Questa sera Concerto di Mauro Pagani a Napoli

0

“MAURO PAGANI, CREUZA DE MA 2014. IL VIAGGIO CONTINUA…”

NAPOLI, SABATO 26 LUGLIO ORE 21.00 ARENA FORUM OF THE SEA, ROTONDA DIAZ

Arriva sabato 26 luglio sul palco di Dock of Sounds, la manifestazione musicale del Forum

Universale delle Culture completamente gratuita, il concerto “Mauro Pagani, Creuza de Ma 2014.

Il viaggio continua…”

Mauro Pagani, il grande talento le cui vicende sono notoriamente legate ad uno dei gruppi

musicale più amati del rock italiano, la Premiata Forneria Marconi, è stato anche e soprattutto

compositore, produttore artistico e collaboratore di Fabrizio De André in molti suoi lavori

discografici, a cominciare da “Creuza de Ma’”di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario

dalla prima pubblicazione del disco riconosciuto come una delle pietre miliari della musica italiana.

Per festeggiare l’evento Mauro Pagani, insieme alla Fondazione De Andrè ha rimixato l’album, e

lo sta portando in giro per l’Italia per dare vita ad un concerto che intreccia in modo eccellente

passato e presente.“MAURO PAGANI, CREUZA DE MA 2014. IL VIAGGIO CONTINUA…”

NAPOLI, SABATO 26 LUGLIO ORE 21.00 ARENA FORUM OF THE SEA, ROTONDA DIAZ

Arriva sabato 26 luglio sul palco di Dock of Sounds, la manifestazione musicale del Forum

Universale delle Culture completamente gratuita, il concerto “Mauro Pagani, Creuza de Ma 2014.

Il viaggio continua…”

Mauro Pagani, il grande talento le cui vicende sono notoriamente legate ad uno dei gruppi

musicale più amati del rock italiano, la Premiata Forneria Marconi, è stato anche e soprattutto

compositore, produttore artistico e collaboratore di Fabrizio De André in molti suoi lavori

discografici, a cominciare da “Creuza de Ma’”di cui quest’anno ricorre il trentesimo anniversario

dalla prima pubblicazione del disco riconosciuto come una delle pietre miliari della musica italiana.

Per festeggiare l’evento Mauro Pagani, insieme alla Fondazione De Andrè ha rimixato l’album, e

lo sta portando in giro per l’Italia per dare vita ad un concerto che intreccia in modo eccellente

passato e presente.