Scontro fra moto sulla S.S. 163 a Tordigliano, morti due ragazzi: un 27enne di Positano e un 18enne di Scafati

0

Una notizia che non avremmo mai voluto dare quella della tragedia sulla strada per Positano. Verso le 18.00 si è verificato un grave incidente stradale sulla S.S. 163 in località Tordigliano che ha visto coinvolte tre motociclette ed un pulmino.  Due morti e due feriti: è questo il bilancio di un incidente avvenuto questa sera sulla strada statale 163 «Amalfitana», in prossimità del km 9,300, in località Tordigliano, tra i Comuni di Piano di Sorrento e Positano. 

L’incidente, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, ha coinvolto un autobus  e tre moto.  L’autobus trasportava 20 turisti dall’Olanda verso Sorrento, una delle moto lo stava sorpassando quando si è scontrata con le altre due provenienti in senso inverso. A causa del violento impatto sono morti due dei motociclisti, mentre il terzo è rimasto gravamente ferito. I carabinieri della stazione di Sorrento procedono alle indagini.

Una delle due vittime è un giovane di 27 anni, Raffaele Rispoli, secondogenito di una delle proprietarie dell’hotel Savoia di Positano. Raffaele, che viaggiava a bordo di una moto, è deceduto sul colpo.

L’altra ragazzo coinvolto nell’impatto, il 18enne Vincenzo Veropalumbo di Scafati, la morte è arrivata durante il trasferimento con l’eliambulanza in ospedale. L’incidente ha provocato anche il ferimento di altre due persone, di cui una (un 21enne originario di Poggiomarino, Crescenzo D’Auria) si trova ricoverata in prognosi riservata all’ospedale di Sorrento.

Sul posto sono intervenute le squadre di pronto intervento dell’Anas e i carabinieri per accertare la dinamica dell’incidente e per la gestione della viabilità. Il traffico è provvisoriamente bloccato. Le auto provenienti da Napoli o da Salerno vengono deviate sulla ex statale 366 «Agerolina».  

Si sono fatte cinque chilometri di fila,  con un’attesa di circa tre ore, con donne, bambini e stranieri disorientati e confusi, senza essere informati del terribile evento se non con un lento passaparola, solo verso le 21 è stata riaperta la strada. 

Sgomento a Positano per questa tragedia, il sindaco Michele De Lucia ha sospeso tutte le manifestazioni .

Facciamo le nostre condoglianze alle famiglie 

Una notizia che non avremmo mai voluto dare quella della tragedia sulla strada per Positano. Verso le 18.00 si è verificato un grave incidente stradale sulla S.S. 163 in località Tordigliano che ha visto coinvolte tre motociclette ed un pulmino.  Due morti e due feriti: è questo il bilancio di un incidente avvenuto questa sera sulla strada statale 163 «Amalfitana», in prossimità del km 9,300, in località Tordigliano, tra i Comuni di Piano di Sorrento e Positano. 

L'incidente, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, ha coinvolto un autobus  e tre moto.  L'autobus trasportava 20 turisti dall'Olanda verso Sorrento, una delle moto lo stava sorpassando quando si è scontrata con le altre due provenienti in senso inverso. A causa del violento impatto sono morti due dei motociclisti, mentre il terzo è rimasto gravamente ferito. I carabinieri della stazione di Sorrento procedono alle indagini.

Una delle due vittime è un giovane di 27 anni, Raffaele Rispoli, secondogenito di una delle proprietarie dell'hotel Savoia di Positano. Raffaele, che viaggiava a bordo di una moto, è deceduto sul colpo.

L'altra ragazzo coinvolto nell'impatto, il 18enne Vincenzo Veropalumbo di Scafati, la morte è arrivata durante il trasferimento con l'eliambulanza in ospedale. L'incidente ha provocato anche il ferimento di altre due persone, di cui una (un 21enne originario di Poggiomarino, Crescenzo D'Auria) si trova ricoverata in prognosi riservata all'ospedale di Sorrento.

Sul posto sono intervenute le squadre di pronto intervento dell'Anas e i carabinieri per accertare la dinamica dell'incidente e per la gestione della viabilità. Il traffico è provvisoriamente bloccato. Le auto provenienti da Napoli o da Salerno vengono deviate sulla ex statale 366 «Agerolina».  

Si sono fatte cinque chilometri di fila,  con un'attesa di circa tre ore, con donne, bambini e stranieri disorientati e confusi, senza essere informati del terribile evento se non con un lento passaparola, solo verso le 21 è stata riaperta la strada. 

Sgomento a Positano per questa tragedia, il sindaco Michele De Lucia ha sospeso tutte le manifestazioni .

Facciamo le nostre condoglianze alle famiglie