Per il Napoli Behrami e Dzemaili out, ora il sogno è Fellaini

0

Povero Riccardo Bigon. Neppure di un dj si può fidare. Potrebbe essere stato proprio un tweet di un famoso uomo delle notti in discoteca a svelare il suo obiettivo che andava nascondendo da tanto tempo. Un tweet di un tifoso che lo ha riconosciuto all’interno di una hall dello Sheraton dell’aeroporto di Bruxelles mentre era a un incontro con i due manager di Marouane Fellaini, il marocchino ma con passaporto belga che il Manchester United ha comprato dall’Everton la scorsa estate per 27 milioni di sterline, ovvero più o meno 32 milioni di euro. Già, un mediano con grande propensione offensiva, titolare della nazionale belga, dunque compagno di Mertens e dalla zazzera e dal fisico inconfondibile: è pieno di ricci ed è alto 194 cm. Lasciò Liverpool dodici mesi fa spiegando che «lì non poteva più vivere perché troppo corteggiato dalle donne». Meglio Manchester, disse. Il Napoli sta cercando di capire come lo United eventualmente sarebbe disposto a darlo via: in prestito o a titolo definitivo. Certo, ha un ingaggio bello alto: circa 3,9 milioni a stagione. Insomma un grande sforzo, ma senza dubbio un vero top player. Affare non semplicissimo. Ma una gran bella ciliegina sulla torta azzurra. Un colpo degno del Napoli: anche dodici mesi fa inseguì per settimane Jackson Martinez e Leandro Damiao prima di accordarsi in poche ore con Gonzalo Higuain. Il Napoli in queste ore deve comunque stare attento alla corte, spietata, dell’Atletico Madrid per Callejon. De Laurentiis e Benitez sono stati chiari sul punto, ma i Colchoneros sono in fastidiosa pressione sull’attaccante che, con Cazorla, è nel mirino di Simeone. Attenzione però: è un ex Real e questo non piace ai tifosi dell’Atletico che infatti hanno fatto sapere al club di non volere Callejon. Dunque, occhio alle entrate e anche alle uscite: Dzemaili e Behrami sono in lista di partenza, ormai è chiaro. Ieri non sono stati impiegati da Benitez nell’ultima amichevole anche se la società nega che si tratti di una esclusione. Anzi. Rafa a fine gara spiega che: «Volevo valutare contro il Kalloni giocatori come Vargas, Luperto, Dumitru e a centrocampo Radosevic e Gargano. Ed è per questo che ho lasciato a riposo Dzemaili e Behrami». Pare che ieri mattina, nella sala ristorante dell’Hotel Rosatti, De Laurentiis e Behrami non si siano neanche salutati. Una spiegazione che comunque non cambia le strategie di mercato del Napoli che da tempo pensa di far partire i due svizzeri: Dzemaili è corteggiato dall’Amburgo, mentre appare difficile che l’Inter, che pure era stato vicino a Behrami, possa adesso tornare alla carica. Anche perché il Napoli non lo dà via per meno di 10 milioni di euro. In questo caso, servono almeno due mediani: nella rosa dei candidati ci sono sempre i soliti nomi, da Kramer e M’Poku, passando per Fer e Claise, obiettivi da tenere d’occhio. A proposito del tedesco: sarebbe il Bayer Leverkusen ad aver contattato il Napoli per poter riaprire il discorso per il centrocampista campione del mondo. In effetti, l’accordo con il Borussia Moenchengladbach prevede davvero pochi spiccioli per il Leverkusen. Che ha interesse a guadagnare, e bene, dalla cessione del talento 23enne. Il Napoli, dopo la delusione di Gonalons, ha deciso di non perdere troppo tempo a inseguire i propri obiettivi. (Pino Taormina – Il Mattino)

Povero Riccardo Bigon. Neppure di un dj si può fidare. Potrebbe essere stato proprio un tweet di un famoso uomo delle notti in discoteca a svelare il suo obiettivo che andava nascondendo da tanto tempo. Un tweet di un tifoso che lo ha riconosciuto all'interno di una hall dello Sheraton dell'aeroporto di Bruxelles mentre era a un incontro con i due manager di Marouane Fellaini, il marocchino ma con passaporto belga che il Manchester United ha comprato dall'Everton la scorsa estate per 27 milioni di sterline, ovvero più o meno 32 milioni di euro. Già, un mediano con grande propensione offensiva, titolare della nazionale belga, dunque compagno di Mertens e dalla zazzera e dal fisico inconfondibile: è pieno di ricci ed è alto 194 cm. Lasciò Liverpool dodici mesi fa spiegando che «lì non poteva più vivere perché troppo corteggiato dalle donne». Meglio Manchester, disse. Il Napoli sta cercando di capire come lo United eventualmente sarebbe disposto a darlo via: in prestito o a titolo definitivo. Certo, ha un ingaggio bello alto: circa 3,9 milioni a stagione. Insomma un grande sforzo, ma senza dubbio un vero top player. Affare non semplicissimo. Ma una gran bella ciliegina sulla torta azzurra. Un colpo degno del Napoli: anche dodici mesi fa inseguì per settimane Jackson Martinez e Leandro Damiao prima di accordarsi in poche ore con Gonzalo Higuain. Il Napoli in queste ore deve comunque stare attento alla corte, spietata, dell'Atletico Madrid per Callejon. De Laurentiis e Benitez sono stati chiari sul punto, ma i Colchoneros sono in fastidiosa pressione sull'attaccante che, con Cazorla, è nel mirino di Simeone. Attenzione però: è un ex Real e questo non piace ai tifosi dell'Atletico che infatti hanno fatto sapere al club di non volere Callejon. Dunque, occhio alle entrate e anche alle uscite: Dzemaili e Behrami sono in lista di partenza, ormai è chiaro. Ieri non sono stati impiegati da Benitez nell’ultima amichevole anche se la società nega che si tratti di una esclusione. Anzi. Rafa a fine gara spiega che: «Volevo valutare contro il Kalloni giocatori come Vargas, Luperto, Dumitru e a centrocampo Radosevic e Gargano. Ed è per questo che ho lasciato a riposo Dzemaili e Behrami». Pare che ieri mattina, nella sala ristorante dell’Hotel Rosatti, De Laurentiis e Behrami non si siano neanche salutati. Una spiegazione che comunque non cambia le strategie di mercato del Napoli che da tempo pensa di far partire i due svizzeri: Dzemaili è corteggiato dall'Amburgo, mentre appare difficile che l'Inter, che pure era stato vicino a Behrami, possa adesso tornare alla carica. Anche perché il Napoli non lo dà via per meno di 10 milioni di euro. In questo caso, servono almeno due mediani: nella rosa dei candidati ci sono sempre i soliti nomi, da Kramer e M’Poku, passando per Fer e Claise, obiettivi da tenere d’occhio. A proposito del tedesco: sarebbe il Bayer Leverkusen ad aver contattato il Napoli per poter riaprire il discorso per il centrocampista campione del mondo. In effetti, l'accordo con il Borussia Moenchengladbach prevede davvero pochi spiccioli per il Leverkusen. Che ha interesse a guadagnare, e bene, dalla cessione del talento 23enne. Il Napoli, dopo la delusione di Gonalons, ha deciso di non perdere troppo tempo a inseguire i propri obiettivi. (Pino Taormina – Il Mattino)