GIORGIO ARMANI IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE DI MILANO APRE IL SUO PERSONALE MUSEO

0

 Nella capitale della moda, grazie alla collaborazione tra il Comune e la Giorgio Armani SpA, verrà inaugurato un intero spazio espositivo dedicato alla moda di Giorgio Armani

 Il museo Giorgio Armani sorgerà in Via Bergognone, poco lontano dal Teatro Armani in cui solitamente sfilano le collezioni dello stilista durante la Fahion Week, precisamente l’esposizione permanente verrà allestita negli spaxi dell’ex Ansaldo, un’area in via riqualificazione.

Nel museo troverà spazio una collezione permanente composta dagli abiti iconici realizzati dallo stilista nel corso della lunga carriera, in esposizione ci saranno anche bozzetti, disegni e fotografie del designer. Oltre a celebrare lo stile  di Armani il museo è stato pensato come un spazio espositivo in cui verranno allestite mostre dedicate alla moda e al design, ci saranno poi una biblioteca, una sala conferenze e diversi spazi in cui verranno ospitati corsi di formazione.  “E’ Milano la città dove ho scelto di vivere e lavorare, e che è stata per me una dura e leale maestra – spiega Giorgio Armani in una nota diffusa dal Comune – per questo ho deciso di mettere a disposizione il frutto del mio lavoro, fatto non soltanto di abiti ma di senso della materia e di esperienza”. 

 Nella capitale della moda, grazie alla collaborazione tra il Comune e la Giorgio Armani SpA, verrà inaugurato un intero spazio espositivo dedicato alla moda di Giorgio Armani

 Il museo Giorgio Armani sorgerà in Via Bergognone, poco lontano dal Teatro Armani in cui solitamente sfilano le collezioni dello stilista durante la Fahion Week, precisamente l’esposizione permanente verrà allestita negli spaxi dell’ex Ansaldo, un’area in via riqualificazione.

Nel museo troverà spazio una collezione permanente composta dagli abiti iconici realizzati dallo stilista nel corso della lunga carriera, in esposizione ci saranno anche bozzetti, disegni e fotografie del designer. Oltre a celebrare lo stile  di Armani il museo è stato pensato come un spazio espositivo in cui verranno allestite mostre dedicate alla moda e al design, ci saranno poi una biblioteca, una sala conferenze e diversi spazi in cui verranno ospitati corsi di formazione.  “E’ Milano la città dove ho scelto di vivere e lavorare, e che è stata per me una dura e leale maestra – spiega Giorgio Armani in una nota diffusa dal Comune – per questo ho deciso di mettere a disposizione il frutto del mio lavoro, fatto non soltanto di abiti ma di senso della materia e di esperienza”. 

Lascia una risposta