Sorrento, Rosario Fiorentino infuoca il Consiglio Comunale

0

Inserito da Salvatore Caccaviello

Riceviamo e pubblichiamo:

Oggi 5 agosto si è tenuto il Consiglio Comunale di Sorrento . La trattazione degli argomenti si è limitata ai provvedimenti propedeutici al bilancio di previsione del 2014. In particolare i regolamenti su Tasi,IMU,e Tavi . La stranezza ed unicità che si è votato una delibera ed un unico voto per i tre regolamenti tanto da farmi esprimere che è l’unico caso in Italia.
Chiaramente dall’opposizione sono venute una valanga di critiche e di proposte quasi tutte bocciate dalla maggioranza tranne quelle come mero atto di indirizzo che non toccano i 27 milioni di euro che entrano nelle cassa del Comune e vengono prese dalle tasche dei cittadini . Ben 7 milioni in più del bilancio di previsione del 2010. Quindi possiamo dire che in questi quattro anni la Giunta Cuomo ha sottratto dalle tasche dei cittadini di Sorrento ben 7 milioni in più. Per fare cosa ? Un bel niente. non ci sta bisogno di tante parole . Sotto gli occhi di tutti i cittadini ci sta il fallimento della Giunta Cuomo.Un fallimento annunciato e i sorrentini creduloni di promesse e di proclami inconsistenti e fasulli hanno deciso di votarli ugualmente. 5 anni fa circa era giustificabile oggi perseverare nell’errore non va bene.
Eppure hanno incassato soldi per 27 milioni di euro!! .Ripeto 27 milioni di euro!!… e nell’anno 2013 hanno aumentato l’aliquota irpef in modo tale da avere un incasso di oltre un milione 150 mila euro, con un entrata quadruplicata.
Sulla tassa dei rifiuti ho detto a chiare lettere dei gravi problemi che sono all’orizzonte e della necessità di un affiancamento della politica all’opera di Penisola Verde . Un Comune completamente assente. I risultati conseguiti di oltre il 60% di raccolta differenziata pur se apprezzabile non va bene in quanto il 2009 abbiamo lasciato il Comune di Sorrento al 63% quindi nessuno passo in avanti tranne che dei costi. Una politca ecologica e virtuosa per lanciare il Comune al 75% da stabilizzare a medio termine con azioni forte e di rilancio del progetto del porta a porta. In primo luogo una politica peninsulare evitando di subire sui rifiuti ciò che già è successo per la GORI dove le bollette sono alle stelle tutto è stato trasferito fuori zona,un calo verticale degli investimenti peggio non si può caro sindaco Cuomo.
Il tuo sogno per tanti cittadini di Sorrento ormai è diventato un incubo. Non si può  più andare avanti in questo modo. Bisogna cambiare passo e uomini. Un idea programma della città che evitando proclami inattuati, come unione dei comuni o comune unico che per 5 anni ci avete rotto i timpani si passa a cose concrete evitando di farci cadere addosso l’appuntamento del prossimo 12 ottobre di elezione della città metropolitana da parte dei consiglieri di tutta la provincia di Napoli 93 comuni ogni lista deve avere almeno 12 candidati massimo 24 ed essere sottoscritta da almeno 85 pubblici amministratori. Serve inoltre sapere che il voto di un consigliere comunale di Sorrento vale molto meno di un voto del consiglio comunale di Napoli in rapporto ai residenti che possiede ogni comune. Conclusioni il sindaco sembrava scendere dalle stelle o uscire dalle stalle .Siamo fortemente preoccupati che se non ci sarà una forte sinergia di tutti e dico tutti Sorrento e la Penisola rischiano di restare fuori. Cosi per l’ATO dei rifiuti dobbiamo e ripeto dobbiamo presentarci uniti all’appuntamento cosi come siamo e si appare,siamo perdenti in partenza per questo e per le altre considerazioni che svilupperò a breve abbiamo sigillato il nostro voto contrario.
Non è mancata una forte e dura polemica  tra il sottoscritto e l’assessore Raffaele Apreda,…. non mi piace più! – 05 agosto 2014 – Rosario Fiorentino Consigliere di Opposizione.

Inserito da Salvatore Caccaviello

Riceviamo e pubblichiamo:

Oggi 5 agosto si è tenuto il Consiglio Comunale di Sorrento . La trattazione degli argomenti si è limitata ai provvedimenti propedeutici al bilancio di previsione del 2014. In particolare i regolamenti su Tasi,IMU,e Tavi . La stranezza ed unicità che si è votato una delibera ed un unico voto per i tre regolamenti tanto da farmi esprimere che è l'unico caso in Italia.
Chiaramente dall'opposizione sono venute una valanga di critiche e di proposte quasi tutte bocciate dalla maggioranza tranne quelle come mero atto di indirizzo che non toccano i 27 milioni di euro che entrano nelle cassa del Comune e vengono prese dalle tasche dei cittadini . Ben 7 milioni in più del bilancio di previsione del 2010. Quindi possiamo dire che in questi quattro anni la Giunta Cuomo ha sottratto dalle tasche dei cittadini di Sorrento ben 7 milioni in più. Per fare cosa ? Un bel niente. non ci sta bisogno di tante parole . Sotto gli occhi di tutti i cittadini ci sta il fallimento della Giunta Cuomo.Un fallimento annunciato e i sorrentini creduloni di promesse e di proclami inconsistenti e fasulli hanno deciso di votarli ugualmente. 5 anni fa circa era giustificabile oggi perseverare nell'errore non va bene.
Eppure hanno incassato soldi per 27 milioni di euro!! .Ripeto 27 milioni di euro!!… e nell'anno 2013 hanno aumentato l'aliquota irpef in modo tale da avere un incasso di oltre un milione 150 mila euro, con un entrata quadruplicata.
Sulla tassa dei rifiuti ho detto a chiare lettere dei gravi problemi che sono all'orizzonte e della necessità di un affiancamento della politica all'opera di Penisola Verde . Un Comune completamente assente. I risultati conseguiti di oltre il 60% di raccolta differenziata pur se apprezzabile non va bene in quanto il 2009 abbiamo lasciato il Comune di Sorrento al 63% quindi nessuno passo in avanti tranne che dei costi. Una politca ecologica e virtuosa per lanciare il Comune al 75% da stabilizzare a medio termine con azioni forte e di rilancio del progetto del porta a porta. In primo luogo una politica peninsulare evitando di subire sui rifiuti ciò che già è successo per la GORI dove le bollette sono alle stelle tutto è stato trasferito fuori zona,un calo verticale degli investimenti peggio non si può caro sindaco Cuomo.
Il tuo sogno per tanti cittadini di Sorrento ormai è diventato un incubo. Non si può  più andare avanti in questo modo. Bisogna cambiare passo e uomini. Un idea programma della città che evitando proclami inattuati, come unione dei comuni o comune unico che per 5 anni ci avete rotto i timpani si passa a cose concrete evitando di farci cadere addosso l'appuntamento del prossimo 12 ottobre di elezione della città metropolitana da parte dei consiglieri di tutta la provincia di Napoli 93 comuni ogni lista deve avere almeno 12 candidati massimo 24 ed essere sottoscritta da almeno 85 pubblici amministratori. Serve inoltre sapere che il voto di un consigliere comunale di Sorrento vale molto meno di un voto del consiglio comunale di Napoli in rapporto ai residenti che possiede ogni comune. Conclusioni il sindaco sembrava scendere dalle stelle o uscire dalle stalle .Siamo fortemente preoccupati che se non ci sarà una forte sinergia di tutti e dico tutti Sorrento e la Penisola rischiano di restare fuori. Cosi per l'ATO dei rifiuti dobbiamo e ripeto dobbiamo presentarci uniti all'appuntamento cosi come siamo e si appare,siamo perdenti in partenza per questo e per le altre considerazioni che svilupperò a breve abbiamo sigillato il nostro voto contrario.
Non è mancata una forte e dura polemica  tra il sottoscritto e l'assessore Raffaele Apreda,….
non mi piace più! – 05 agosto 2014 – Rosario Fiorentino Consigliere di Opposizione.