

Da quanto è stato possibile ricostruire, la donna è rincasata nel tardo pomeriggio e a casa, dei tre figli, c’era soltanto Marcello, disoccupato, che pare soffrisse di disturbi psichici. Il giovane ha aggredito la donna, ha tentato di strangolarla, e quando lei ha chiesto aiuto mettendosi a gridare dal balcone l’ha soffocata con un sacchetto di plastica.

Gli altri due figli, uno di soli 13 anni e una ragazza, sono arrivati soltanto più tardi, quando è rincasato anche il padre. La famiglia vive a Carugo da una quindicina d’anni in una vecchia corte ristrutturata a pochi passi dal centro storico. La vicenda ha lasciato il paese sotto choc.il  mattino 

Un giovane di 22 anni, Marcello Soriano, ha ucciso nel tardo pomeriggio di ieri la madre di 55 anni, Mariangela Moiola, nella loro abitazione di Carugo (Como), paese della Brianza comasca. Il ragazzo è stato fermato sotto choc.

L'omicidio non ha avuto testimoni. L'allarme è stato lanciato da alcuni vicini di casa che hanno sentito la donna chiedere aiuto e hanno chiamato i carabinieri. Al loro arrivo era già morta. Il figlio era ancora in casa ed è stato posto in stato di fermo per omicidio volontario.

Da quanto è stato possibile ricostruire, la donna è rincasata nel tardo pomeriggio e a casa, dei tre figli, c'era soltanto Marcello, disoccupato, che pare soffrisse di disturbi psichici. Il giovane ha aggredito la donna, ha tentato di strangolarla, e quando lei ha chiesto aiuto mettendosi a gridare dal balcone l'ha soffocata con un sacchetto di plastica.

Gli altri due figli, uno di soli 13 anni e una ragazza, sono arrivati soltanto più tardi, quando è rincasato anche il padre. La famiglia vive a Carugo da una quindicina d'anni in una vecchia corte ristrutturata a pochi passi dal centro storico. La vicenda ha lasciato il paese sotto choc.il  mattino 

Lascia una risposta