Positano puzza al depuratore e cacche di cani le proteste a Positanonews

0

E’ una continua lamentela che in questi giorni si fa sempre più frequente quello della puzza al depuratore e la presenza delle cacche dei cani per le strade a Positano in Costiera amalfitana. La puzza che proviene dal depuratore, che si trova sulla sinistra del rivo che scende in spiaggia, è un problema atavico, tanto che non fa quasi più notizia, periodicamente si sente questo olezzo che si fa più insistente, e sicuramente non è un bel biglietto da visita. Avviene , in buona sostanza, a causa del sistema di depurazione di Positano (che , ricordiamolo, è uno dei pochi paesi della costa d’ Amalfi , e uno dei pochissimi in Campania, che ha un depuratore) a base di biodischi, cioè di batteri anaerobici, microrganismi che distruggono i rifiuti, ebbene con le acque piovane e altre circostanze, capita che questi arrivino a morire e quindi è necessario sostituirli, operazioni che non avvengono sempre in tempi brevi, ciò non compromette la depurazione delle acque, stando alle analisi, ma sicuramente l’olfatto dei cittadini. Un problema ventennale che non si risolve, come pure quello , pure molto dibattuto sul web , del deposito alla Cascata o verso Tordigliano, in realtà per questi bisognerebbe far un discorso a parte perchè a Positano manca l’isola ecologica, l’ideale sarebbe ripristinare la Cascata come un tempo, ma necessita trovare l’alternativa, magari un’isola ecologica consortile con Praiano, dove pure manca, o a Tordigliano, ma li il comune di Vico Equense ha fatto molti problemi.. Altro problema dibattutissimo è quello dei rifiuti, a volte vengono raccolti con ritardo per colpa delle proteste del consorzio di Salerno da cui dipendiamo, da questo punto di vista il comune si è organizzato autonomamente, nei limiti del possibile, e c’è anche un servizio di pulizia del mare . Ma è un altro il problema più sentito in questi giorni, le cacche dei cani.  Abbiamo ricevuto decine di telefonate, alcune di cittadini che hanno raccolto le cacche nelle buste ma nessuno è venuto a raccoglierle a Montepertuso, e altro ancora, a meno di pensare al Dna , come ha fatto Capri, pure assillata da questo problema, non si sa come risolvere questa problematica. Giulio Gargiulo, sulle pagine di Positanonews, ha proposto addirittura di fare un comitato per pulire le cacche dei cani perchè per le forze di un Comune è impossibile affrontarle tutte “Le spese per la pulizia del paese assorbono già enormi risorse , cosa che a volte impedisce di fare altre cose – spiega il vicesindaco Francesco Fusco -, per quanto riguarda il depuratore c’è un finanziamento per la deodorizzazione di due milioni di euro della Regione Campania” . Intanto il problema c’è e gli operatori e cittadini protestano “Ci stiamo adoperando al meglio, questa notte Giovanni (l’operatore) è stato impegnato fino all’una di notte – dice il sindaco Michele De Lucia -, il depuratore ha oltre venti anni sicuramente va adeguato, ma il problema è anche chi scarica di tutto, comportando danni al sistema della depurazione costringendoci ad intervenire continuamente. Abbiamo ben due progetti che dovrebbero risolvere il problema in qualche modo”. C’è chi invoca maggiori controlli sia per gli scarichi che per le cacche di cane “C’era la vigilanza ambientale prima – dice Salvatore Cuccurullo , facendo sanzioni le persone si comportavano più correttamente” “Abbiamo provato ad individuare i responsabili – dice De Lucia -, non è facile, se ci riusciamo faremo non solo sanzioni amministrative ma, per quanto riguarda eventuali sversamenti nel depuratore, anche denunce penali” 

E' una continua lamentela che in questi giorni si fa sempre più frequente quello della puzza al depuratore e la presenza delle cacche dei cani per le strade a Positano in Costiera amalfitana. La puzza che proviene dal depuratore, che si trova sulla sinistra del rivo che scende in spiaggia, è un problema atavico, tanto che non fa quasi più notizia, periodicamente si sente questo olezzo che si fa più insistente, e sicuramente non è un bel biglietto da visita. Avviene , in buona sostanza, a causa del sistema di depurazione di Positano (che , ricordiamolo, è uno dei pochi paesi della costa d' Amalfi , e uno dei pochissimi in Campania, che ha un depuratore) a base di biodischi, cioè di batteri anaerobici, microrganismi che distruggono i rifiuti, ebbene con le acque piovane e altre circostanze, capita che questi arrivino a morire e quindi è necessario sostituirli, operazioni che non avvengono sempre in tempi brevi, ciò non compromette la depurazione delle acque, stando alle analisi, ma sicuramente l'olfatto dei cittadini. Un problema ventennale che non si risolve, come pure quello , pure molto dibattuto sul web , del deposito alla Cascata o verso Tordigliano, in realtà per questi bisognerebbe far un discorso a parte perchè a Positano manca l'isola ecologica, l'ideale sarebbe ripristinare la Cascata come un tempo, ma necessita trovare l'alternativa, magari un'isola ecologica consortile con Praiano, dove pure manca, o a Tordigliano, ma li il comune di Vico Equense ha fatto molti problemi.. Altro problema dibattutissimo è quello dei rifiuti, a volte vengono raccolti con ritardo per colpa delle proteste del consorzio di Salerno da cui dipendiamo, da questo punto di vista il comune si è organizzato autonomamente, nei limiti del possibile, e c'è anche un servizio di pulizia del mare . Ma è un altro il problema più sentito in questi giorni, le cacche dei cani.  Abbiamo ricevuto decine di telefonate, alcune di cittadini che hanno raccolto le cacche nelle buste ma nessuno è venuto a raccoglierle a Montepertuso, e altro ancora, a meno di pensare al Dna , come ha fatto Capri, pure assillata da questo problema, non si sa come risolvere questa problematica. Giulio Gargiulo, sulle pagine di Positanonews, ha proposto addirittura di fare un comitato per pulire le cacche dei cani perchè per le forze di un Comune è impossibile affrontarle tutte "Le spese per la pulizia del paese assorbono già enormi risorse , cosa che a volte impedisce di fare altre cose – spiega il vicesindaco Francesco Fusco -, per quanto riguarda il depuratore c'è un finanziamento per la deodorizzazione di due milioni di euro della Regione Campania" . Intanto il problema c'è e gli operatori e cittadini protestano "Ci stiamo adoperando al meglio, questa notte Giovanni (l'operatore) è stato impegnato fino all'una di notte – dice il sindaco Michele De Lucia -, il depuratore ha oltre venti anni sicuramente va adeguato, ma il problema è anche chi scarica di tutto, comportando danni al sistema della depurazione costringendoci ad intervenire continuamente. Abbiamo ben due progetti che dovrebbero risolvere il problema in qualche modo". C'è chi invoca maggiori controlli sia per gli scarichi che per le cacche di cane "C'era la vigilanza ambientale prima – dice Salvatore Cuccurullo , facendo sanzioni le persone si comportavano più correttamente" "Abbiamo provato ad individuare i responsabili – dice De Lucia -, non è facile, se ci riusciamo faremo non solo sanzioni amministrative ma, per quanto riguarda eventuali sversamenti nel depuratore, anche denunce penali" 

Lascia una risposta