L’Associazione Aicast Sant’Antimo capitanata dal dott. Marco Persichino dice no ai costi pos a carico delle imprese.

0

Lunedi’ 21 Luglio 2014, l’associazione Aicast Sant’Antimo, ha organizzazto una conferenza stampa per dire no ai pagamenti attraverso gli strumenti di moneta elettronica. Il dott. Marco Persichino che ha organizzato la conferenza stampa conferma: “che, l’associazione Aicast non è assolutamente contro gli strumenti ,che prevedono la lotta all’elusione ed evasione, ma allo stesso tempo non è possibile, che i costi del dispositivo e della transazione siano a carico delle piccole imprese già in grosse diffocoltà”
Alla conferenza stampa è stata presentata un’iniziativa, che prevede degli sconti particolari per i consumatori che pagheranno in contanti. Sono intervenuti alla conferenza stampa il Prersidente Aicast Pomigliano, il quale ha più volte rimarcato la vicinanza e la volontà di creare rete tra associazioni, inoltre il Presidente Aicast Imprese Italia Felici Califano, ha illustrato il ruolo che, Aicast intende avere come punto di riferimento per le imprese puntando sulla formazione e la conoscenza.
All’evento hanno presenziato il dott. Francesco Perfetto il quale ha ribadito l’impatto, che il decreto ha da un punto di vista fiscale e Francesco Gargiulo Vice – Presidente Aicast Sant’Antimo, il quale ha evidenziato un aspetto molto importante del ruolo delle banche e le pmi, che mai come in questo momento necessitano di un accesso al credito più flessibile.
Il dott. Marco Persichino, ha conculso la conferenza illustrando cosa sta facendo l’associazione per il territorio santantimese dall’organizzazione di mini fiere espositive alla vendita di benenficienza per riqualificare il Convento dei Frati Minori, replicando ancora una volta la strada da seguire: “riscoprire le radici storiche culturali di Sant’Antimo, quale elemento indispensabile per lo sviluppo del territorio di cui fanno parte le piccole imprese e concrettizzare una programmazione strategica per garntire la ripresa economica attrovareso iniziative “IO SPENDO A SANT’ANTIMO,un modo per sensibilizzare gli acquisti sul territorio, inoltre ha chiesto maggiori sforzi alle istituzioni per seguire un percorso di crescita del territorio di Sant’Antimo”.Lunedi’ 21 Luglio 2014, l’associazione Aicast Sant’Antimo, ha organizzazto una conferenza stampa per dire no ai pagamenti attraverso gli strumenti di moneta elettronica. Il dott. Marco Persichino che ha organizzato la conferenza stampa conferma: “che, l’associazione Aicast non è assolutamente contro gli strumenti ,che prevedono la lotta all’elusione ed evasione, ma allo stesso tempo non è possibile, che i costi del dispositivo e della transazione siano a carico delle piccole imprese già in grosse diffocoltà”
Alla conferenza stampa è stata presentata un’iniziativa, che prevede degli sconti particolari per i consumatori che pagheranno in contanti. Sono intervenuti alla conferenza stampa il Prersidente Aicast Pomigliano, il quale ha più volte rimarcato la vicinanza e la volontà di creare rete tra associazioni, inoltre il Presidente Aicast Imprese Italia Felici Califano, ha illustrato il ruolo che, Aicast intende avere come punto di riferimento per le imprese puntando sulla formazione e la conoscenza.
All’evento hanno presenziato il dott. Francesco Perfetto il quale ha ribadito l’impatto, che il decreto ha da un punto di vista fiscale e Francesco Gargiulo Vice – Presidente Aicast Sant’Antimo, il quale ha evidenziato un aspetto molto importante del ruolo delle banche e le pmi, che mai come in questo momento necessitano di un accesso al credito più flessibile.
Il dott. Marco Persichino, ha conculso la conferenza illustrando cosa sta facendo l’associazione per il territorio santantimese dall’organizzazione di mini fiere espositive alla vendita di benenficienza per riqualificare il Convento dei Frati Minori, replicando ancora una volta la strada da seguire: “riscoprire le radici storiche culturali di Sant’Antimo, quale elemento indispensabile per lo sviluppo del territorio di cui fanno parte le piccole imprese e concrettizzare una programmazione strategica per garntire la ripresa economica attrovareso iniziative “IO SPENDO A SANT’ANTIMO,un modo per sensibilizzare gli acquisti sul territorio, inoltre ha chiesto maggiori sforzi alle istituzioni per seguire un percorso di crescita del territorio di Sant’Antimo”.