Positano entusiasmo per Ferzan Ozpetek a Villa Treville

0

Positano, Costiera amalfitana .E’ stato entusiasmante l’incontro con  il regista Ferzan Ozpetek, autore di “Rosso Istanbul” (Mondadori), che insieme alla giornalista Titta Fiore, si e’ addentrato  tra i paesaggi di Istanbul. Rossa come i melograni, come i vecchi tram, come i carrettini dei venditori di simit, come certi tramonti sul Bosforo che mischiano lo scarlatto al blu, come lo smalto sulle unghie di una madre molto amata, Istanbul si trasforma nel palcoscenico di un amore che non conosce età, paese, tempo, ragione, differenze di sesso. Che sceglie e basta. Lo scenario era meraviglioso, nella villa che e’ stata di Franco Zeffirelli, dove e’ passato il mondo del cinema, con una accoglienza di classe organizzata con cura dal direttore, facendo aprire questo gioiello all’esterno, Ferzan Ozpetek si e’ trovato a suo agio ed e’ stato di una simpatia unica e travolgente, originario della Turchia, ha scelto l’Italia, alla domanda, ovvia, su come sia avvenuta questa scelta, prima risponde che in 37 anni gli hanno fatto migliaia di volte questa domanda, ma poi spiega che “le grandi scelte avvengono per caso..”, disarmante, come nei suoi film che parlano con grande delicatezza di sentimenti e malattie, facendo uscire dalla pesantezza del quotidiano… Ma anche successivamente all’incontro vi sono stati momenti , ripresi da Positanonews, come quelli di Pinketts con Carlo Cinque, il patron del San Pietro, che lo paragona al “Nuovo Dante” insomma il penultimo appuntamento di Mare, Sole e Cultura non ha deluso, e chi c’era ha trascorso  una serata indimenticabile , in un luogo da favola con personaggi di grande cultura  ALCUNI VIDEO PER IL WEB SUL CANALE DI POSITANONEWS TV 

Positano, Costiera amalfitana .E' stato entusiasmante l'incontro con  il regista Ferzan Ozpetek, autore di "Rosso Istanbul" (Mondadori), che insieme alla giornalista Titta Fiore, si e' addentrato  tra i paesaggi di Istanbul. Rossa come i melograni, come i vecchi tram, come i carrettini dei venditori di simit, come certi tramonti sul Bosforo che mischiano lo scarlatto al blu, come lo smalto sulle unghie di una madre molto amata, Istanbul si trasforma nel palcoscenico di un amore che non conosce età, paese, tempo, ragione, differenze di sesso. Che sceglie e basta. Lo scenario era meraviglioso, nella villa che e' stata di Franco Zeffirelli, dove e' passato il mondo del cinema, con una accoglienza di classe organizzata con cura dal direttore, facendo aprire questo gioiello all'esterno, Ferzan Ozpetek si e' trovato a suo agio ed e' stato di una simpatia unica e travolgente, originario della Turchia, ha scelto l'Italia, alla domanda, ovvia, su come sia avvenuta questa scelta, prima risponde che in 37 anni gli hanno fatto migliaia di volte questa domanda, ma poi spiega che "le grandi scelte avvengono per caso..", disarmante, come nei suoi film che parlano con grande delicatezza di sentimenti e malattie, facendo uscire dalla pesantezza del quotidiano… Ma anche successivamente all'incontro vi sono stati momenti , ripresi da Positanonews, come quelli di Pinketts con Carlo Cinque, il patron del San Pietro, che lo paragona al "Nuovo Dante" insomma il penultimo appuntamento di Mare, Sole e Cultura non ha deluso, e chi c'era ha trascorso  una serata indimenticabile , in un luogo da favola con personaggi di grande cultura  ALCUNI VIDEO PER IL WEB SUL CANALE DI POSITANONEWS TV