Sorrento, frazione di Priora strade a rischio incidenti stradali.

0

di Salvatore Caccaviello

Una serie di incidenti fortunatamente per il momento senza conseguenze , causati dall’elevata velocità,continuano a registrasi lungo la strada interna per Crocevia. Dove la popolazione residente invano ha chiesto all’Amministrazione Comunale di intervenire affinché si adottino al più presto opportuni provvedimenti  onde evitare gravi situazioni.

Sorrento –  Numerose sono state ultimamente le segnalazioni da parte dei cittadini della frazione collinare di Priora circa la pericolosità della circolazione stradale lungo Via Crocevia ed il tratto di Via Parise che collega l’incrocio presso l’ edificio scolastico e la S.S.145 , Nastro Verde.  Infatti molti residenti per quanto riguarda Via Crocevia  lamentano la velocità spesso molto sostenuta, con la quale sia le vetture che i motocicli transitano lungo la strada interna che dal bivio con la Strada Statale , attraversando la piazzetta di Priora ed il borgo Crocevia ,collega alla Cappella di Santa Maria del Toro.  Una zona che negli ultimi anni ha registrato un forte incremento della popolazione residente anche a causa di numerose abitazioni date in affitto a prezzi alquanto abbordabili rispetto al centro città. Di conseguenza anche la strada interna alla frazione  è diventata alquanto trafficata che inevitabilmente causa la velocità e la presenza costante di auto in sosta si registrano vari incidenti. Urgerebbe pertanto il varo di provvedimenti atti a ridurre in modo drastico il livello di velocità con il quale tale strada viene  sempre più spesso percorsa. Inutili sinora sono state le proteste dei cittadini residenti affinché il Comune si adoperi in tal senso. Onde evitare una serie di incidenti  che soltanto la buona sorte ha evitato che si trasformassero  in tragedie. L’ultimo in ordine di tempo si è verificato durante una notte della  scorsa settimana  al borgo Crocevia. Quando due  giovani  a bordo di un motorino, fermatosi lungo il ciglio della strada a parlare con alcuni conoscenti,  furono investiti  e sbalzati quasi una decina di metri in avanti da un fuoristrada . Soltanto una singolare fortuna ha evitato gravi conseguenze fisiche alle persone. Nel caso specifico oltre alla velocità  dell’automezzo si è dovuto rilevare che la persona alla guida ha accusato la scarsa illuminazione della strada che in quel punto ospita anche un noto B&B. Una parte di  cittadini, soprattutto coloro che abitano lungo la strada, onde ovviare a tale problematica hanno suggerito da tempo alle Autorità comunali oltre migliorare la illuminazione che in alcuni punti è inesistente, la istallazione di dissuasori di velocità. –  Altra situazione molto pericolosa viene rilevata lungo il tratto di via Parisi, un stradina che collega via Crocevia con la Strada Statale  Nastro Verde che rasenta l’edificio scolastico di Priora. Un percorso molto ripido dall’asfalto liscio e consumato molto pericoloso  se bagnato.  Il quale  benché largo soltanto alcuni metri, viene attraversato in doppio senso, quotidianamente da numerose autovetture e motocicli. L’immissione sulla Statale ,nel rettilineo detto della Torricella ,oltre a provocare una serie di ingorghi,rappresenta un vero e proprio pericolo, in quanto spesso le auto in salita sono costrette a fare retromarcia sulla  Statale qualora incrociano altre vetture che scendono in senso inverso. Operazione molto pericolosa poiché lungo il suddetto rettilineo si transita spesso e volentieri  con velocità sostenuta. Oltre a rifare l’asfalto, un certo numero di cittadini consigliano di imporre un solo senso di marcia, magari nello scendere immettendosi sulla Strada Statale. Mentre coloro che salgono da Sorrento sarebbero costretti a percorrere soltanto alcune centinaia di metri fino al bivio con la strada interna. Si perderebbero alcuni minuti ma di sicuro si eviterebbero delle situazioni che talvolta rappresentano dei seri pericoli per gli automobilisti ed i centauri,  che finora soltanto la buona stella ha evitato che si trasformassero in gravi incidenti. Come si vede problematiche dalla soluzione molto abbordabile, suggerite dagli stessi cittadini ma che nonostante le continue proteste e richieste di interventi sinora sono rimaste lettera morta  per l’amministrazione . Ancora una volta il territorio collinare e la frazione di Priora nonostante gli attuali amministratori abbiano avuto un largo consenso all’ultima tornata elettorale continuano a rimanere in secondo piano rispetto ad altre frazioni del Comune. Dove impianti di illuminazione, strade allargate ed asfaltate  e continue manifestazioni popolari si sprecano. Non si riesce a capire il perche di  tale due pesi e due misure!  Probabilmente perché mal e o per niente rappresentati in Consiglio Comunale dove da anni non viene proposto un intervento da parte di chi di dovere che riguardi Priora ed il suo territorio. Di fronte a tante  problematiche irrisolte, se si pensa alle promesse mai mantenute dell’impianto di illuminazione sul Nastro Verde, bisogna che i cittadini di Priora cambino mentalità e si facciano rispettare nel Consiglio Comunale con personalità giovani e capaci e non continuare a rimanere, rispetto al resto del territorio ,“cittadini di serie B”. – 10 agosto 2014 – salvatorecaccaviello positanonews.

 

di Salvatore Caccaviello

Una serie di incidenti fortunatamente per il momento senza conseguenze , causati dall’elevata velocità,continuano a registrasi lungo la strada interna per Crocevia. Dove la popolazione residente invano ha chiesto all’Amministrazione Comunale di intervenire affinché si adottino al più presto opportuni provvedimenti  onde evitare gravi situazioni.

Sorrento –  Numerose sono state ultimamente le segnalazioni da parte dei cittadini della frazione collinare di Priora circa la pericolosità della circolazione stradale lungo Via Crocevia ed il tratto di Via Parise che collega l’incrocio presso l’ edificio scolastico e la S.S.145 , Nastro Verde.  Infatti molti residenti per quanto riguarda Via Crocevia  lamentano la velocità spesso molto sostenuta, con la quale sia le vetture che i motocicli transitano lungo la strada interna che dal bivio con la Strada Statale , attraversando la piazzetta di Priora ed il borgo Crocevia ,collega alla Cappella di Santa Maria del Toro.  Una zona che negli ultimi anni ha registrato un forte incremento della popolazione residente anche a causa di numerose abitazioni date in affitto a prezzi alquanto abbordabili rispetto al centro città. Di conseguenza anche la strada interna alla frazione  è diventata alquanto trafficata che inevitabilmente causa la velocità e la presenza costante di auto in sosta si registrano vari incidenti. Urgerebbe pertanto il varo di provvedimenti atti a ridurre in modo drastico il livello di velocità con il quale tale strada viene  sempre più spesso percorsa. Inutili sinora sono state le proteste dei cittadini residenti affinché il Comune si adoperi in tal senso. Onde evitare una serie di incidenti  che soltanto la buona sorte ha evitato che si trasformassero  in tragedie. L’ultimo in ordine di tempo si è verificato durante una notte della  scorsa settimana  al borgo Crocevia. Quando due  giovani  a bordo di un motorino, fermatosi lungo il ciglio della strada a parlare con alcuni conoscenti,  furono investiti  e sbalzati quasi una decina di metri in avanti da un fuoristrada . Soltanto una singolare fortuna ha evitato gravi conseguenze fisiche alle persone. Nel caso specifico oltre alla velocità  dell’automezzo si è dovuto rilevare che la persona alla guida ha accusato la scarsa illuminazione della strada che in quel punto ospita anche un noto B&B. Una parte di  cittadini, soprattutto coloro che abitano lungo la strada, onde ovviare a tale problematica hanno suggerito da tempo alle Autorità comunali oltre migliorare la illuminazione che in alcuni punti è inesistente, la istallazione di dissuasori di velocità. –  Altra situazione molto pericolosa viene rilevata lungo il tratto di via Parisi, un stradina che collega via Crocevia con la Strada Statale  Nastro Verde che rasenta l’edificio scolastico di Priora. Un percorso molto ripido dall’asfalto liscio e consumato molto pericoloso  se bagnato.  Il quale  benché largo soltanto alcuni metri, viene attraversato in doppio senso, quotidianamente da numerose autovetture e motocicli. L’immissione sulla Statale ,nel rettilineo detto della Torricella ,oltre a provocare una serie di ingorghi,rappresenta un vero e proprio pericolo, in quanto spesso le auto in salita sono costrette a fare retromarcia sulla  Statale qualora incrociano altre vetture che scendono in senso inverso. Operazione molto pericolosa poiché lungo il suddetto rettilineo si transita spesso e volentieri  con velocità sostenuta. Oltre a rifare l’asfalto, un certo numero di cittadini consigliano di imporre un solo senso di marcia, magari nello scendere immettendosi sulla Strada Statale. Mentre coloro che salgono da Sorrento sarebbero costretti a percorrere soltanto alcune centinaia di metri fino al bivio con la strada interna. Si perderebbero alcuni minuti ma di sicuro si eviterebbero delle situazioni che talvolta rappresentano dei seri pericoli per gli automobilisti ed i centauri,  che finora soltanto la buona stella ha evitato che si trasformassero in gravi incidenti. Come si vede problematiche dalla soluzione molto abbordabile, suggerite dagli stessi cittadini ma che nonostante le continue proteste e richieste di interventi sinora sono rimaste lettera morta  per l’amministrazione . Ancora una volta il territorio collinare e la frazione di Priora nonostante gli attuali amministratori abbiano avuto un largo consenso all’ultima tornata elettorale continuano a rimanere in secondo piano rispetto ad altre frazioni del Comune. Dove impianti di illuminazione, strade allargate ed asfaltate  e continue manifestazioni popolari si sprecano. Non si riesce a capire il perche di  tale due pesi e due misure!  Probabilmente perché mal e o per niente rappresentati in Consiglio Comunale dove da anni non viene proposto un intervento da parte di chi di dovere che riguardi Priora ed il suo territorio. Di fronte a tante  problematiche irrisolte, se si pensa alle promesse mai mantenute dell’impianto di illuminazione sul Nastro Verde, bisogna che i cittadini di Priora cambino mentalità e si facciano rispettare nel Consiglio Comunale con personalità giovani e capaci e non continuare a rimanere, rispetto al resto del territorio ,“cittadini di serie B”. – 10 agosto 2014 – salvatorecaccaviello positanonews.