Ischia. Tre arresti e raffica di denunce per droga in poche ore. Il Jack Russell antidroga stana gli spacciatori

0

Ischia. Caccia agli spacciatori. Raffica di controlli fuori le discoteche e i ritrovi notturni: in allerta le forze dell’ordine contro lo sbarco sull’isola dei pusher dell’estate. In pochi giorni, tre gli arresti e almeno una decina di persone segnalate o denunciate in stato di libertà. Anche grazie a Pocho, cane antidroga che, fin dalle sue prime uscite in pattuglia, è diventato il terrore di spacciatori e consumatori di droga in trasferta sulle isole. Eppure a vederlo così, El Pocho o più familiarmente «Pocho» come lo chiamano i suoi colleghi in divisa, sembra essere un innocuo, piccolo cane. Ed invece, il musetto di questo Jack Russel di razza sarà pure simpatico ed ispira tenerezza, ma il suo fiuto è di quelli che non perdonano. Il cane antidroga inviato ad Ischia (farà capolino quest’estate anche a Capri ed a Procida) assieme ai suoi istruttori e colleghi poliziotti della Questura di Napoli, sta dando un contributo fondamentale al miglioramento del servizio di prevenzione e controllo delle sostanze stupefacenti agli sbarchi ed all’esterno di discoteche e ritrovi notturni. Pocho, insieme con gli altri poliziotti inviati a supporto, farà servizio itinerante per tutto agosto nelle località di mare e soprattutto nei week-end. E il poliziotto a quattro zampe è stato assai attivo fin dal momento del suo primo sbarco a Ischia. Tre sono le persone che nel giro di poche ore sono state individuate grazie a lui e arrestate per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo a subire il controllo di Pocho, è stato G.R, 17enne incensurato e residente a Bagnoli, finito in manette durante un controllo agli sbarchi sul porto di Ischia, perché trovato in possesso di circa 30 grammi di marijuana nascosti all’interno del trolley. Vacanza subito interrotta per il giovane che, dunque, non appena sbarcato è stato subito riportato a Napoli per essere trasferito al centro di accoglienza dei Colli Aminei, dove verrà trattenuto fino a quando deciderà il magistrato. Non solo sbarchi. Durante i controlli notturni effettuati all’esterno delle discoteche ischitane, grazie a Pocho, gli agenti dell’antidroga hanno sequestrato dosi di stupefacenti e denunciato i possessori a piede libero. Nel corso di questi controlli sulla movida notturna, due uomini residenti a Napoli sono stati arrestati, fra l’altro anche per resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di F.C. di 44 anni e G.C. di 22 anni, che nel momento in cui sono stati fermati per far effettuare il controllo al cane, hanno spintonato e scazzottato gli agenti, procurando fra l’altro leggere lesioni allo stesso istruttore cinofilo. Droga, ma anche furti. Agosto per le isole rappresenta da sempre un problema anche per l’arrivo di ladri, scippatori e malintenzionati. Nella mattinata di ieri due zingare – che si fingevano venditrici di paccottiglia cinese per meglio intrufolarsi nelle case – sono state fermate ed allontanate dall’isola, sempre dagli agenti del commissariato di Ischia diretto dalla dottoressa Stefania Grasso. Le rom si erano intrufolate nell’abitazione occupata in quel momento da una anziana, a Cartaromana. Le due donne, scoperte dai poliziotti mentre ancora non erano riuscite a sottrarre nulla dalla villetta, sono state denunciate a piede libero per violazione di domicilio ed allontanate dall’isola. Notevole anche lo sforzo messo in campo sulle isole da carabinieri e guardia di finanza. Altri arresti per spaccio di droga sono stati, infatti, effettuati dai militari della compagnia di Ischia, mentre i carabinieri della stazione di Barano stanno attuando una serie di pressanti controlli sui venditori ambulanti abusivi. Controlli a tappeto anche da parte delle fiamme gialle su negozi, ristoranti, auto e barche di lusso. (Massimo Zivelli – Il Mattino)

Ischia. Caccia agli spacciatori. Raffica di controlli fuori le discoteche e i ritrovi notturni: in allerta le forze dell’ordine contro lo sbarco sull’isola dei pusher dell’estate. In pochi giorni, tre gli arresti e almeno una decina di persone segnalate o denunciate in stato di libertà. Anche grazie a Pocho, cane antidroga che, fin dalle sue prime uscite in pattuglia, è diventato il terrore di spacciatori e consumatori di droga in trasferta sulle isole. Eppure a vederlo così, El Pocho o più familiarmente «Pocho» come lo chiamano i suoi colleghi in divisa, sembra essere un innocuo, piccolo cane. Ed invece, il musetto di questo Jack Russel di razza sarà pure simpatico ed ispira tenerezza, ma il suo fiuto è di quelli che non perdonano. Il cane antidroga inviato ad Ischia (farà capolino quest’estate anche a Capri ed a Procida) assieme ai suoi istruttori e colleghi poliziotti della Questura di Napoli, sta dando un contributo fondamentale al miglioramento del servizio di prevenzione e controllo delle sostanze stupefacenti agli sbarchi ed all’esterno di discoteche e ritrovi notturni. Pocho, insieme con gli altri poliziotti inviati a supporto, farà servizio itinerante per tutto agosto nelle località di mare e soprattutto nei week-end. E il poliziotto a quattro zampe è stato assai attivo fin dal momento del suo primo sbarco a Ischia. Tre sono le persone che nel giro di poche ore sono state individuate grazie a lui e arrestate per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il primo a subire il controllo di Pocho, è stato G.R, 17enne incensurato e residente a Bagnoli, finito in manette durante un controllo agli sbarchi sul porto di Ischia, perché trovato in possesso di circa 30 grammi di marijuana nascosti all’interno del trolley. Vacanza subito interrotta per il giovane che, dunque, non appena sbarcato è stato subito riportato a Napoli per essere trasferito al centro di accoglienza dei Colli Aminei, dove verrà trattenuto fino a quando deciderà il magistrato. Non solo sbarchi. Durante i controlli notturni effettuati all’esterno delle discoteche ischitane, grazie a Pocho, gli agenti dell’antidroga hanno sequestrato dosi di stupefacenti e denunciato i possessori a piede libero. Nel corso di questi controlli sulla movida notturna, due uomini residenti a Napoli sono stati arrestati, fra l’altro anche per resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di F.C. di 44 anni e G.C. di 22 anni, che nel momento in cui sono stati fermati per far effettuare il controllo al cane, hanno spintonato e scazzottato gli agenti, procurando fra l’altro leggere lesioni allo stesso istruttore cinofilo. Droga, ma anche furti. Agosto per le isole rappresenta da sempre un problema anche per l’arrivo di ladri, scippatori e malintenzionati. Nella mattinata di ieri due zingare – che si fingevano venditrici di paccottiglia cinese per meglio intrufolarsi nelle case – sono state fermate ed allontanate dall’isola, sempre dagli agenti del commissariato di Ischia diretto dalla dottoressa Stefania Grasso. Le rom si erano intrufolate nell’abitazione occupata in quel momento da una anziana, a Cartaromana. Le due donne, scoperte dai poliziotti mentre ancora non erano riuscite a sottrarre nulla dalla villetta, sono state denunciate a piede libero per violazione di domicilio ed allontanate dall’isola. Notevole anche lo sforzo messo in campo sulle isole da carabinieri e guardia di finanza. Altri arresti per spaccio di droga sono stati, infatti, effettuati dai militari della compagnia di Ischia, mentre i carabinieri della stazione di Barano stanno attuando una serie di pressanti controlli sui venditori ambulanti abusivi. Controlli a tappeto anche da parte delle fiamme gialle su negozi, ristoranti, auto e barche di lusso. (Massimo Zivelli – Il Mattino)

Lascia una risposta