La Coppa delle due Costiere a Luigi Vinaccia

0

È ritornata dopo una pausa con tanta passione nei partecipanti

 

PIANO DI SORRENTO – Domenica scorsa 3 agosto sono tornati a rombare i motori delle auto che hanno partecipato alla 26^ edizione della Coppa delle due Costiere che si è svolta sulla colline della penisola sorrentina.

Sulle SS 145 collinare che porta dal comune di Piano di Sorrento e si inerpica fino al Picco Sant’Angelo di Sorrento, è ritornata dopo qualche anno di pausa questa corsa che ha visto in gara ben sessantadue auto di vari team in tre manche. I partecipanti che hanno proposto in gara le più svariate auto: dalle 500 alle 112 Abart, da quelle tipo Ferrari a quelle come le Peugeot, che si sono date battaglia su un percorso non facile. Infatti se la partenza (ore 13,00) era sul breve rettilineo adiacente l’ingresso dell’Hotel Occhio Marino, il percorso a slalom tra gli ostacoli posti sull’asfalto è stato reso alquanto incidentato dalle varie curve, specie quelle a gomito, fino al traguardo posto sul Picco Sant’Angelo. La competizione ha visto i vari protagonisti, provenienti non solo per lo più dalla penisola sorrentina, ma anche dalla Campania e fuori, metterci tutto il loro impegno. Dopo qualche anno di stasi grazie sia al Rombo Team Napoli ed al suo presidente Luigi Papale, in collaborazione con i comuni di Piano di Sorrento, Sant’Agnello e Sorrento, la corsa che è nata nel 1986 è ritornata alla luce anche all’impegno di molti tra cui luigi Vinaccia. Il noto ed ormai navigato pilota massese ha dato una spinta affinché si ritornasse a correre questa corsa che alla fine ha premiato tutti, in Piazza Sagristani ai Colli di Fontanelle,  con le varie coppe (distribuite dal presidente del Rombo Team Napoli Papale) che erano in palio nelle varie e molte categorie. Ma chi ha premuto di più il piede sull’acceleratore è stato Luigi Vinaccia (Autosport Sorrento Racing Team) che alla fine è risultato il primo vincitore in assoluto con 112,07 punti, a ruota gli è seguito Venanzio Salvatore con 112,69 della stessa scuderia, al terzo posto si è classificato Emanuele Fabio (Campobasso Corse) con 113,01, quarto è risultato Castellano Salvatore (Autosport Sorrento Racing Team)a 114,35 e quinto Miccio Gianluca (Cuore Racing) con 117,57, poi tutti gli altri a seguire.

 

                                           Le foto di Rosario Criscuolo

     

   

   

   

   

   

 

GIUSEPPE SPASIANO 

È ritornata dopo una pausa con tanta passione nei partecipanti

 

PIANO DI SORRENTO – Domenica scorsa 3 agosto sono tornati a rombare i motori delle auto che hanno partecipato alla 26^ edizione della Coppa delle due Costiere che si è svolta sulla colline della penisola sorrentina.

Sulle SS 145 collinare che porta dal comune di Piano di Sorrento e si inerpica fino al Picco Sant’Angelo di Sorrento, è ritornata dopo qualche anno di pausa questa corsa che ha visto in gara ben sessantadue auto di vari team in tre manche. I partecipanti che hanno proposto in gara le più svariate auto: dalle 500 alle 112 Abart, da quelle tipo Ferrari a quelle come le Peugeot, che si sono date battaglia su un percorso non facile. Infatti se la partenza (ore 13,00) era sul breve rettilineo adiacente l’ingresso dell’Hotel Occhio Marino, il percorso a slalom tra gli ostacoli posti sull’asfalto è stato reso alquanto incidentato dalle varie curve, specie quelle a gomito, fino al traguardo posto sul Picco Sant’Angelo. La competizione ha visto i vari protagonisti, provenienti non solo per lo più dalla penisola sorrentina, ma anche dalla Campania e fuori, metterci tutto il loro impegno. Dopo qualche anno di stasi grazie sia al Rombo Team Napoli ed al suo presidente Luigi Papale, in collaborazione con i comuni di Piano di Sorrento, Sant’Agnello e Sorrento, la corsa che è nata nel 1986 è ritornata alla luce anche all’impegno di molti tra cui luigi Vinaccia. Il noto ed ormai navigato pilota massese ha dato una spinta affinché si ritornasse a correre questa corsa che alla fine ha premiato tutti, in Piazza Sagristani ai Colli di Fontanelle,  con le varie coppe (distribuite dal presidente del Rombo Team Napoli Papale) che erano in palio nelle varie e molte categorie. Ma chi ha premuto di più il piede sull’acceleratore è stato Luigi Vinaccia (Autosport Sorrento Racing Team) che alla fine è risultato il primo vincitore in assoluto con 112,07 punti, a ruota gli è seguito Venanzio Salvatore con 112,69 della stessa scuderia, al terzo posto si è classificato Emanuele Fabio (Campobasso Corse) con 113,01, quarto è risultato Castellano Salvatore (Autosport Sorrento Racing Team)a 114,35 e quinto Miccio Gianluca (Cuore Racing) con 117,57, poi tutti gli altri a seguire.

 

                                           Le foto di Rosario Criscuolo

     

   

   

   

   

   

 

GIUSEPPE SPASIANO