Vietri sul mare tariffe TASI e IMU

0

 Il consiglio comunale si è occupato della Iuc, approvando il regolamento e rinviando la determinazione delle aliquote a quando ci sarà anche l’approvazione in commissione. Non si pagherà invece l’Imu sulla prima casa mentre per le altre abitazioni non principali sarà del 10.60 per mille. Pari allo zero la Tasi. Per le attività produttive, categoria D, l’Imu sarà del 10,60 per mille così ripartita: 3 per mille al Comune e 7,60 per mille allo Stato. Inalterata infine la Tari. Il sindaco Francesco Benincasa, poi, rispondendo alle interrogazioni proposte dai consiglieri di minoranza del gruppo “Vietri in comune”, ha di fatto aperto un canale privilegiato di confronto, soprattutto in virtù di una collaborazione che cerca da tempo con questa parte della minoranza. Tre i temi proposti nelle interrogazioni dei consiglieri di minoranza Massimiliano Granozi e Alessio Serretiello: la scelta del nuovo comandante dei vigili urbani, i locali che disturberebbero la quiete pubblica e l’aggiornamento del sito del Comune. Sul primo argomento, è stato evidenziato che il nuovo comandante sarà scelto dopo un attento esame dei curricula che perverranno in questi giorni al Comune, ma che nessuna decisione è stata ancora presa; e sull’eventuale candidato interno, il sindaco ha detto che l’elemento che potrebbe avere i requisiti è però “improponibile ed inopportuno”. Sulla questione dei locali, invece, il primo cittadino ha ribadito che «l’Arpac ha effettuato i controlli in questi giorni e pare non siano emerse anomalie,anche se si è ancora in attesa del responso dei tecnici; tengo però a ribadire che il Lloyd’s Baia Hotel per le serate danzanti non è in possesso di alcuna autorizzazione». Infine a proposito del sito, sarebbe stato aggiornato in questi giorni mentre è stato chiesto alla società che lo gestisce di provvedere immediatamente alle modifiche di legge. Duro invece lo scontro sui problemi delle frazioni con Antonio Borrelli, accusato dal sindaco di essere “demagogo e populista”. Antonio Di Giovanni

 Il consiglio comunale si è occupato della Iuc, approvando il regolamento e rinviando la determinazione delle aliquote a quando ci sarà anche l’approvazione in commissione. Non si pagherà invece l’Imu sulla prima casa mentre per le altre abitazioni non principali sarà del 10.60 per mille. Pari allo zero la Tasi. Per le attività produttive, categoria D, l’Imu sarà del 10,60 per mille così ripartita: 3 per mille al Comune e 7,60 per mille allo Stato. Inalterata infine la Tari. Il sindaco Francesco Benincasa, poi, rispondendo alle interrogazioni proposte dai consiglieri di minoranza del gruppo “Vietri in comune”, ha di fatto aperto un canale privilegiato di confronto, soprattutto in virtù di una collaborazione che cerca da tempo con questa parte della minoranza. Tre i temi proposti nelle interrogazioni dei consiglieri di minoranza Massimiliano Granozi e Alessio Serretiello: la scelta del nuovo comandante dei vigili urbani, i locali che disturberebbero la quiete pubblica e l’aggiornamento del sito del Comune. Sul primo argomento, è stato evidenziato che il nuovo comandante sarà scelto dopo un attento esame dei curricula che perverranno in questi giorni al Comune, ma che nessuna decisione è stata ancora presa; e sull’eventuale candidato interno, il sindaco ha detto che l’elemento che potrebbe avere i requisiti è però “improponibile ed inopportuno”. Sulla questione dei locali, invece, il primo cittadino ha ribadito che «l’Arpac ha effettuato i controlli in questi giorni e pare non siano emerse anomalie,anche se si è ancora in attesa del responso dei tecnici; tengo però a ribadire che il Lloyd’s Baia Hotel per le serate danzanti non è in possesso di alcuna autorizzazione». Infine a proposito del sito, sarebbe stato aggiornato in questi giorni mentre è stato chiesto alla società che lo gestisce di provvedere immediatamente alle modifiche di legge. Duro invece lo scontro sui problemi delle frazioni con Antonio Borrelli, accusato dal sindaco di essere “demagogo e populista”. Antonio Di Giovanni