Passante chiuso fino alle 20: rischio code in tangenziale

0

×

 

 
MESTRE – Per vacanzieri e «pendolari del mare», soprattutto per il rientro, e per gli utenti della strada in generale, si profila un week end “caldo” sul fronte traffico per la chiusura del Passante di Mestre.

L’autostrada A4 è stata chiusa ieri alle 20, e rimarrà off limits fino alla stessa ora di oggi, domenica 20, per consentire l’operazione più delicata dell’ultima grande opera del Passante di Mestre rimasta indietro, il casello di Martellago-Scorzè: più precisamente, il varo della campata centrale del cavalcavia che attraversa l’autostrada.

Una chiusura indispensabile, anche perché gli operai dovranno occupare materialmente il Passante per farvi entrare le gru e il concio centrale del viadotto, quello che passa sopra la sede autostradale, lungo 50 metri, e che quindi sarà sollevato, agganciato e saldato all’impalcato metallico già pronto e montato ai due lati, est e ovest. Il periodo scelto non è dei più felici, ma il varo, che peraltro era previsto per metà-fine luglio, è funzionale al rispetto del crono programma e alla consegna dei lavori entro fine anno.

Le chiusure avverranno in corrispondenza dell’interconnessione tra l’autostrada A4 e la A57 (ovvero il vecchio tratto della Padova-Venezia in pratica da Dolo-Mirano) e tra la stessa A4 e la A27 e il traffico sarà deviato, ovviamente, lungo la “vecchia” Tangenziale di Mestre, dove il rischio che si formino mega incolonnamenti come un tempo è elevato, così come quello di intasamenti lungo la viabilità locale.

Dalla Cav assicurano comunque che l’utenza sarà costantemente informata in tempo reale della situazione del traffico attraverso pannelli a messaggio variabile dislocati lungo il percorso di avvicinamento del punto in questione, che sarà garantito un servizio di segnalazione coda e che nelle 24 ore di chiusura sarà opportunamente potenziato il servizio di esazione alla barriera di Mestre per velocizzare il più possibile la sosta.il  garzettino.it

 

Rischio code da stasera in tangenziale di Mestre (foto archivio)

 

MESTRE – Per vacanzieri e «pendolari del mare», soprattutto per il rientro, e per gli utenti della strada in generale, si profila un week end "caldo" sul fronte traffico per la chiusura del Passante di Mestre.

L'autostrada A4 è stata chiusa ieri alle 20, e rimarrà off limits fino alla stessa ora di oggi, domenica 20, per consentire l'operazione più delicata dell'ultima grande opera del Passante di Mestre rimasta indietro, il casello di Martellago-Scorzè: più precisamente, il varo della campata centrale del cavalcavia che attraversa l'autostrada.

Una chiusura indispensabile, anche perché gli operai dovranno occupare materialmente il Passante per farvi entrare le gru e il concio centrale del viadotto, quello che passa sopra la sede autostradale, lungo 50 metri, e che quindi sarà sollevato, agganciato e saldato all'impalcato metallico già pronto e montato ai due lati, est e ovest. Il periodo scelto non è dei più felici, ma il varo, che peraltro era previsto per metà-fine luglio, è funzionale al rispetto del crono programma e alla consegna dei lavori entro fine anno.

Le chiusure avverranno in corrispondenza dell'interconnessione tra l'autostrada A4 e la A57 (ovvero il vecchio tratto della Padova-Venezia in pratica da Dolo-Mirano) e tra la stessa A4 e la A27 e il traffico sarà deviato, ovviamente, lungo la "vecchia" Tangenziale di Mestre, dove il rischio che si formino mega incolonnamenti come un tempo è elevato, così come quello di intasamenti lungo la viabilità locale.

Dalla Cav assicurano comunque che l'utenza sarà costantemente informata in tempo reale della situazione del traffico attraverso pannelli a messaggio variabile dislocati lungo il percorso di avvicinamento del punto in questione, che sarà garantito un servizio di segnalazione coda e che nelle 24 ore di chiusura sarà opportunamente potenziato il servizio di esazione alla barriera di Mestre per velocizzare il più possibile la sosta.il  garzettino.it

Lascia una risposta