Vietri sul mare proteste per i commercianti ambulanti sulle spiaggie

0

VIETRI SUL MARE , Costiera amalfitana . A Marina i divieti non vengono affatto rispettati. I commercianti hanno molte volte intimato a “pseudoturisti”, di non entrare negli esercizi pubblici in costume, ma l’unica risposta che hanno ricevuto sono state una serie di improperi e mancate vendite. I vigili sono alle prese con il problema del parcheggio selvaggio soprattutto a Marina,ed essendo in pochi sono impossibilitati a svolgere un adeguato controllo. Ma è sulla spiaggia che avvengono le cose più gravi, con un esercito di venditori ambulanti abusivi che assillano i bagnanti affinché comprino la merce, o si facciano “massaggiare” o tatuare. Da ricordare che l’acquisto di prodotti di dubbia provenienza, da parte dei bagnanti, è punito, se l’acquirente è colto in flagrante, con pene severissime, ma soprattutto tatuaggi e massaggi, fatti con intrugli di dubbia provenienza, possono provocare seri danni alla salute, oltre a danni irreparabili alla pelle. Un tormento per chi vorrebbe godersi un po’ di sole, ma visto che i controlli sulla spiaggia sono totalmente assenti, a molti bagnanti non resta altro da fare che arrotolare gli asciugami e tornare a casa, con buona pace dei commercianti e degli stabilimenti balneari di Marina che stanno vedendo i loro affari colare letteralmente a picco. Una situazione molto difficile. Antonio Di Giovanni 

VIETRI SUL MARE , Costiera amalfitana . A Marina i divieti non vengono affatto rispettati. I commercianti hanno molte volte intimato a “pseudoturisti”, di non entrare negli esercizi pubblici in costume, ma l’unica risposta che hanno ricevuto sono state una serie di improperi e mancate vendite. I vigili sono alle prese con il problema del parcheggio selvaggio soprattutto a Marina,ed essendo in pochi sono impossibilitati a svolgere un adeguato controllo. Ma è sulla spiaggia che avvengono le cose più gravi, con un esercito di venditori ambulanti abusivi che assillano i bagnanti affinché comprino la merce, o si facciano “massaggiare” o tatuare. Da ricordare che l’acquisto di prodotti di dubbia provenienza, da parte dei bagnanti, è punito, se l’acquirente è colto in flagrante, con pene severissime, ma soprattutto tatuaggi e massaggi, fatti con intrugli di dubbia provenienza, possono provocare seri danni alla salute, oltre a danni irreparabili alla pelle. Un tormento per chi vorrebbe godersi un po’ di sole, ma visto che i controlli sulla spiaggia sono totalmente assenti, a molti bagnanti non resta altro da fare che arrotolare gli asciugami e tornare a casa, con buona pace dei commercianti e degli stabilimenti balneari di Marina che stanno vedendo i loro affari colare letteralmente a picco. Una situazione molto difficile. Antonio Di Giovanni