Battipaglia. Gru crolla tra le case, paura a Belvedere

0

Battipaglia. Attimi di terrore ieri pomeriggio nel quartiere Belvedere a causa dell’improvviso crollo di una gru. L’impalcatura, montata in un cantiere tra via Fausto Coppi e via Compagnoni, ha ceduto intorno alle 17, finendo prima contro la parete esterna di una palazzina adiacente, quindi a terra. Fortunatamente non si è registrato alcun danno a persone o veicoli. A farne le spese è stata la parete contro cui è finita la gru prima di adagiarsi a terra, dove ha provocato un grosso buco e la rottura della grondaia esterna. Il crollo dell’impalcatura, di circa venti metri, ha causato anche un guasto al sistema idrico locale. Sul posto sono giunte due pattuglie dei Vigili del Fuoco di Salerno, i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, una pattuglia della Polizia municipale, chiamati dagli abitanti del posto che hanno assistito all’incidente. Presenti anche i sanitari del 118, rimasti tuttavia inoperosi vista l’assenza di feriti o contusi sul campo. Per i residenti della zona, area molto popolosa del quartiere Belvedere a pochi passi dallo svincolo autostradale, solo tanta paura. Il forte boato provocato dal crollo della gru è stato sentito per centinaia di metri. Decine di persone sono scese in strada per paura di eventuali crolli o danneggiamenti all’edificio esterno. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine presenti sul posto, che hanno ascoltato i residenti della zona, la gru non sarebbe stata fissata al suolo nel migliore dei modi. Ipotesi che chiaramente resta tutta da verificare. Inoltre, i continui movimenti di mezzi sul cantiere avrebbero provocato smottamenti e vibrazioni con ripercussioni sull’equilibrio della gru. Stando sempre a ciò che avrebbero riferito gli abitanti del quartiere alle forze dell’ordine, all’estremità della stessa gru sarebbe stato fissato nella mattinata di ieri un peso eccessivo. Proprio dove è crollata la gru sono soliti parcheggiare le auto i residenti dei palazzi adiacenti. Nello stesso cortile, inoltre, spesso giocano bambini e ragazzi. Se qualcuno fosse stato presente al momento dell’incidente, la tragedia sarebbe stata inevitabile. Le forze dell’ordine hanno provveduto a contattare il proprietario del cantiere e la ditta che sta eseguendo i lavori. A questi è stato intimato di rimuovere con somma urgenza il relitto della gru, provvedendo anche a sanare i danni alla parete esterna e alla grondaia del palazzo adiacente. Gli stessi proprietari del cantiere dovrebbero provvedere, a proprie spese, ad aggiustare le tubature dell’acqua danneggiate dal crollo dell’impalcatura. Non è escluso che il cantiere in questione possa essere bloccato dalle forze dell’ordine fino a quando la gru non sarà stata rimossa e i danni riparati. (Francesco Piccolo – La Città di Salerno)    

Battipaglia. Attimi di terrore ieri pomeriggio nel quartiere Belvedere a causa dell’improvviso crollo di una gru. L’impalcatura, montata in un cantiere tra via Fausto Coppi e via Compagnoni, ha ceduto intorno alle 17, finendo prima contro la parete esterna di una palazzina adiacente, quindi a terra. Fortunatamente non si è registrato alcun danno a persone o veicoli. A farne le spese è stata la parete contro cui è finita la gru prima di adagiarsi a terra, dove ha provocato un grosso buco e la rottura della grondaia esterna. Il crollo dell’impalcatura, di circa venti metri, ha causato anche un guasto al sistema idrico locale. Sul posto sono giunte due pattuglie dei Vigili del Fuoco di Salerno, i carabinieri della Compagnia di Battipaglia, una pattuglia della Polizia municipale, chiamati dagli abitanti del posto che hanno assistito all’incidente. Presenti anche i sanitari del 118, rimasti tuttavia inoperosi vista l’assenza di feriti o contusi sul campo. Per i residenti della zona, area molto popolosa del quartiere Belvedere a pochi passi dallo svincolo autostradale, solo tanta paura. Il forte boato provocato dal crollo della gru è stato sentito per centinaia di metri. Decine di persone sono scese in strada per paura di eventuali crolli o danneggiamenti all’edificio esterno. Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine presenti sul posto, che hanno ascoltato i residenti della zona, la gru non sarebbe stata fissata al suolo nel migliore dei modi. Ipotesi che chiaramente resta tutta da verificare. Inoltre, i continui movimenti di mezzi sul cantiere avrebbero provocato smottamenti e vibrazioni con ripercussioni sull’equilibrio della gru. Stando sempre a ciò che avrebbero riferito gli abitanti del quartiere alle forze dell’ordine, all’estremità della stessa gru sarebbe stato fissato nella mattinata di ieri un peso eccessivo. Proprio dove è crollata la gru sono soliti parcheggiare le auto i residenti dei palazzi adiacenti. Nello stesso cortile, inoltre, spesso giocano bambini e ragazzi. Se qualcuno fosse stato presente al momento dell’incidente, la tragedia sarebbe stata inevitabile. Le forze dell’ordine hanno provveduto a contattare il proprietario del cantiere e la ditta che sta eseguendo i lavori. A questi è stato intimato di rimuovere con somma urgenza il relitto della gru, provvedendo anche a sanare i danni alla parete esterna e alla grondaia del palazzo adiacente. Gli stessi proprietari del cantiere dovrebbero provvedere, a proprie spese, ad aggiustare le tubature dell’acqua danneggiate dal crollo dell’impalcatura. Non è escluso che il cantiere in questione possa essere bloccato dalle forze dell’ordine fino a quando la gru non sarà stata rimossa e i danni riparati. (Francesco Piccolo – La Città di Salerno)