Terrore a Napoli, turista sequestrato sul lungomare: «Ti uccido, andiamo a prelevare tutti i tuoi soldi»

0

Napoli – M.P., di Vibonati in provincia di Salerno, aveva scelto di trascorrere una serata sul Lungomare. Una cena a via Paertenope, quattro passi ep oi il rientro a casa. Ma la serata non è andata per il verso giusto. Intorno all’una e mezza di notte è stato avvicinato da un uomo che non gli ha lasciato scampo: «Dammi i soldi o ti ammazzo». La vittima aveva solo la fede nuziale e 70 euro nel portafoglio. Ha consegnato tutto, ma al rapinatore, Emanuele Todisco, 26 anni, il bottino non bastava. Così l’ha costretto, sempre sotto minaccia, a trovare un bancomat fare un prelievo (250 euro) e consegnagli tutto.

Il turista sotto choc si è rivolto ai carabinieri che pattugliano con auto elettrice via Partenope. Ha fatto una descrizione puntuale del rapinatore-sequestratore, e Todisco è stato preso, arrestato e verrà processato per direttissima.

Il bottino è stato riconsegnato al turista  ilmattino

 

Napoli – M.P., di Vibonati in provincia di Salerno, aveva scelto di trascorrere una serata sul Lungomare. Una cena a via Paertenope, quattro passi ep oi il rientro a casa. Ma la serata non è andata per il verso giusto. Intorno all'una e mezza di notte è stato avvicinato da un uomo che non gli ha lasciato scampo: «Dammi i soldi o ti ammazzo». La vittima aveva solo la fede nuziale e 70 euro nel portafoglio. Ha consegnato tutto, ma al rapinatore, Emanuele Todisco, 26 anni, il bottino non bastava. Così l'ha costretto, sempre sotto minaccia, a trovare un bancomat fare un prelievo (250 euro) e consegnagli tutto.

Il turista sotto choc si è rivolto ai carabinieri che pattugliano con auto elettrice via Partenope. Ha fatto una descrizione puntuale del rapinatore-sequestratore, e Todisco è stato preso, arrestato e verrà processato per direttissima.

Il bottino è stato riconsegnato al turista  ilmattino