Sorrento, luci sul Nastro Verde ,i giovani di Priora scrivono al Sindaco Cuomo.

0

di Salvatore Caccaviello

Sorrento – Tosta e molto concreta la nota inviata al Sindaco Giuseppe Cuomo ,da parte di un giovane cittadino di Priora, circa le numerose mancate promesse di vedere finalmente dopo anni di buio totale la realizzazione  dell’impianto di illuminazione sul tratto della  statale 145, Nastro Verde. Una strada molto importante per il territorio ,in quanto collega il centro della città con la costiera amalfitana  attraversando la frazione di Priora. Uno dei luoghi più suggestivi dell’intera penisola sorrentina  ma a quanto pare totalmente abbandonato dall’attuale Amministrazione.  La quale nonostante abbia avuto, nell’ultima tornata elettorale un’enorme consenso dalla popolazione residente, non ha posto ,in questi quattro anni  a differenza di altre parti del territorio magari meglio rappresentate in Consiglio Comunale,la dovuta attenzione nel risolvere problematiche di primaria importanza per la popolazione locale. Il giovane cittadino, senza mezzi termini, sollecita  per l’ennesima volta Sindaco ed Assessore ,senza perdersi  nei soliti proclami e promesse non mantenute, lasciando intendere di non essere affatto contento del loro operato. Di sicuro la cittadinanza non cadrà nella trappola di vedersi magari realizzate alcune di tali opere in prossimità delle nuove elezioni. Nel caso specifico sarebbe grave usare una tematica quale la sicurezza dei cittadini come un futuro spot elettorale. Infine di fronte alle numerose defaillances a cui si è assistito in questi anni  potrebbe ulteriormente risultare grave un tale scoraggiamento soprattutto se proveniente dalle nuove generazioni. (s.c.)

Gentilissimo Sindaco avv. Giuseppe Cuomo e assessore alla manutenzione della Città di Sorrento, Le riscrivo un’altra lettera per farLe presente ancora una volta la critica situazione riguardante la strada statale n.145 ovvero la Via Nastro Verde che coinvolge, in modo particolare, tutto il borgo di Priora. Sono trascorsi diversi mesi dall’ultima mia lettera riguardante questa grave situazione e sembrava che si sarebbe finalmente verificata la svolta, purtroppo stiamo ancora qui a raccontarci parole, promesse, ma nessun fatto. Dopo quattro anni di mandato, è ridicolo continuare a prendere in giro tutti noi cittadini, considerati di fascia B, visto che nel centro della città non manca mai e, ribadisco mai, niente, dalle illuminazioni natalizie al villaggio di babbo natale passando per l’albero e per tutte le altre cose inutili, mentre dell’impianto d’illuminazione della Nastro Verde neanche l’ombra di proposta d’inizio lavori sulle Vostre scrivanie. Sarebbe inutile ripetere le Sue inutili promesse elettorali tanto, non servirebbero a nulla!!! A mio avviso si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini di Priora che meriterebbero un’attenzione particolare dalla Vostra amministrazione; la Nastro Verde è una strada che ogni giorno mette a rischio la vita di centinaia di persone, visto che non è in sicurezza. La Vostra Amministrazione ha dato precedenza ad altri problemi trascurando il nostro che sussiste da ben oltre sei anni al punto che non possono esserci ancora scusanti. Era il maggio del 2013 quando Lei, Signor Sindaco, dichiarò che entro la fine dell’anno solare sarebbero finalmente iniziati i lavori di ripristino dell’impianto. Ormai col passare del tempo tutti noi “prioresi” iniziamo a mettere da parte l’idea che forse la Vostra amministrazione potesse essere ricordata con amore da noi, ovvero come quell’amministrazione che ha riportato l’illuminazione sulla Nastro Verde. A dire il vero iniziamo a guardarci intorno in cerca di persone che veramente si dedichino con più forte impegno alle nostra situazione, qualcuno di noi locali, per esempio, qualcuno che ha voglia di lottare per i nostri diritti e non di persone che guardano, promettono e passano. Concludo auspicando da Lei davvero una svolta a questa situazione che, con il passare del tempo, diventa sempre più imbarazzante e che va a nuocere anche l’immagine degli albergatori locali. Spero vivamente che noi cittadini alle prossime elezioni, possiamo appoggiare persone che realmente fanno qualcosa per il nostro borgo, e se permette Sig. Sindaco non credo che appoggeremo Voi. La mia lettera non ha lo scopo di accusare nessuno, bensì di segnalare nuovamente questo gravissimo problema. Detto ciò, la saluto cordialmente, b.s. .  – 25 luglio 2014 – salvatorecaccaviello  positanonews

di Salvatore Caccaviello

Sorrento – Tosta e molto concreta la nota inviata al Sindaco Giuseppe Cuomo ,da parte di un giovane cittadino di Priora, circa le numerose mancate promesse di vedere finalmente dopo anni di buio totale la realizzazione  dell’impianto di illuminazione sul tratto della  statale 145, Nastro Verde. Una strada molto importante per il territorio ,in quanto collega il centro della città con la costiera amalfitana  attraversando la frazione di Priora. Uno dei luoghi più suggestivi dell’intera penisola sorrentina  ma a quanto pare totalmente abbandonato dall’attuale Amministrazione.  La quale nonostante abbia avuto, nell’ultima tornata elettorale un’enorme consenso dalla popolazione residente, non ha posto ,in questi quattro anni  a differenza di altre parti del territorio magari meglio rappresentate in Consiglio Comunale,la dovuta attenzione nel risolvere problematiche di primaria importanza per la popolazione locale. Il giovane cittadino, senza mezzi termini, sollecita  per l’ennesima volta Sindaco ed Assessore ,senza perdersi  nei soliti proclami e promesse non mantenute, lasciando intendere di non essere affatto contento del loro operato. Di sicuro la cittadinanza non cadrà nella trappola di vedersi magari realizzate alcune di tali opere in prossimità delle nuove elezioni. Nel caso specifico sarebbe grave usare una tematica quale la sicurezza dei cittadini come un futuro spot elettorale. Infine di fronte alle numerose defaillances a cui si è assistito in questi anni  potrebbe ulteriormente risultare grave un tale scoraggiamento soprattutto se proveniente dalle nuove generazioni. (s.c.)

Gentilissimo Sindaco avv. Giuseppe Cuomo e assessore alla manutenzione della Città di Sorrento, Le riscrivo un'altra lettera per farLe presente ancora una volta la critica situazione riguardante la strada statale n.145 ovvero la Via Nastro Verde che coinvolge, in modo particolare, tutto il borgo di Priora. Sono trascorsi diversi mesi dall'ultima mia lettera riguardante questa grave situazione e sembrava che si sarebbe finalmente verificata la svolta, purtroppo stiamo ancora qui a raccontarci parole, promesse, ma nessun fatto. Dopo quattro anni di mandato, è ridicolo continuare a prendere in giro tutti noi cittadini, considerati di fascia B, visto che nel centro della città non manca mai e, ribadisco mai, niente, dalle illuminazioni natalizie al villaggio di babbo natale passando per l'albero e per tutte le altre cose inutili, mentre dell'impianto d'illuminazione della Nastro Verde neanche l'ombra di proposta d'inizio lavori sulle Vostre scrivanie. Sarebbe inutile ripetere le Sue inutili promesse elettorali tanto, non servirebbero a nulla!!! A mio avviso si tratta di una mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini di Priora che meriterebbero un'attenzione particolare dalla Vostra amministrazione; la Nastro Verde è una strada che ogni giorno mette a rischio la vita di centinaia di persone, visto che non è in sicurezza. La Vostra Amministrazione ha dato precedenza ad altri problemi trascurando il nostro che sussiste da ben oltre sei anni al punto che non possono esserci ancora scusanti. Era il maggio del 2013 quando Lei, Signor Sindaco, dichiarò che entro la fine dell'anno solare sarebbero finalmente iniziati i lavori di ripristino dell'impianto. Ormai col passare del tempo tutti noi "prioresi" iniziamo a mettere da parte l'idea che forse la Vostra amministrazione potesse essere ricordata con amore da noi, ovvero come quell'amministrazione che ha riportato l'illuminazione sulla Nastro Verde. A dire il vero iniziamo a guardarci intorno in cerca di persone che veramente si dedichino con più forte impegno alle nostra situazione, qualcuno di noi locali, per esempio, qualcuno che ha voglia di lottare per i nostri diritti e non di persone che guardano, promettono e passano. Concludo auspicando da Lei davvero una svolta a questa situazione che, con il passare del tempo, diventa sempre più imbarazzante e che va a nuocere anche l'immagine degli albergatori locali. Spero vivamente che noi cittadini alle prossime elezioni, possiamo appoggiare persone che realmente fanno qualcosa per il nostro borgo, e se permette Sig. Sindaco non credo che appoggeremo Voi. La mia lettera non ha lo scopo di accusare nessuno, bensì di segnalare nuovamente questo gravissimo problema. Detto ciò, la saluto cordialmente, b.s. .  – 25 luglio 2014 – salvatorecaccaviello  positanonews