RAVELLO LITIGANO PER L’INGRESSO DUE VICINI VENGONO ALLE MANI A SAMBUCO

0

Ravello, Costiera amalfitana  Un rapporto mai idilliaco tra l’uomo e la donna, entrambi cinquantenni e cugini, ‘costretti’ a condividere l’accesso alle rispettive abitazioni e altri passaggi nei terreni agricoli adiacenti a Sambuco . Tra loro vecchie ruggini tramandate di padre in figlio che però non erano mai andate oltre qualche parola di troppo. Ma stavolta, è bastato davvero poco a passare dalle parole ai fatti con i due che sono giunti addirittura alle mani. Ad avere la peggio sarebbe stata la donna che comunque ha cercato di difendersi alla meglio. Per fortuna la zuffa è durata soltanto pochi minuti, quelli propri della tensione iniziale. Poi l’uomo si sarebbe allontanato spontaneamente. Nessuno dei vicini avrebbe avvertito alcun che, tanto che è stata la proprio la donna coinvolta, in preda al panico, a dover allertare i soccorsi. Sul posto sono giunti i Carabinieri della stazione di Ravello e un’ambulanza del 118 che ha condotto la malcapitata presso il presidio ospedaliero “Costa d’Amalfi” per le cure del caso. Per lei, per fortuna, soltanto qualche graffio guaribile in pochi giorni, ma tanta paura. Il fatto non è stato ancora denunciato ai Carabinieri. Un episodio come tanti nei nostri piccoli centri, che potrebbero evitarsi se soltanto si riuscisse nella pratica del dialogo, cercando di trovare il giusto equilibrio nelle diverse circostanze, così da poter vivere in tranquillità nel rispetto altrui Il Vescovado 

Ravello, Costiera amalfitana  Un rapporto mai idilliaco tra l'uomo e la donna, entrambi cinquantenni e cugini, ‘costretti' a condividere l'accesso alle rispettive abitazioni e altri passaggi nei terreni agricoli adiacenti a Sambuco . Tra loro vecchie ruggini tramandate di padre in figlio che però non erano mai andate oltre qualche parola di troppo. Ma stavolta, è bastato davvero poco a passare dalle parole ai fatti con i due che sono giunti addirittura alle mani. Ad avere la peggio sarebbe stata la donna che comunque ha cercato di difendersi alla meglio. Per fortuna la zuffa è durata soltanto pochi minuti, quelli propri della tensione iniziale. Poi l'uomo si sarebbe allontanato spontaneamente. Nessuno dei vicini avrebbe avvertito alcun che, tanto che è stata la proprio la donna coinvolta, in preda al panico, a dover allertare i soccorsi. Sul posto sono giunti i Carabinieri della stazione di Ravello e un'ambulanza del 118 che ha condotto la malcapitata presso il presidio ospedaliero "Costa d'Amalfi" per le cure del caso. Per lei, per fortuna, soltanto qualche graffio guaribile in pochi giorni, ma tanta paura. Il fatto non è stato ancora denunciato ai Carabinieri. Un episodio come tanti nei nostri piccoli centri, che potrebbero evitarsi se soltanto si riuscisse nella pratica del dialogo, cercando di trovare il giusto equilibrio nelle diverse circostanze, così da poter vivere in tranquillità nel rispetto altrui Il Vescovado