Mostra di Picasso.Gli operatori turistici si appellano ai sindaci per ripristinare la data prevista programmi ufficiali

0

Gentile direttore,stamattina abbiamo trasmesso una lettera ai primi cittadini dei Comuni della Penisola Sorrentina a seguito della decisone di ridurre di oltre un mese la mostra di Piacsso.In tale lettera che le pubblico a seguire,abbiamo brevemente spiegato perché gli operatori turistici di Meta e crediamo quelli dell’intera Penisola,ritengano che vada assolutamente ripristinata la data del 12 ottobre per la fine della Mostra di Piacasso.
Le scrivo in qualità di Presidente delle strutture ricettive turistiche di Meta che da qualche mese hanno deciso di operare unite attraverso l’Associazione Turismo Meta che ha già raggiunto risultati concreti quali la realizzazione del sito web del Sistema Integrato Turistico di Meta,l’apertura dell’ Infopoint,l’organizzazione della Passeggiata Metese ( evento settimanale ,in corso,da Giugno ad Ottobre)l’inserimento di Meta nel Gran Tour,la partecipazione alla fiera Bmt del sistema Meta e la prossima partecipazione alle fiere di Rimini e Londra.
Insomma i “privati”stanno facendo la loro parte.Ora occorre che le Istituzioni non commettano errori che possano compromettere la difficile azione per rimanere competitivi.
La ringrazio
Sergio Fedele
Presidente Associazione Turismo Meta

Testo della lettera trasmesso ai sindaco di Sorrento,Meta,Piano,Sant’Agnello,Vico:
Gentili sindaci,
La nostra associazione che rappresenta le strutture ricettive di Meta è rimasta esterrefatta alla notizia della decisone di ridurre il periodo della Mostra di Picasso, attualmente in corso a Villa Fiorentino a Sorrento,e programmata da giugno fino al 12 ottobre.
Il sindaco di Sorrento ha deciso di spostare la data di chiusura della mostra al 30 agosto per consentire la possibilità di ospitare in Villa Fiorentino gli scolari di una scuola che ha avuto problemi statici.

Non ci permettiamo assolutamente di pensare che il problema di questi studenti non rappresenti una priorità assoluta.

Ci mancherebbe.
Ma si può e si deve trovare una soluzione per la soluzione di questo problema diversa (il periodo in questione non è lungo e che va dal 30 settembre al 12 ottobre.)

“Tagliare” improvvisamente la più importante manifestazione organizzata in penisola Sorrentina per il 2014 è molto grave perché mortifica il concetto di programmazione turistica,che rappresenta il riferimento principale per gli operatori turistici.

È stata fatta una grande promozione di questo evento e occorre che questa promozione non si riveli inaffidabile e improvvisata.

Se tutti conveniamo che in questo momento di crisi strutturale di molti settori dell’economia reale, sia fondamentale dedicare risorse ed energie al turismo che può,nonostante la concorrenza spietata ,rappresentare un punto di forza del nostro paese,è necessario che poi ,nella pratica, si dia forza a tale obiettivo e non lo si indebolisca con decisioni di questo tipo.

Ancor più quando si tratta di manifestazioni culturali di alto livello che vanno protette e organizzate al meglio.

È fondamentale che in qualità di primi cittadini dei Comuni della penisola Sorrentina, registriate le perplessità e le preoccupazioni degli operatori del settore e che vi attiviate,coordinandovi,per trovare una soluzione che consenta di riportare al 12 ottobre la data di conclusione della Mostra di Picasso.

Convinti della vostra sensibilità e consapevoli che cultura e turismo potranno essere riferimenti assoluti per il futuro degli studenti di oggi,rimaniamo in attesa di conoscere se e cosa si intende fare per risolvere tale vicenda
Cordiali saluti
Sergio Fedele
Presidente Associazione Strutture Turistiche di Meta.Gentile direttore,stamattina abbiamo trasmesso una lettera ai primi cittadini dei Comuni della Penisola Sorrentina a seguito della decisone di ridurre di oltre un mese la mostra di Piacsso.In tale lettera che le pubblico a seguire,abbiamo brevemente spiegato perché gli operatori turistici di Meta e crediamo quelli dell’intera Penisola,ritengano che vada assolutamente ripristinata la data del 12 ottobre per la fine della Mostra di Piacasso.
Le scrivo in qualità di Presidente delle strutture ricettive turistiche di Meta che da qualche mese hanno deciso di operare unite attraverso l’Associazione Turismo Meta che ha già raggiunto risultati concreti quali la realizzazione del sito web del Sistema Integrato Turistico di Meta,l’apertura dell’ Infopoint,l’organizzazione della Passeggiata Metese ( evento settimanale ,in corso,da Giugno ad Ottobre)l’inserimento di Meta nel Gran Tour,la partecipazione alla fiera Bmt del sistema Meta e la prossima partecipazione alle fiere di Rimini e Londra.
Insomma i “privati”stanno facendo la loro parte.Ora occorre che le Istituzioni non commettano errori che possano compromettere la difficile azione per rimanere competitivi.
La ringrazio
Sergio Fedele
Presidente Associazione Turismo Meta

Testo della lettera trasmesso ai sindaco di Sorrento,Meta,Piano,Sant’Agnello,Vico:
Gentili sindaci,
La nostra associazione che rappresenta le strutture ricettive di Meta è rimasta esterrefatta alla notizia della decisone di ridurre il periodo della Mostra di Picasso, attualmente in corso a Villa Fiorentino a Sorrento,e programmata da giugno fino al 12 ottobre.
Il sindaco di Sorrento ha deciso di spostare la data di chiusura della mostra al 30 agosto per consentire la possibilità di ospitare in Villa Fiorentino gli scolari di una scuola che ha avuto problemi statici.

Non ci permettiamo assolutamente di pensare che il problema di questi studenti non rappresenti una priorità assoluta.

Ci mancherebbe.
Ma si può e si deve trovare una soluzione per la soluzione di questo problema diversa (il periodo in questione non è lungo e che va dal 30 settembre al 12 ottobre.)

“Tagliare” improvvisamente la più importante manifestazione organizzata in penisola Sorrentina per il 2014 è molto grave perché mortifica il concetto di programmazione turistica,che rappresenta il riferimento principale per gli operatori turistici.

È stata fatta una grande promozione di questo evento e occorre che questa promozione non si riveli inaffidabile e improvvisata.

Se tutti conveniamo che in questo momento di crisi strutturale di molti settori dell’economia reale, sia fondamentale dedicare risorse ed energie al turismo che può,nonostante la concorrenza spietata ,rappresentare un punto di forza del nostro paese,è necessario che poi ,nella pratica, si dia forza a tale obiettivo e non lo si indebolisca con decisioni di questo tipo.

Ancor più quando si tratta di manifestazioni culturali di alto livello che vanno protette e organizzate al meglio.

È fondamentale che in qualità di primi cittadini dei Comuni della penisola Sorrentina, registriate le perplessità e le preoccupazioni degli operatori del settore e che vi attiviate,coordinandovi,per trovare una soluzione che consenta di riportare al 12 ottobre la data di conclusione della Mostra di Picasso.

Convinti della vostra sensibilità e consapevoli che cultura e turismo potranno essere riferimenti assoluti per il futuro degli studenti di oggi,rimaniamo in attesa di conoscere se e cosa si intende fare per risolvere tale vicenda
Cordiali saluti
Sergio Fedele
Presidente Associazione Strutture Turistiche di Meta.